Sei in:  Home  > Aria

Home - Aria


Dal 13 giugno 2013 è entrato in vigore il Regolamento recante la disciplina dell'Autorizzazione Unica Ambientale. Il citato Regolamento è stato approvato con il D.P.R. 13 marzo 2013, n. 59, (G.U. 29/05/2013, n. 124 - Suppl. Ordinario n.42). 

Chi deve presentare la richiesta di AUA

Le piccole e medie Imprese nonchè gli impianti non soggetti alle disposizioni in materia di Autorizzazione Integrata Ambientale interessate all'ottenimento dell'Autorizzazione alle emissioni in atmosfera per gli stabilimenti di cui all'art. 269 del D.Lgs. 152/06 e s.m.i. e autorizzazione generale di cui all'art. 272 del D.Lgs. 152/06 e s.m.i., ai sensi dell'art. 2 del D.P.R. 59/2013 dovranno pertanto presentare apposita istanza presso il SUAP territorialmente competente che si farà carico di trasmetterla immediatamente, in modalità telematica, alla Provincia, a conclusione del procedimento amministrativo, adotterà il relativo provvedimento inoltrandolo al suddetto Sportello che rilascerà il titolo.

ATTENZIONE: E' fatta salva la facoltà del gestore di non ricorrere all'AUA, quando si tratti solo di autorizzazione di carattere generale ai sensi dell'art. 272 c.2 del D.Lgs. 152/06 e s.m.i.. Anche in questo caso, avvalendosi della modulistica vigente scaricabile nella sezione dedicata per le autorizzazioni in deroga (ex art. 272 D.lgs 152/2006), l'istanza dovrà comunque essere presentata tramite il SUAP di riferimento e accompagnata da una dichiarazione da parte del soggetto richiedente con la quale questi specificherà che non intende avvalersi dell'AUA e che non è in possesso di altre autorizzazioni/comunicazioni previste all'art. 3 c.1 del DPR 59/2013..

Per informazioni di dettaglio su modalità con cui presentare istanza di AUA si vada alla pagina di dettaglio dedicata all'AUA.

Le categorie di atti soggette alle disposizioni concernenti l'AUA (inerenti ai titoli abilitativi elencati all'art 2 del DPR) sono:

  • le nuove autorizzazioni
  • i rinnovi
  • le modifiche sostanziali
 Chi non deve presentare istanza di AUA

  Tra le autorizzazioni settoriali di competenza della Città Metropolitana restano escluse dalla previsione del DPR 59/2013 quelle relative agli impianti soggetti alle disposizioni in materia di Autorizzazione Integrata Ambientale ed ai progetti sottoposti a Valutazione di Impatto Ambientale e a verifica di non assoggettabilità a V.I.A. (per espressa disposizione dell'art.1 c.2 del DPR).

Le  disposizioni non si applicano, dunque, alle volture (che, in quanto semplici cambiamenti di denominazione del soggetto titolare del titolo abilitativo, non costituiscono modifiche in senso tecnico) e alle modifiche non sostanziali.