Sei in: Home < Minori e Famiglia < Spazio Neutro < I Servizi < Corsico < Corsico

Politiche Sociali


Salta direttamente al contenuto
Salta direttamente alla Navigazione

 




Ambito Corsico

Logo Spazio Neutro CbM mappa  spazio neutro corsicoA partire dal 1 settembre 2006 l’Ufficio di Piano di Corsico (distretto n. 3 della Provincia di Milano 1) ha affidato la realizzazione e la gestione del servizio di Spazio Neutro alla cooperativa sociale del CbM di Milano.
All’interno delle finalità generali di salvaguardia del diritto di relazione tra genitori e figli, il servizio di Spazio Neutro/Incontri Protetti viene utilizzato per due diverse tipologie di situazioni concettualmente differenti:

• le situazioni di separazione fortemente conflittuale (sia in coppie di fatto che coniugate) dove lo Spazio Neutro viene pensato inizialmente come luogo di transizione che non appartiene a nessuno dei “contendenti”, in cui è possibile riappropriarsi del ruolo genitoriale, abbandonando la conflittualità legata al partner

• le situazioni di minori separati da uno o entrambi i genitori, a seguito di un provvedimento dell’Autorità Giudiziaria, in quanto vittime di gravi trascuratezze, maltrattamenti e abusi.

L’équipe è coordinata da un’assistente sociale la quale, oltre alla funzione di coordinamento, si occupa della casistica in coppia con uno degli educatori dell’équipe dello Spazio Neutro del CbM. In particolare il compito dell’assistente sociale è rappresentato dal mantenimento della sinergia con gli altri servizi della rete coinvolti sul singolo caso. L’educatore, invece, si occupa del monitoraggio degli incontri.

I comuni referenti al distretto n.3 che possono usufruire del servizio di Spazio Neutro del CbM sono:
Assago, Buccinasco, Cesano Boscone, Corsico, Cusago, Trezzano sul Naviglio.

L’intervento si articola in diverse fasi: l’accesso che avviene tramite la segnalazione al CbM a cura del servizio comunale referente del caso, l’impostazione, il momento dell’ambientamento e conoscenza del minore e dei suoi familiari, la realizzazione dell’intervento e la sua conclusione.
L’équipe del CbM opera in stretto raccordo, per tutte le fasi, con l’équipe comunale referente per il caso.
La metodologia d’intervento segue il modello del CbM consolidato a partire dal 1997 con la convenzione con la Provincia e il Comune di Milano.