Sei in: Home < Conosci gli affari sociali < Comunicati stampa

Politiche Sociali


Salta direttamente al contenuto
Salta direttamente alla Navigazione

 




Comunicati stampa

PROVINCIA E ANCESCAO CELEBRANO L’ANNO DELL’INVECCHIAMENTO ATTIVO. PAGANI: "ANZIANI SEMPRE PIU' IMPORTANTI PER LE FAMIGLIE"

3 ottobre 2012
Foto

Milano, 3 ottobre 2012. Facile parlare di anziani come risorsa, più difficile attuare politiche di welfare che valorizzino davvero la terza età. Questa una delle tematiche sviluppate in mattinata nell’ambito del convegno “Anziani e non solo”, organizzato e promosso dall’assessorato alle Politiche sociali della Provincia di Milano e dal Coordinamento Provinciale di Milano di Ancescao (Associazione Nazionale Centri Sociali, Comitati Anziani e Orti).

Moderati dal giornalista Pietro De Gennaro, si sono confrontati sul tema dell’invecchiamento attivo Beppe De Sario, ricercatore Ires, Enrico Pugliese, sociologo, Alberto Oliverio, psicobiologo e Andrea Gaggioli, psicologo. I lavori sono stati introdotti dall’assessore provinciale alle Politiche sociali Massimo Pagani. “Desidero innanzitutto complimentarmi con Ancescao e con il suo coordinatore provinciale, Tarcisio Lattuada, per la qualità del lavoro svolto, lavoro grazie al quale i centri anziani del territorio provinciale si stanno trasformando da luoghi di esclusivo svago a spazi di formazione e apprendimento. Questo arricchimento culturale si traduce in progetti concreti nel campo della tecnologia e della salute, che fanno degli anziani i protagonisti di azioni rivolte sia ai propri coetanei sia alle proprie famiglie”. Per esempio, Living lab, il laboratorio di prevenzione domotica per la terza età, oppure il progetto di Educazione alimentare rivolto che ad anziani e bambini, tra poco al via.

Progetti che si sposano in pieno con le finalità dell’anno europeo dell’invecchiamento attivo e della solidarietà tra generazioni, che si celebra proprio nel 2012. “Le Istituzioni colgano l’occasione fornita da questa ricorrenza per dimostrare maggiore sensibilità verso il sociale, soprattutto nell’operazione di riduzione della spesa pubblica”. Questo l’accorato appello dei rappresentanti Ancescao. A loro supporto un dato su tutti: al primo gennaio 2005 (ultimo dato disponibile), gli over 65 in Italia erano 12 milioni, ovvero il 20% della popolazione. “Una fascia così ampia della popolazione merita risposte concrete ai suoi bisogni: meno slogan e più attenzione da parte delle Istituzioni!”.

La Provincia di Milano ha raccolto da tempo questo appello. “La figura del “nonno” è sempre più rilevante all’interno delle famiglie” dichiara l’assessore Pagani. “Negli ultimi anni la congiuntura socio-economica negativa ha aggravato la situazione di molti nuclei familiari. Alle esigenze di sempre, come la cura dei nipoti, si sono aggiunte difficoltà ben più gravi, dovute alla crisi economica ed occupazionale. L’anziano si trova così a ricoprire un ruolo chiave all’interno delle nostre comunità. Per questo la formazione e la prevenzione diventano elementi fondamentali nella sua vita. La Provincia di Milano è ben lieta di contribuire al percorso formativo che Ancescao ha ideato. Il mio auspicio è che questo percorso non giunga al termine con la chiusura della Provincia, ma prosegua anche con la Città Metropolitana”.

A margine dei lavori è stato celebrato un importante “compleanno”: Fernanda Garavaglia e Giovanna Pisoni sono state infatti premiate dalla Provincia per il loro ventennale impegno in Ancescao.