Sei in:  Home  > Cave

Piano Provinciale Cave

Il Piano Cave è lo strumento con il quale si attua la programmazione in materia di attività estrattiva e che determina i tipi e quantità di sostanze di cava estraibili, le modalità di escavazione e le norme tecniche da osservare nell'esercizio dell'attività estrattiva. La normativa vigente prevede , inoltre, la possibilità che il Piano sia sottoposto, su iniziativa dell'Ente delegato, a variazione o revisione per eventuali fabbisogni aggiuntivi o per adeguamenti tecnici.

Il Piano cave individua gli Ambiti Territoriali Estrattivi (ATE) per la coltivazione delle sostanze minerarie di cava nonché le cave cessate in cui la ripresa dell'attività estrattiva è consentita esclusivamente per interventi di recupero ambientale.  

Nel territorio della Città metropolitana di Milano i materiali inerti estratti sono ghiaia, sabbia e argilla, mentre non sono presenti i materiali lapidei.

Il Piano  individua inoltre le destinazioni finali delle aree al termine della coltivazione e ne detta i criteri per il ripristino.

Piano Cave vigente

Il Piano Cave vigente - con validità decennale - è stato approvato il 16 maggio 2006 con D.C.R. n° VIII/166/2006 e pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia del 30 giugno 2006, 3° Supplemento Straordinario al n° 26.

DCR. 16 maggio 2006, n° VIII/166: D.c.r. 16 maggio 2006 - n. VIII/166 “Piano cave della provincia di Milano – Settori merceologici della sabbia, ghiaia e dell’argilla” (Formato PDF - 71 KB)

Consulta l'intero BURL 30 giugno 2006, 3° Supplemento Straordinario al n° 26    (PDF - 9M)

In data 25.03.2014 con D.C.R. n° X/343 il Consiglio regionale ha approvato la "Modifica della D.C.R. n° VIII/166 - Piano Cave della Provincia di Milano- Ambito Estrattivo ATEg7" (PDF)