Vai alla home del portale

Piano Strategico Metropolitano

Cerca

Cerca nel sito

  • Piano Strategico Metropolitano

Metropoli reale, metropoli possibile

La Città metropolitana di Milano, al termine del percorso politico amministrativo previsto dalla legge, ha approvato in via definitiva il Piano strategico  del territorio con delibera di Consiglio del 12 maggio 2016.

La legge 56/2014 individua come finalità primaria di Città metropolitana la "cura dello sviluppo strategico del territorio metropolitano". In questa prospettiva, la Città metropolitana di Milano vuole essere l’interlocutore per il rilancio in forme sostenibili dell’economia del territorio, per dare migliori e più adeguate risposte ai bisogni dei Comuni, delle famiglie e delle imprese, grazie alla sua vocazione di soggetto che mette in rete le istituzioni locali, le autonomie funzionali, le realtà economico-sociali, il mondo associativo e del terzo settore.

Il Piano strategico è il frutto di un processo fondato su un approccio inclusivo e generativo, durato circa un anno, che ha visto un’interazione continua con i Comuni, organizzati per Zone omogenee, le rappresentanze economiche e sociali del territorio, riunite nel "Tavolo metropolitano per lo sviluppo" e numerosi altri attori, attraverso interviste, incontri dedicati e discussioni pubbliche.
La costruzione del processo di pianificazione strategica - e in senso più ampio di avvio dell’attività del nuovo Ente - ha utilizzato un doppio sguardo, che sapesse interpretare la fase attuale, prospettando azioni nel breve periodo, e fosse anche capace di una visione al futuro, prefigurando ciò che potrebbe essere la Città metropolitana “a regime”. Da qui il titolo, “Milano. Metropoli reale, metropoli possibile”, che approccia con uno stile realistico e pragmatico l’attuale scenario e lo coniuga con una visione di sviluppo di più lunga durata.

E’ dunque la prima rilevante opportunità offerta a istituzioni e attori territoriali per dar corpo al cambiamento voluto dalla legge di riforma delle autonomie locali, contribuendo a realizzare il passaggio dalla ex Provincia alla Città metropolitana. E’ significativo che, in una fase segnata da radicali trasformazioni, sia proprio Milano la prima Città metropolitana italiana a elaborare il proprio Piano strategico, svolgendo così, ancora una volta, la funzione nazionale di laboratorio e di incubazione dei cambiamenti politico-istituzionali.