Sei in: Home < Minori e Famiglia < Spazio Neutro < I Servizi < Rozzano < Rozzano

Politiche Sociali


Salta direttamente al contenuto
Salta direttamente alla Navigazione

 




Ambito Rozzano

Logo Servizio Famiglia e Minori Rozzano  

mappa  spazio neutro rozzano

Il Servizio è finalizzato a garantire l’esercizio del diritto di visita e di relazione del genitore con il proprio figlio, a seguito di separazione, divorzio conflittuale, affido e altre vicende di grave e profonda crisi familiare.
Ci si riferisce ai principi enunciati dall’articolo 9 della “Convenzione dei diritti dell’infanzia” e si intende salvaguardare, per quanto e fin quando possibile, la relazione affettiva ed educativa con entrambi i genitori.
Il progetto nasce nell’anno 2004,  promosso dal Distretto 7 in collaborazione con la Provincia di Milano. Si rivolge ai Comuni dell’Ambito Rozzano: Basiglio, Locate Triulzi, Opera, Rozzano.
La formazione degli operatori è stata una fase fondamentale del progetto e dopo tre anni di servizio, gli operatori attivano le procedure apprese durante la formazione. Ha previsto le seguenti fasi operative:
• équipe di presa in carico,
• colloqui incontrante/accompagnante,
• ambientamento minori
• regolamentazione degli incontri,
• verbali relativi ad ogni incontro + relazioni ufficiali TM/TO,
• équipe itinere e contatto con i Servizi Sociali,
• colloquio di restituzione.
Per quanto riguarda la gestione diretta e il trattamento della casistica si intende: 
• fornire supporto affinché possa essere ristabilita la relazione con il genitore non affidatario;
• permettere la realizzazione degli incontri del bambino con il genitore non affidatario in uno spazio rassicurante, accogliente e sicuro;
• rendere concretamente possibile questa esperienza in una cornice di neutralità in sospensione del conflitto, in presenza del bambino;
• accompagnare i genitori a ritrovare la capacità di accoglimento del figlio e le sue emozioni;
• favorire il ricostruirsi del senso di responsabilità genitoriale e la possibilità di organizzare autonomamente la gestione degli incontri.
Per quanto concerne l’attivazione del Servizio di Spazio Neutro la prassi operativa è la seguente:
• l’Assistente Sociale titolare del caso invia una segnalazione formale al Servizio Spazio Neutro allegando scheda di segnalazione e fotocopie di decreto/ordinanza e relazioni significative;
• il Coordinatore del Servizio di Spazio Neutro con l’Assistente Sociale segnalante o con la coppia A.S./Psicologa/o effettuano l’équipe di presa in carico, stabilendo l’inizio dell’intervento presso Spazio Neutro e il calendario dell’intervento;
• costituzione della cartella;
• il Coordinatore contatta gli attori coinvolti nel caso e comunica loro le date dei colloqui, l’Assistente sociale stilerà la regolamentazione degli incontri, inviandone copia alle famiglie/Comunità e al Servizio di Spazio Neutro;
• l’operatore del Servizio di Spazio Neutro effettua il primo colloquio con gli adulti coinvolti (genitori, famiglia affidataria, nonni, parenti della famiglia allargata) ed effettua gli ambientamenti e la conoscenza del/i minore/i;
• avvio degli incontri protetti;
• Incontri di verifica periodici con l’équipes coinvolte sul caso;
• colloqui di restituzione agli attori del caso rispetto all’andamento degli incontri;
• relazioni ufficiali periodiche per il Servizio Sociale/Tribunale per i Minorenni e/o Tribunale Ordinario.