Sei in: Home < Conosci gli affari sociali < Comunicati stampa

Politiche Sociali


Salta direttamente al contenuto
Salta direttamente alla Navigazione

 




Comunicati stampa

EMERGENZA CALDO, LA PROVINCIA A FIANCO DEGLI ANZIANI CON LA TELEASSISTENZA. PAGANI: IL SERVIZIO E’ UN’ECCELLENZA PER IL NOSTRO ENTE

19 luglio 2012

MILANO, 19 luglio 2012 - Afa, caldo torrido e temperature prossime ai 40°. Nelle ultime settimane le condizioni climatiche a Milano e provincia hanno fatto sì che si parlasse con frequenza di “allarme caldo”. Le preoccupazioni maggiori sono state per le fasce più deboli della popolazione. A cominciare dagli anziani, in particolare modo coloro che vivono in completa solitudine.

Come ogni estate, anche quest’anno l’assessorato alle Politiche sociali della Provincia di Milano ha risposto all’allarme caldo potenziando il servizio di Teleassistenza con il “Piano caldo”, che prevede una continua attività di monitoraggio dei quasi 4.000 utenti del servizio di telesoccorso. Nello specifico: telefonate all’utenza in caso di ondate di calore per raccomandare le essenziali misure di protezione; maggiore frequenza delle telefonate di controllo agli anziani segnalati dai servizi sociali o privi di supporti familiari (e per questo maggiormente fragili); coordinamento con i servizi sociali comunali per disporre di informazioni sulle iniziative estive organizzate a favore della popolazione anziana; scambio di informazioni e dati con la ASL Milano 1 per poter fornire agli utenti anche indicazioni sui servizi erogati dall’azienda sanitaria.

Quest’anno il Piano caldo della Provincia è stato ulteriormente rafforzato attraverso la fornitura agli utenti più bisognosi – per le condizioni di salute o l’assenza di una rete familiare a supporto - di un’apparecchiatura innovativa e maggiormente sofisticata, in grado, per esempio, di offrire una migliore qualità audio rispetto alla strumentazione precedente. Oppure di garantire l’accensione di una luce di emergenza e il funzionamento dell’apparecchiatura di telesoccorso fino a due giorni anche in mancanza di corrente elettrica. O ancora, di rilevare, tramite apposito sensore, la temperatura ambientale e di inviare un allarme automatico alla centrale operativa qualora questa risulti troppo elevata.

“Tutti accorgimenti che ampliano la qualità di un servizio, la Teleassistenza, che rappresenta una delle eccellenze del nostro ente” ha dichiarato Massimo Pagani, assessore alle Politiche sociali della Provincia di Milano. “Le caratteristiche basilari del servizio, come la professionalità degli operatori e l’immediatezza della comunicazione tra anziano e operatore, vengono esaltate nei mesi estivi, quando i nostri “nonni” si vedono messi a dura prova, a livello di salute, dalle ondate di afa e di calore, e a livello psicologico, da situazioni di solitudine dovute all’assenza per ferie dei familiari. Così una telefonata informativa può diventare una telefonata di compagnia e un consiglio medico può trasformarsi in una chiacchierata. Il tutto in modo completamente gratuito”

Il servizio di Teleassistenza della Provincia di Milano è attivo dal 2001. In questi undici anni si è preso cura di quasi 10.000 anziani. Al momento è presente in 122 comuni della provincia e segue 4.012 anziani, attraverso 3.584 apparecchi installati nelle loro abitazioni.

Tutte le informazioni sull’attivazione e sulla diffusione del servizio sono consultabili al sito della Teleassistenza.