Sei in: Home < Chi governa < null < Obiettivi < Infrastrutture e mobilità

Obiettivi: Infrastrutture e mobilità

trasporti

... La Provincia di Milano va rimessa in moto con quelle grandi opere e quelle realizzazioni che, per troppo tempo, sono state ritardate e bloccate. Urge una politica di ampio respiro ed una visione strategica che punti a recuperare il nostro gap infrastrutturale, punti a un riequilibrio modale e ad una radicale rivoluzione, anche culturale, nel campo del trasporto pubblico locale e dell’offerta di alternative valide all’uso dell’automobile.

 

 

 

Icona documento 'Formato WMP' Guarda l'intervista con il Presidente (formato Windows Media Player - 22,6 MB)  

 


 

Cosa vogliamo fare

  • Riparare le strade è un compito specifico della Provincia : bisogna fare più manutenzione, mettere meglio in sicurezza e tenere più pulite le strade di competenza provinciale.
  • Potenziare la rete della mobilità su gomma e su ferro.
  • Migliorare la qualità del trasporto pubblico locale, estendendo la possibilità di avere un biglietto a tariffa unica per tutto il territorio provinciale.
  • Offrire più interconnessioni fra i diversi sistemi di mobilità decentrati (aeroporti/ strade /ferrovie/ metro/ piste ciclabili/ corsi d’acqua).
  • Puntare ad un sistema aeroportuale che preveda specificità per ogni aeroporto esistente:
    • Malpensa deve rimanere l’aeroporto principale del nord Italia, riferimento per il resto del paese e del sud Europa in grado di offrire un numero adeguato di collegamenti intercontinentali ed internazionali diretti.
    • Linate deve diventare sempre di più il business e commerciale city airport di Milano dedicato preferenzialmente all’utenza business e dei city users.
    • Orio al Serio sarà dedicato prevalentemente al low cost cioè ad un’utenza disponibile ad accettare uno scalo meno comodo e più distante in cambio di tariffe più vantaggiose.
    • Montichiari ha davanti a sé una prospettiva interessante per il trasporto merci e per i voli cargo (anche se non esclusivamente) per l’economia del nord.