Sei in:  Home  > Acqua  > Cosa fare per utilizzare le acque sotterranee

Acque Sotterranee

 

nelle prossime pagine è possibile consultare le procedure amministrative da seguire per utilizzare le acque sotterranee e le informazioni tecniche disponibili per la consultazione.

attività amministrative:

concessioni di piccole derivazioni

nuove concessioni

rinnovo concessioni

variazione concessioni

trasferimento di utenza

variazione della ragione sociale e/o della tipologia sociale e/o sede legale

rinuncia concessione

pubblicazione istanze di concessione

pubblicazione decreti di concessione

denunce prelievi

chiusura pozzi

pozzi ad uso domestico

perforazioni non finalizzate alla derivazione di acque sotterranee

pozzi barriera

wellpoint

pozzi temporanei

piezometri

sonde geotermiche

ricerca e utilizzo acque termali

oneri istruttori

canone per l'utilizzo di acque pubbliche

 informazioni tecniche sulle acque sotterranee:

 il  Servizio Risorse Idriche gestisce il Sistema Informativo Falda (Sif), una banca dati per le acque sotterranee nata dalla collaborazione tra enti e società che studiano, controllano e distribuiscono le acque destinate alla collettività e provvede altresì alla redazione di carte tematiche (piezometria e soggiacenza).

i dati riguardanti i pozzi in concessione sia pubblici che privati e la loro ubicazione sono resi accessibili a tutti, a mero scopo informativo, tramite la pubblicazione sulla cartografia on-line del Sistema Informativo Ambientale (SIA).

il Servizio Risorse Idriche provvede anche ad assegnare i codici dei pozzi e dei piezometri ed aggiornare il Catasto Utenze Idriche (CUI) Regionale.

ai seguenti link è possibile consultare le informazioni relative al livello della falda e alla qualità della falda