Vai al contenuto

La Casa delle culture del mondo


Torna alla home page del Portale della Provincia di Milano  Torna alla home page di Cultura

Le iniziative del mese in corso

Le iniziative del mese in corso
 

Informazioni



| altro |
| altro |

Le iniziative del mese in corso

locandina_Suoni_e_Colori


domenica 30 novembre, alle ore 16.00
"Viaggio attraverso i suoni e i colori"
Laboratorio per bambini dai 7 ai 10 anni

Attraverso l'uso di strumenti, i bambini vengono coinvolti in una libera improvvisazione alla scoperta dei suoni e delle loro differenti colorazioni timbriche.
Protagonisti il ritmo, la melodia, l'intensità dei suoni e la velocità che accompagneranno i bambini nella realizzazione finale di un'opera, che diventa la rappresentazione dell'Identità Sonora del gruppo.

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria al numero 02.33496854 oppure a: culturedelmondo@provincia.milano.it
locandina_Macondo
sabato 22 novembre, alle ore 17.00
“Macondo. The World of Gabriel Garcia Marquez”
Presentazione del volume fotografico di Fausto Giaccone, testi di Gerald Martin e Giovanni Chiaramonte, edito da Postcart Edizioni. Interviene l'autore

Fausto Giaccone ha girovagato per anni su strade, fiumi e coste della Colombia sulle orme dei personaggi di Gabriel Garcia Marquez: le sue immagini rivelano il mondo letterario del Premio Nobel recentemente scomparso attraverso una serie di ritratti dei luoghi e dei volti che hanno ispirato le atmosfere magiche dei suoi racconti. Un documento unico, come scrive Gerald Martin, il più importante biografo di Márquez: “Ho passato quasi vent’anni a fare ricerche sulla vita e le opere di Gabriel García Márquez (…). Negli stessi anni, in modo del tutto indipendente, un altro europeo lavorava a creare un equivalente visivo di queste esperienze, scattando fotografie dovunque andasse. Ed eccole a voi, in questo bellissimo libro, e spetta a me presentarle”.
L’iniziativa è promossa dall’Assessorato alla Cultura della Provincia di Milano in collaborazione con Postcart Edizioni.

Fausto Giaccone architetto di formazione, lavora come fotogiornalista dal 1968. Ha collaborato con le principali testate giornalistiche italiane e internazionali su temi sociali e culturali. Dal 1995 fa parte dell’Agenzia Anzenberger di Vienna. (www.faustogiaccone.com)
 

» ico_pinterest_20x20 guarda la fotogallery su Pinterest

locandina 3 chicchi... in missione segreta
domenica 16 novembre 2014, alle ore 16.00
"3 chicchi... in missione segreta!"
Laboratorio teatrale per bambini dai 3 ai 10 anni

I bimbi vengono coinvolti nella messa in scena della storia di Chicco De Mais, Chicco Di Grano e Chicco Dilip Riso, i tre cereali più importanti dell'alimentazione mondiale. Nell'attesa di tornare nei loro rispettivi campi, i tre si ritrovano a raccontare storie, miti e leggende ricche di personaggi curiosi.
Uno spettacolo di Silvia Mercoli, con Maria Albanese, Simona Cavalli, Silvano Crespi, Pretty Monehar, Riccardo Motta, Christian Viganò della compagnia di spettacoli e arti varie "Latte Nero", specializzata in spettacoli sui temi dell'intercultura rivolti ai bambini.

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria al numero 02.33496854 oppure a: culturedelmondo@provincia.milano.it
locandina I Berberi
dall'11 al 30 novembre 2014
"I Berberi – Terre di Allah "
fotografie di Rui Pires
a cura di Claudio Argentiero
incontro con l'autore: domenica 9 novembre 2014, ore 17.00, con proiezione di fotografie e video
visite: dall'11 al 30 novembre 2014
visite e ingresso gratuiti su appuntamento:
tel. 02 334968.54 – culturedelmondo@provincia.milano.it

“I Berberi” è un progetto a lungo termine del fotografo portoghese Rui Pires, un documentario sociale fotografico e video iniziato nel 2009 sulle tribù Berbere, il gruppo etnico autoctono del Nord Africa di stanza ad ovest della Valle del Nilo, in particolare in Marocco, Tunisia e Algeria. Le immagini di Pires, entrato in sintonia con la gente del posto che lo ha accolto nelle proprie abitazioni, indagano con particolare attenzione la dimensione sociale e la vita quotidiana dei popoli dell'area desertica: vita, volti e paesaggi racchiusi in una luce affascinante, che attraversa il concetto di luogo per inoltrarsi in visioni più umanistiche e spirituali.
L'identità berbera - o, nella loro stessa lingua, Amazigh, che significherebbe in origine "uomini liberi" - è rappresentata da diverse etnie, tra cui una delle più famose è quella dei Touareg, e racconta la storia e la geografia del Nord Africa. Storicamente parlano la lingua berbera, ma anche lingue straniere come il francese o lo spagnolo, ereditati dall'occupazione europea, e dialetti arabi appresi in seguito alla diffusione dell'Islam e all'immigrazione di alcune tribù arabe nella regione.

