Servizi per il cittadino




| Altri

Info

AFOL Milano

Via Soderini 24
20146 - Milano
Tel. 02/7741.4041

 



JOBS ACT – D.Lgs. n. 150/2015: le novità

Il Decreto Legislativo n. 150/2015 e la Circolare di Regione Lombardia del 11/12/2015 hanno introdotto importanti novità e nuove procedure in materia di servizi per il lavoro e di politiche attive.
La Riforma è ispirata, tra gli altri, ai principi di semplificazione delle procedure amministrative e coinvolgimento attivo dei lavoratori espulsi dal mercato del lavoro, in particolare se beneficiari di sostegno al reddito (NASPI, Dis-Coll, indennità di mobilità). In quest’ottica, si segnalano le previsioni di legge che condizionano il diritto al percepimento del sostegno al reddito allo svolgimento dei servizi di politica attiva del lavoro (art. 21 e ss. D.Lgs. n. 150/2015).
Di seguito i più importanti chiarimenti.

Chi è il lavoratore disoccupato?
Il lavoratore privo di impiego che dichiari in forma telematica la propria immediata disponibilità allo svolgimento di attività lavorativa (DID) e alla partecipazione alle misure di politica attiva del lavoro.
Per accedere a tali servizi il lavoratore può registrarsi sul portale GEFO di Regione Lombardia (https://gefo.servizirl.it/dote/); contestualmente scegliere l’operatore accreditato ai servizi al lavoro a cui rivolgersi; contattare l’operatore scelto, entro 30 giorni dalla registrazione al portale, per concordare un appuntamento per la sottoscrizione del Patto di Servizio Personalizzato (PSP).

Chi è il lavoratore disoccupato beneficiario di sostegno al reddito?
Il lavoratore privo di impiego che abbia richiesto all’INPS – autonomamente o tramite patronato – una forma di sostegno al reddito (NASPI, Dis-Coll, indennità di mobilità).
In questo caso l’invio telematico all’INPS della relativa domanda equivale al rilascio della dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro (DID) e alla partecipazione alle misure di politica attiva del lavoro.
Per regolarizzare la propria posizione amministrativa, il lavoratore è obbligato a registrarsi sul portale GEFO di Regione Lombardia (https://gefo.servizirl.it/dote/), indicando gli estremi della domanda di sostegno al reddito presentata; scegliere l’operatore accreditato ai servizi al lavoro a cui rivolgersi; contattare l’operatore scelto, entro 15 giorni dalla richiesta di sostegno al reddito, per concordare un appuntamento per la sottoscrizione del Patto di Servizio Personalizzato (PSP).

Cosa si intende per percorso di politica attiva?
Un insieme di servizi (orientamento di base, orientamento specialistico, attività formative, corsi di riqualificazione professionale, ausilio alla ricerca di un’occupazione, tutoraggio, promozione di esperienze lavorative) che mirano a favorire l’inserimento o il reinserimento della persona nel mercato del lavoro.

Cos’è il Patto di Servizio Personalizzato (PSP)?
E’ il primo documento di attivazione e di impegno della persona finalizzato all’avvio di un percorso concordato, senza oneri per il cittadino, di sostegno all’inserimento lavorativo e/o di formazione/qualificazione per lo sviluppo o il mantenimento di competenze professionali. La sottoscrizione avviene presso l’ente accreditato scelto dalla persona, in presenza di un tutor di riferimento. Con tale adempimento viene confermato lo stato di disoccupazione, ai sensi degli artt. 19, 20 e 21 del D.Lgs. 150/2015.

A chi è possibile rivolgersi?
In Regione Lombardia, per la sottoscrizione del PSP e per lo svolgimento dei servizi di politica attiva, è disponibile l’intera Rete degli Operatori Accreditati (pubblici e privati) ai servizi al lavoro.
L’elenco aggiornato è disponibile sul sito di Regione Lombardia al seguente link: http://www.lavoro.regione.lombardia.it > sezione Accreditamento (menù a sinistra) > Albo operatori accreditati ai servizi al lavoro (in basso a destra).
Per assistenza nella registrazione al portale GEFO di Regione Lombardia, è possibile fare riferimento al Centro Impiego o agli operatori accreditati.

AFOL Metropolitana, operatore accreditato ai servizi al lavoro, ha tra le sue sedi diversi Centri Impiego che risultano indicati nel menù a tendina del portale GEFO di Regione Lombardia, con la seguente denominazione:

-    Centro Impiego di Milano
AGENZIA METROPOLITANA PER LA FORMAZIONE, L'ORIENTAMENTO E IL LAVORO, via Strozzi n. 11 - Milano
centroimpiego.milano@afolmet.it

-    Centro Impiego di Rho
AGENZIA METROPOLITANA PER LA FORMAZIONE, L'ORIENTAMENTO E IL LAVORO, Via Villafranca n. 8 - Rho
centroimpiego.rho@afolmet.it

-    Centro Impiego di Cinisello Balsamo (NordMilano)
AGENZIA METROPOLITANA PER LA FORMAZIONE, L'ORIENTAMENTO E IL LAVORO, via Gorki n. 65 – Cinisello Balsamo
centroimpiego.nordmilano@afolmet.it


Autocertificazione della “condizione di non occupazione”
Con l’entrata in vigore del D.Lgs. n. 150/2015, per l’accesso a prestazioni di carattere sociale (es. esenzione ticket ASL, Aler, ecc.) previste da norme nazionali, regionali e comunali, non è più necessaria la certificazione da parte del Centro Impiego dello stato di disoccupazione. La “condizione di non occupazione” può infatti essere autocertificata dall’interessato. [Ministero Lavoro e Politiche sociali, Nota del 4 aprile 2016, n. 5090].


Clicca qui per scaricare lo SCHEMA DI RIEPILOGO DEI PASSAGGI previsti dalla Riforma.


ISTRUZIONI per eseguire, in autonomia, una corretta registrazione sul portale di Regione Lombardia (GEFO)

Per disoccupati non percettori di sostegno al reddito:


Per disoccupati beneficiari di sostegno al reddito (dopo aver presentato all’INPS la domanda di sostegno al reddito):



Clicca qui per scaricare le FAQ di Regione Lombardia