Vai al contenuto

Chi siamo


Torna alla home page del Portale della Provincia di Milano  Torna alla home page di Cultura

Chi siamo

La Casa delle culture del mondo
 

Fotografia dell'evento



| altro |

Chi siamo

La Casa delle culture del mondo, inaugurata il 17 gennaio 2009, è  un luogo dedicato all’attività artistica e alla creatività, gestito dalla sua apertura e sino al 14 dicembre 2010 in collaborazione col  Centro Come della Cooperativa Farsi Prossimo e Arci Milano.

Fin dall'inizio, il programma di attività ha compreso mostre, rassegne e incontri dedicati alle molte culture che oggi abitano il territorio metropolitano di Milano. La Casa delle culture del mondo intende dare  spazio alle domande di interazione culturale delle comunità straniere del territorio e realizza una nuova idea di città, dove le funzioni culturali sono un’occasione di ricerca di nuove formule di vita comunitaria.

L'obiettivo principale è sempre di più l'aumento della fruizione e della partecipazione dei cittadini. Senza pregiudizi o chiusure, per la diffusione della cultura e della tradizione italiana tra gli stranieri che vengono a vivere e lavorare nel nostro Paese, per la diffusione della nostra lingua e della nostra Costituzione, per agevolare l'incontro tra domanda e offerta di lavoro.

La Casa delle Culture vuole essere un luogo dove l'arte, la voglia di incontrarsi e ritrovarsi, gli studenti e gli operatori culturali possanno incontrarsi e imparare a conoscersi reciprocamente, beneficiando delle esperienze altrui.
Nella convinzione, per noi determinante, che la conoscenza della propria Storia e della propria Identità sia il primo e più importante passo per aprirsi alle Culture, alle Storie ed alle Identità altrui. La Casa delle Culture che vogliamo è un luogo che non escluda nessuna idea e nessuna esperienza. Un luogo vivo, dinamico e in continuo movimento.

Nel settembre 2012, dopo quasi due anni di gestione diretta della struttura da parte del Settore Cultura e Beni culturali, si è pensato di arricchire e rendere più incisivo il logo della Casa delle culture, pur mantenendo l’impianto simbolico preesistente, mediante l’aggiunta di nuovi colori al giallo originario: l’arancione, il blu, il verde. Un modo per colpire maggiormente la memoria visiva che vuole però anche simboleggiare - unendoli in un’unica figura - tutti “i colori” (le sfumature) dell’ essere umano: non solo quello della pelle, ma anche quelli delle diverse culture, idee, convinzioni, tradizioni.
Il nuovo logo della Casa delle culture del mondo, ideato dall’Architetto Franco Achilli (Achilli Ghizzardi Associati), è portatore di un messaggio diretto e universale, quello dell’accoglienza come gesto autentico. La figura che sintetizza una persona nell’atto di aprirsi ad un abbraccio - le cui “braccia”, non a caso, si protendono “oltre” i contorni del logo stesso - è costruita con una postura in grado anche di simboleggiare, con gli arti inferiori, la più elementare delle forme di una casa