Vai al contenuto

Presentazione


Torna alla home page del Portale della Provincia di Milano  Torna alla home page di Cultura

Presentazione

la Lombardia e le Alpi
 

una grande mostra per i 150 anni del Club Alpino Italiano

allo Spazio Oberdan di Milano dal 17 maggio al 7 luglio 2013
Fotografia dell'evento



| altro |

Presentazione

L’esploratore e geografo milanese Franco MichieliLo Spazio Oberdan della Provincia di Milano ospita dal 17 maggio al 7 luglio 2013, con ingresso libero, una delle manifestazioni pi¨ importanti fra quelle destinate a celebrare i 150 anni di vita del CAI/Club Alpino Italiano: la mostra “La Lombardia e le Alpi nel 150° anno di fondazione del Club Alpino Italiano”, una rassegna senza precedenti dedicata alle montagne della Lombardia, alle sue genti e al loro rapporto con le realtÓ metropolitane, per raccontare e far rivivere il lungo sviluppo dell’alpinismo in Lombardia dall’Ottocento ai giorni nostri.  La mostra Ŕ promossa dall'Assessorato alla Cultura della Provincia  Anselmo Fiorelli, capostipite di una dinastia di guide della Valmasinodi Milano con il patrocinio della Presidenza generale del CAI. Grazie alla collaborazione delle numerose Sezioni lombarde del CAI verranno esposti documenti rari, cimeli di spedizioni extra-europee, libri e pubblicazioni storiche, cartografie, dipinti e panorami d’epoca, modellini di rifugi lombardi, fotografie storiche e moderne, attrezzi alpinistici d’ogni tipo e moltissimi altri materiali, provenienti anche da collezioni private.

Il legame del CAI con il territorio della Lombardia Ŕ strettissimo. Sette sono le sezioni storiche fondate nell’Ottocento: Bergamo (1873), Como (1875), Cremona (1888), Lecco (1874), Milano (1873), Monza (1899) e Sondrio (1872). E’ inoltre frutto della collaborazione tra il CAI e il Touring Club Italiano la completa descrizione alpinistica, ma anche geografica, storica e naturalistica del territorio lombardo, con i 16 volumi della “Guida dei monti d’Italia”, oltre 8000 pagine, migliaia di schizzi, cartine e fotografie, pubblicati dal 1934 ai giorni nostri. La mostra Ŕ frutto di un’iniziativa della Sezione di Milano del CAI e si avvale di importanti contributi delle “banche della memoria” distribuite sul territorio: dalla Biblioteca della montagna del Palamonti di Bergamo alla Biblioteca della SocietÓ Escursionisti Milanesi, dalla Sezione Valtellinese a quella di Lecco dedicata all’indimenticabile Riccardo Cassin. La parte pi¨ consistente del materiale esposto viene dall’archivio della Sezione di Milano e dalla prestigiosa annessa Biblioteca “Luigi Gabba”.
Alle origini dell’escursionismo nelle Grigne, 1905Oltre alla collaborazione dell’Assessorato alla Cultura della Provincia di Milano e al patrocinio della Presidenza generale del CAI, la mostra si avvale della collaborazione della Presidenza del Gruppo Regionale Lombardo del CAI, del patrocinio del Comune di Milano e quello della Regione Lombardia.

Il Comitato scientifico della mostra Ŕ composto da: Pino Brambilla (presidente Commissione cinematografica CAI Sezione centrale), Piero Carlesi (presidente Commissione cinematografica CAI Sezione di Milano), Giuseppe Garimoldi (scrittore, pittore, tra i maggiori esperti di fotografia di montagna), Angelo Recalcati (storico, collezionista di libri e cimeli legati al mondo della montagna) Lorenzo Revojera (ingegnere, scrittore, socio benemerito della sezione di Milano del CAI).