Vai al contenuto

Presentazione


Torna alla home page del Portale della Provincia di Milano  Torna alla home page di Cultura

Presentazione

L'opera in video
 

il teatro musicale in proiezione video

a cura di Luigi Pestalozza
Fotografia dell'evento



| altro |

Presentazione

Settima edizione della rassegna “L’opera in video”, che dal 2005 propone allo Spazio Oberdan grandi produzioni di teatro musicale in proiezioni video. A cura di Luigi Pestalozza, promossa da Provincia di Milano/Assessorato alla cultura e beni culturali, in collaborazione con Associazione Gli Amici di Musica/Realtà.
Le priezioni sono introdotte Luigi Pestalozza.

Il primo appuntamento è lunedì 3 ottobre 2011 con “Pagliacci” (74’), dramma in un prologo e due atti di Ruggero Leoncavallo, nella versione in scena all’Opera House di Zurigo nel 2010.
Interpreti: Boiko Svetanov, Gabriel Bermùdez, Carlo Guelfi, Fiorenza Cedolins, José Cura, orchestra e coro dell’Opera House di Zurigo, diretto da Stefano Ranzani. Conduttore di palcoscenico: Grischa Asagaroff. Scenografie di Luigi Perego. Regia: Nele Münchmeyer.
Produzione ARTE/Südwestrundfunk, 2010.

L’opera “Pagliacci”, rappresentata per la prima volta al Teatro Dal Verme di Milano il 21 maggio 1892 sotto la direzione di Arturo Toscanini, ideò un modo operistico nuovo di trattare e proporre le passioni. Ruggero Leoncavallo pensava infatti a un altro teatro musicale italiano rispetto a quello fino ad allora dominante, che aveva dato forma al verismo operistico con al centro Pietro Mascagni. Proprio alla “Cavalleria rusticana” di quest’ultimo, tuttavia, furono da allora abbinati i “Pagliacci”, falsandoli e rendendoli veristi all’opposto di quello che proprio nel momento dell’esecuzione vogliono e devono essere: niente di veristico si scorge, infatti, anche nei momenti più drammatici, passionali, come del resto all’opposto di ogni verismo andava in quel tempo proponendosi e affermandosi il tetro musicale di Giacomo Puccini che anch’egli apparteneva, come Leoncavallo, alla Giovane scuola italiana.

Il secondo ed ultimo appuntamento si terrà lunedì 14 novembre 2011, con “Sette canzoni” (44’) di Gian Francesco Malipiero, ripresa video della prima esecuzione assoluta dell’opera, al Teatro Lirico di Milano (1975).
Sette espressioni drammatiche su testi antichi con musica di Gian Francesco Malipiero, nella versione del Gruppo Mimi della Televisione Svizzera Italiana registrata nel 1982. Composte nel 1919 e presentate in prima esecuzione nel 1920 con grande interesse e consenso di pubblico e di critica, le “Sette canzoni” di Gian Francesco Malipiero propongono in Europa un teatro musicale di tutto altro genere rispetto a quello della tradizione italiana.
Interpreti: Alessandro Corbelli (il Cantastorie), Ilva Ligabue (la Madre), Mario Basiola (l’Ubriaco), Antonio Bavacqua (l’Innamorato), Alessandro Corbelli (il Lampionaio), Orchestra Sinfonica della Radio Svizzera Italiana sotto la direzione di Francis Travis. Regia: Filippo Crivelli; regia televisiva: Mirto Storni; scene: Pierre Simonini; costumi: Roberto Broghesio; luci: Giorgio Studer.
Produzione: Televisione Svizzera Italiana, 1982.