Cerca

Cerca nel sito

Parco del Bosco del Rugareto

 

Piazza E. Toti n. 1, 21040 Cislago (VA)
Tel: 02 9667101
Fax: 02 96671055
Sito Web

Primo riconoscimento: Deliberazione della Giunta Provinciale di Varese n. 315/2005

Comuni: Cislago (VA), Gorla Minore (VA), Marnate (VA), Rescaldina (MI)

Superficie attuale: 202 ettari (limitatamente alla Città Metropolitana di Milano)

Forma di gestione: Convenzione tra Comuni (capofila: Cislago)

Perimetro del PLIS del Bosco del Rugareto

 

Esemplare dell'avifauna su comignolo

Il Parco del Bosco del Rugareto, è stato riconosciuto originariamente dalla Provincia di Varese nel 2005 nei Comuni di Cislago, Gorla Maggiore e Marnate; è stato quindi ampliato nel 2006 nel Comune di Rescaldina. Attualmente ha un'estensione di circa 1.260 ettari.

Si tratta del primo nucleo di tutela di una estesa superficie forestata, compresa fra la valle dell'Olona e la Pineta di Tradate. Il Parco comprende infatti una vasta area boscata (oltre il 70% della superficie) delimitata da distese prative e aree coltivate, segnate da interventi di regimazione delle acque.

Bosco

I “Boschi di Cislago” rappresenta l’aggregazione boschiva più estesa del PLIS, attraversata da un’importante rete di percorsi, mentre l’ampio e compatto “Bosco del Rugareto” costituisce il nucleo mediano della complessiva aggregazione dei boschi del Parco.

I boschi sono caratterizzati in genere dalla presenza di robinia, ma non mancano formazioni prossime a quelle naturali dei pianalti lombardi, con pino silvestre, farnia, carpino bianco, betulla, castagno.

Rana verde

L'area è frequantata dalla tipica fauna locale, dove spicca, fra i mammiferi, lo scoiattolo europeo, purtroppo minacciato dalla presenza ingombrante e invadente di quello nord americano, incautamente introdotto da ignoti.
Si possono osservare i picchi (soprattutto il picchio rosso maggiore e il picchio verde), le civette, il gufo comune e tanti altri uccelli.