Sei in: Caccia e pesca < Pesca < La fauna < Storione cobice

Caccia e pesca

» Vai al contenuto


Storione cobice



  storionecobice
Ordine Acipenseriformes
Famiglia Acipenseridae  
Genere Acipenser  
Specie Acipenser naccarii
Dimensione e morfologia Questa specie può raggiungere le dimensioni di oltre 1,5 m. Il corpo è affusolato con il ventre abbastanza piatto. La testa è allungata con l'estremità libera arrotondata. Dalla bocca, nettamente infera, si estendono quattro barbigli. La pinna caudale ha il lobo superiore più esteso. Alcuni scudi ossei, particolarmente visibili poichè più chiari rispetto alla colorazione bruna del corpo, rivestono il dorso, i fianchi e il ventre. Il ventre è biancastro. 
Habitat e alimentazione Specie endemica dell'Adriatico, nelle acque interne popola di norma solo i corsi d'acqua di maggiore grandezza. Ha abitudini esclusivamente bentoniche e si nutre di invertebrati che cattura grufolando fra i sedimenti. Lo storione cobice, un tempo molto diffuso nei grandi fiumi della Provincia di Milano, appare ora in costante decremento numerico. L'attuale rarefazione è dovuta al degrado delle acque e alla costruzione delle opere di sbarramento trasversale che, oltre a interrompere la continuità ambientale, impediscono alla fauna ittica di raggiungere le aree di riproduzione. La Provincia di Milano si sta attivando per il recupero di questa specie. 
Riproduzione E' specie a migrazione anadroma: gli adulti risalgono dal mare alle acque dolci per la riproduzione. In primavera vengono deposte diverse migliaia di uova che restano adese ai ciottoli del substrato. Diverse conferme in bibliografia suggeriscono che alcune popolazioni di storione cobice risiedono stabilmente in acqua dolce.
Distribuzione in provincia di Milano

Bacino del fiume TICINO

Scaricatore Turbighetto. 




 
Link utili | Mappa | Copyright | Credits