Sei in:  Home  > AIA e AUA  > AUA - Autorizzazione Unica Ambientale

AUA - Autorizzazione Unica Ambientale

L'AUA (Autorizzazione Unica Ambientale) è una autorizzazione entrata in vigore nel 2013 (D.lgs 59/13) e si tratta di un unico provvedimento autorizzativo che sostituisce e comprende i titoli abilitativi in materia ambientale. E' rivolto alle piccole medie imprese e interviene sugli impianti non soggetti ad Autorizzazione Integrata Ambientale

Quale normativa disciplina l'AUA?

Dal 13 giugno 2013 è entrato in vigore il Regolamento recante la disciplina dell'Autorizzazione Unica Ambientale e la semplificazione di adempimenti amministrativi in materia ambientale gravanti sulle piccole e medie Imprese e sugli impianti non soggetti ad Autorizzazione Integrata Ambientale, a norma dell'art. 23 del D.L. 9 febbraio 2012, n. 5, convertito, con modificazioni, dalla Legge 4 aprile 2012 n.35. Il citato Regolamento è stato approvato con il D.P.R. 13 marzo 2013, n. 59, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 29/05/2013, n. 124 - Suppl. Ordinario n.42.

Chi deve presentare la domanda di Autorizzazione Unica Ambientale (AUA)

Devono presentare richiesta di AUA le piccole medie imprese e gli impianti non soggetti ad Autorizzazione Integrata Ambientale.

Tra le autorizzazioni settoriali di competenza della Città metropolitana restano escluse dalla previsione del DPR oltre a quelle relative agli impianti soggetti alle disposizioni in materia di Autorizzazione Integrata Ambientale ed ai progetti sottoposti a Valutazione di Impatto Ambientale e a verifica di non assoggettabilità a V.I.A. (per espressa disposizione dell'art.1 c.2 del DPR) solo le autorizzazioni ordinarie in materia di rifiuti di cui all' art 208 Dlgs 152/06, quelle di cui all'art.12 del D.lgs 387/2003, le dichiarazioni di assimilazione alle acque reflue domestiche per lo scarico delle acque reflue domestiche presentate da soggetti diversi da Enti o Imprese, nonché le comunicazioni di cessata attività.

Le categorie di atti soggette alle disposizioni concernenti la nuova autorizzazione prevista dal DPR sono le nuove autorizzazioni, i rinnovi e le modifiche sostanziali inerenti ai titoli abilitativi sopraindicati, elencati all'art 2 del DPR, le cui disposizioni non si applicano, dunque, alle volture (che, in quanto semplici cambiamenti di denominazione del soggetto titolare del titolo abilitativo, non costituiscono modifiche in senso tecnico) e alle modifiche non sostanziali. 

Titoli abilitativi per cui è prevista l'AUA

I titoli abilitativi per cui è prevista l'AUA sono i sette sottoindicati, si evidenziano in grassetto quelli per i quali la Città metropolitana di Milano è Ente competente, ma si ricorda che i titoli abilitativi indicati al p.to 1 relativi a scarichi in pubblica fognatura sono di competenza A.T.O. (sito A.T.O. Città metropolitana di Milano)

  1. Autorizzazione agli scarichi di cui al Capo II, del Titolo IV, della Sezione II, della Parte III, del D.Lgs. 152/06 ad esclusione degli scarichi di acque reflue urbane (sfioratori di piena) ai sensi della DGR n. 1840 del 16/05/2014
  2. Comunicazione preventiva di cui all’articolo 112 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, per l’utilizzazione agronomica degli effluenti di allevamento, delle acque di vegetazione dei frantoi oleari e delle acque reflue provenienti dalle aziende ivi previste; ;
  3. Autorizzazione alle emissioni in atmosfera per gli stabilimenti di cui all'art. 269 del D.Lgs. 152/06;
  4. Autorizzazione generale di cui all'art. 272 del D.Lgs. 152/06;
  5. Comunicazione o nulla osta di cui all’articolo 8, commi 4 o comma 6, della legge 26 ottobre 1995, n. 447;
  6. Autorizzazione all’utilizzo dei fanghi derivanti dal processo di depurazione in agricoltura di cui all’art. 9 del D.Lgs. n. 99/92;
  7. Comunicazioni in materia di rifiuti di cui agli artt. 215 e 216 del D.Lgs. 152/06.
Come presentare nuova domanda, rinnovo o modifica sostanziale di AUA

In attuazione a quanto previsto dalla DGR 1840/2014 Regione Lombardia ha provveduto a definire con DDG n. 5512 del 25/6/2014 il modello unico regionale per la presentazione dell’istanza AUA, costituito da una PARTE GENERALE, n. 7 SCHEDE SETTORIALI e i 'MODELLI' da utilizzare quali fac-simile degli allegati previsti dalle Schede.

Contestualmente, con DDC n. 5513 del 25/06/2014, sono state definite le specifiche tecniche per l’interoperabilità tra sistemi informativi a supporto dei procedimenti AUA, per favorire l’interscambio della documentazione tra gli Enti coinvolti, in attuazione della richiamata dgr 1840/2014 e secondo quanto previsto dal DPR 160/2010 relativamente alle modalità di trasmissione dei documenti.

Le modalità di presentazione della domanda sono descritte nella pagina dedicata.

Come chiedere la voltura di AUA

Le modalità di presentazione della richiesta di voltura di AUA sono descritte nella pagina dedicata.

Come presentare comunicazione di modifica non sostanziale di AUA 

 Le modalità di presentazione della comunicazione di modifica non sostanziale dell'attività o dell'impiato autorizzato con AUA sono descritte nella pagina dedicata.

Come calcolare gli oneri istruttori

Per il calcolo degli oneri si rimanda alla pagina dedicata.

 Durata dell'AUA

L'autorizzazione unica ambientale avrà durata di 15 anni a decorrere dalla data di rilascio e potrà essere richiesta alla scadenza del primo titolo abilitativo da essa sostituito.

 Informativa di Giunta della Provincia di Milano, attuale Città metropolitana di Milano, n. 54/2013: "Misure urgenti per il coordinamento degli adempimenti relativi alla nuova delega in materia di Autorizzazione Unica Ambientale (D.P.R. n. 59 del 13.03.2013) a supporto dell'organizzazione dell'Area Qualita' dell'Ambiente ed Energie."(PDF)

Leggi e scarica il D.P.R. 59/2013

 

A chi chiedere informazioni

Per assistenza tecnico funzionale per la compilazione della modulistica AUA rivolgersi a Numero verde 800.070.090. Non contattare il numero verde per assistenza di carattere normativo o per problematiche inerenti la piattaforma "Inlinea -Servizi online per i cittadini e le imprese" della Città metropolitana di Milano.

Per informazioni sull'adozione del provvedimento rivolgersi al Settore Qualità dell'aria, rumore ed energia - Servizio Gestione procedimenti AUA.

Per informazioni inerenti le singole istruttorie tecniche rivolgersi ai Settori referenti (si ricorda che i Settori sotto indicati possono dare informazioni sull'avanzamento delle istruttorie di competenza, per lo stato di avanzamento relativo all'adozione dell'Autorizzazione Unica Ambientale rivolgersi al Settore Qualità dell'aria, rumore ed energia - Servizio Gestione procedimenti AUA.):