Vai al contenuto

150 anni opere d'arte


Torna alla home page del Portale della Provincia di Milano  Torna alla home page di Cultura

Itinerari in città e nel territorio della provincia

Itinerari in città e nel territorio della provincia
 

Informazioni



| altro |
| altro |

Itinerari in città e nel territorio della provincia


Percorsi in città

Palazzo IsimbardiPalazzo Isimbardi (Corso Monforte 35, Milano)
Sede principale della Provincia di Milano.
La parte più antica del palazzo, risalente al XVI Secolo, presenta i caratteri propri dell'architettura rinascimentale.
Dopo molti rimaneggiamenti, il raggiungimento dell’attuale conformazione è del XX Secolo ad opera di Giovanni Muzio, prestigioso e fecondo architetto del Novecento milanese. 
Sul soffitto della Sala Giunta domina oggi la grande tela di G.B. Tiepolo "Apoteosi del Doge Morosini".
Il palazzo ospita al suo interno la Biblioteca Isimbardi, che conserva un ricco patrimonio documentale di area giuridico-istituzionale e di storia locale.
(tel. 02.77402895/4343)

Palazzo DiottiPalazzo Diotti (Corso Monforte 31, Milano)
Maestoso edificio attualmente sede della Prefettura, fu costruito agli inizi del Secolo XVI e destinato ad ospitare gli Umiliati.
Nel 1782, la proprietà fu acquistata dall'avvocato Giovanni Battista Diotti il quale, appassionato di architettura, si dedicò alla sistemazione e completamento del palazzo, arricchendolo anche di preziose pitture e decorazioni.
Nel 1803 divenne proprietà del Governo della Repubblica Italiana presieduto da Napoleone Bonaparte, il quale vi insediò, nel 1805, il Ministero dell'Interno e l'Ufficio del Gran Giudice. 
Nel 1849 vi ebbe dimora l'austriaca Luogotenenza della Lombardia e nel 1859, dopo l'annessione all'Italia, vi venne insediata la Prefettura del capoluogo lombardo.

Palazzo CattaneoPalazzo Cattaneo - Comando della Legione dei Carabinieri di Milano (Via Della Moscova 19, Milano)
Il palazzo fu costruito nel 1841 per conto dell’architetto e proprietario Giuseppe Cattaneo sullo stradone di Santa Teresa, l’attuale via Moscova.
L’edificio ha un corpo centrale e ali laterali che si congiungono su un cortile d’onore affacciato sul giardino.
Nel 1854 divenne patrimonio del Municipio di Milano che vi insediò la sede della gendarmeria austriaca, sostituita nel 1859 dalla Divisione dell’Arma dei Carabinieri.
Nel 1861 la Divisione diventò Legione e dal quel momento l’edificio ospita il comando della Legione di Milano.
Venne acquistato dalla Provincia di Milano nel 1876

PicenoPalazzo di Viale Piceno - ex Istituto di Protezione e Assistenza all'Infanzia (Viale Piceno 60, Milano)
Ora sede di uffici della Provincia, l’edifico del 1912 è l’ex Brefotrofio di Milano, tipico esempio dell’edilizia per i servizi assistenziali dei primi del Novecento.
Costruito su una superficie di 5000 mq, costituito di padiglioni distinti collegati da un corpo centrale a U, fu un’istituzione modello per la cura dei bambini abbandonati. Era dotato anche di un teatrino, ancora oggi aperto al pubblico.
Il giardino interno è una sorprendente oasi di tranquillità con vetrate liberty.
All’interno del palazzo è conservato un vero e proprio tesoro: l’archivio storico dell’ex Brefotrofio, che contiene i registri e i documenti prodotti fra il 1483 e il 1962 dai vari istituti di assistenza e cura della città e del territorio.
 
» torna su



Percorsi in provincia

Villa GhirlandaVilla Ghirlanda Silva di Cinisello Balsamo (Via Frova 10, Cinisello Balsamo - Milano)
numero verde: 800 397469 - www.comune.cinisello-balsamo.it
Risalente al XVI secolo, è una delle più significative ville barocche lombarde. Ideata da Gian Domenico Richini, fu la residenza stabile dei Conti Silva. Presenta un portico da cui si accede alla Sala degli Specchi, salone d'onore dell’edificio, con vista sull'ampio giardino. Le pareti, rivestite da stucco lucido policromo, sono ritmate da pilastri ionici scanalati. Suggestivo è il vasto parco utilizzato durante la stagione estiva per eventi all'aperto e uno dei migliori esempi di giardino all'italiana dell'intera Lombardia.
La Villa è sede del Museo di fotografia contemporanea

Villa LittaVilla Visconti Borromeo Arese Litta di Lainate (Largo Vittorio Veneto 12, Lainate - Milano)
tel.02.93598266 - www.amicivillalitta.it
È una villa storica, risalente al XVI Secolo, situata nel comune di Lainate particolarmente famosa per il monumentale ninfeo, che si erge poco lontano dal palazzo e costituisce uno dei luoghi di delizie più sorprendenti e raffinati della cultura rinascimentale in Lombardia.  Questo "edificio di frescura" rispecchia i raffinati gusti estetici dell’epoca: un edificio pensato per suscitare meraviglia, ornato di statue, mosaici, grottesche e di altre opere che rimandano alla classicità romana, ricco di fontane e di invenzioni di ingegneria idraulica capaci di stupire e divertire gli ospiti.  

Convento dell'AnnunciataConvento dell'Annunciata di Abbiategrasso (Via Pontida 1, Abbiategrasso - Milano)
tel. 02.94692/292 - www.comune.abbiategrasso.mi.it
Risale al Quattrocento, voluto da Galeazzo Maria Sforza a seguito di un voto formulato nel 1466 per essere miracolosamente scampato a un agguato militare, venne destinato all'ordine religioso dei Minori Osservanti. Sia nel refettorio che nella chiesa, vi sono numerosi  affreschi rinascimentali. Nell'abside è presente un intero ciclo con le Storie della Vergine di Nicola Mangone di Caravaggio. 
L’attività di restauro, iniziata nei primi anni di questo secolo, ha previsto altresì la creazione del Museo e di spazi per la didattica universitaria.

Abbazia MorimondoAbbazia di Morimondo
tel. 02.94961919 - www.abbaziamorimondo.it
Il Monastero di Morimondo, nome che significa "morire al mondo", cioè "vivere da risorti", venne fondato dai monaci provenienti dal monastero cistercense di Morimond in Francia. Nel 1136 essi si trasferirono in località «Campo Falcherio», l’attuale sede. L’edificio è un esempio di architettura cistercense in mattoni d’argilla prodotti in loco, un’imponente costruzione di quattro piani, divisa tra monastero e chiesa. Tutti gli ambienti del monastero trovano il loro punto di raccordo nel prezioso chiostro. Il complesso monastico è stato restaurato nei primi anni di questo secolo. 

» torna su