Sei in: Home < Tavola rotonda sull'assistenza educativa nelle scuole superiori

Politiche Sociali


Salta direttamente al contenuto
Salta direttamente alla Navigazione

 




Tavola rotonda sull'assistenza educativa nelle scuole superiori

ds_una-tavola-rotondaLa Provincia di Milano, in collaborazione con Ledha, ha realizzato un percorso formativo organizzato su tre 3 giornate (26 febbraio/19 marzo/16 aprile 2013), volto a condividere le conoscenze normative, culturali e tecniche sull’assistenza educativa ad personam a favore degli studenti con disabilità frequentanti le scuole superiori. Un tema che nella sola provincia di Milano interessa 1855 studenti.
Dal confronto con gli esperti dei servizi dei territori sono emerse varie esperienze di buone prassi nella gestione del servizio. Il percorso formativo ha saputo valorizzarle e proporne un'integrazione per la costruzione di modelli d'intervento condivisi.

In quest’ottica il 16 aprile, ultima giornata del corso, si è tenuta presso il Centro Puecher - Spazio del Sole e della Luna,  via Ulisse Dini, 7, Milano, una Tavola Rotonda pubblica, aperta ad istituzioni, associazioni e servizi del territorio, finalizzata alla definizione di un nuovo modello organizzativo per l’erogazione del servizio di assistenza educativa nelle scuole superiori. Ad essa sono intervenuti i referenti di Regione Lombardia (Assessorati Famiglia e Istruzione), Anci (dipartimento Istruzione), Unione Province Lombarde e Ufficio Scolastico Regionale (Ufficio IV - Rete scolastica e politiche per gli studenti).

La Tavola Rotonda, moderata da Marco Rasconi, Presidente di Ledha Milano, è stata introdotta da una relazione di Francesco Merlo, Direttore di Ledha, sugli esiti del lavoro di elaborazione dei corsisti. La relazione ha   evidenziato i contributi e le proposte  sulle questioni più tecniche riguardanti questo servizio che, negli ultimi anni, è stato oggetto di controversie interpretative sulle norme di riferimento e di contrapposizioni anche in sede giudiziaria. A tal proposito, Tar e Consiglio di Stato si sono recentemente espressi, attribuendo alle Province competenze e costi derivanti.

Il dibattito ha visto Provincia di Milano rivolgere un accorato appello a Regione Lombardia affinché promuova e coordini un network tra Enti locali, Terzo settore e famiglie e detti le linee guida per orientare la programmazione territoriale sull’assistenza educativa ad personam. Una programmazione che preveda la compartecipazione delle responsabilità di tutti i soggetti interessati. Questo nella ferma convinzione che sia indispensabile trovare una sintesi tra i diritti dei ragazzi e delle famiglie e le sempre più critiche condizioni economiche di Province e Comuni. Dunque è altrettanto necessario che Regione Lombardia legiferi per il superamento dell’attuale incertezza normativa in materia, attraverso una chiara disciplina che stabilisca le precise competenze degli Enti locali e che garantisca loro le condizioni per potervi adempiere.

Icona documento 'Formato PDF' Inclusione Scolastica -Corso-Tavola rotonda PDF ( 753 KB)