Rui Pires è un fotografo portoghese nato nel 1968. Si definisce un artista di stampo classico, la cui passione per la fotografia nasce dal desiderio di raccontare storie di vita, unendo la fotografia geografica al reportage sociale. Membro della Photographic Society of America, insegna fotografia e collabora con ONG e governi; ha pubblicato i suoi lavori su numerose riviste e pubblicazioni in vari Paesi, vincendo prestigiosi premi e ottenendo importanti riconoscimenti.

» ico_pinterest_20x20 guarda la fotogallery su Pinterest

IntuizioneEspressione locandina


dal 6 al 29 novembre
"Intuizione-Espressione"
Mostra-concorso di arte contemporanea

31 artisti in mostra con tecniche e temi liberi. Vota la tua opera preferita. La serata di premiazione, sabato 29 novembre dalle 18.30, si trasforma in un happening artistico.
Ingresso gratuito su prenotazione: tel. 02 334968.54 – culturedelmondo@provincia.milano.it

 

 

 

locandina_ethiopia


 dall'11 ottobre all'1 novembre 2014
"Ethiopia"
Fotografie di Coralie Maneri
Incontri con l'autore: sabato 11 ottobre, alle ore 17.00, e sabato 1° novembre dalle ore 14.00 alle 20.00
Visite guidate: dal 14 ottobre al 1° novembre
L'ingresso e le visite guidate sono gratuiti su appuntamento (tel. 02 33496854 – culturedelmondo@provincia.milano.it).

Coralie Maneri presenta ventisette fotografie in bianco e nero tratte dal reportage “Ethiopia”. La fotografa da più di sei anni documenta i progetti di cooperazione internazionale nel Paese. Ha fotografato scuole, carceri, cerimonie religiose e ospedali negli angoli più remoti di questo affascinante territorio, avendo l'opportunità di scoprire in mezzo a paesaggi mozzafiato un popolo fragile e forte allo stesso tempo, ricco di spiritualità e di solidarietà commovente, fiero dell'antichità della propria stirpe nonostante le difficoltà legate a povertà, siccità, condizioni sanitarie inadeguate, coesistenza di diverse etnie e ad uno sviluppo demografico difficilmente contenibile.
Le immagini sono raccolte nel volume dal titolo omonimo, le cui vendite sostengono la realizzazione di un pozzo d'acqua potabile nel nord del Paese in collaborazione con la Fondazione Butterfly onlus, che opera in Etiopia da più di dieci anni. Qui ha realizzato oltre cento pozzi di acqua e sistemi di irrigazione, oltre a numerose scuole che ancora oggi offrono istruzione di base ad alcune migliaia di bambini. La Fondazione è attiva inoltre nel settore sanitario.

» ico_pinterest_20x20guarda la fotogallery su Pinterest 
Paesaggi_sognati_locandina


dal 10 ottobre al 1 novembre 2014
"Paesaggi sognati"
Dipinti di Aftab Ahmed Butt
Incontro con l'autore: giovedì 9 ottobre, ore 18.30
Visite guidate: dal 10 ottobre al 1 novembre
Dimostrazione dal vivo: sabato, 25 ottobre, alle ore 16.30. L'artista dipinge una tela con la tecnica della "circle art" di sua invenzione.
L'ingresso e le visite guidate sono gratuiti su appuntamento (tel. 02 33496854 – culturedelmondo@provincia.milano.it).

Venti dipinti a olio su tela o velluto di Aftab Ahmed Butt, artista di origine pakistane, ma da molti anni residente in Italia e dal 2004 a Milano.
Da circa quindici anni Butt dipinge servendosi di una tecnica pittorica da lui definita circle art: le sue tele si compongono di cerchi e quadrati concentrici colorati, che ricordano i pixel delle immagini digitali, attraverso i quali scompone e ricompone figure che viste da lontano appaiono minuziosamente realistiche. La forza del colore, che si accompagna a un'eleganza decorativa che ricorda i motivi tipici dell'Art Nouveau, è il carattere preponderante nei suoi lavori e prende il sopravvento su tutto il resto. Il legame con la terra di provenienza è evidente nelle sue tele, che risultano frutto di una compenetrazione tra stili e culture differenti: la tradizione artistica musulmana, profondamente intrisa di dettagli ed elementi decorativi sapientemente cuciti insieme, e la tecnica molto precisa dei pittori puntinisti e divisionisti, che accostavano i colori senza però mischiarli.
I paesaggi sognati di Aftab Ahmed Butt conducono l'osservatore in una dimensione caratterizzata da atmosfere oniriche e tocchi cromatici in grado di donare alle tele un forte impatto emotivo; le figure luminose e colorate danno vita a un “tutto unico”, e suscitano ricordi e impressioni lontane dal potere rasserenante e consolatorio.

 

 

 

 

 

  

   
   

Programma in aggiornamento.