Città Metropolitana di Milano Città metropolitana di Milano
Territorio e comuni
Cerca

Cerca nel sito

 

Comune di Bellinzago Lombardo

Info

Via Roma 46 20060, Bellinzago Lombardo
T. 02 9538501
Email
PEC
Vai alla pagina dell' URP
Vai al sito di Bellinzago Lombardo
Sindaco
Angela Comelli
Scrivi al Sindaco

Galleria fotografica

Storia del Comune

Lungo il Naviglio della Martesana una ventina di chilometri a est di Milano, separato da Gessate dalla carreggiata della statale 11 Padana Superiore, diede probabilmente il suo nome a una stirpe cui si possono riferire figure celebri, come Isabella Bellinzaga Lomazzi, che fra Cinquecento e Seicento fu collaboratrice del cardinale Carlo Borromeo, o Giulio Bellinzaghi, che a Milano fondò nell'Ottocento la banca omonima e fu sindaco della città. Principale edificio storico del paese è la parrocchiale di San Michele, le cui origini medievali risalgono al XIII secolo. Bellinzago condivide con Gessate la frazione di Villa Fornaci, dove lungo la statale si susseguono edifici residenziali di un certo interesse: spiccano fra gli altri la Casa Carcano Arrigoni, di matrice neoclassica, con giardino sul canale, e la Villa Moioli, che dietro le trasformazioni intervenute nei secoli cela un'origine cinquecentesca.

Storia dello Stemma

Sulla base della considerazione, suffragata dai più attendibili studiosi di toponomastica, che la moderna denominazione di Bellinzago derivi, fra le diverse altre, anche da quella più antica di Birinzago; e considerato che a pagina 69 dello Stemmario Trivulziano è miniato uno stemma dell'antica famiglia di Birinzago, così blasonato: Di rosso, al leone rampante d'oro, lampassato del campo; al capo d'oro con l'aquila di nero, linguata di rosso, coronata del campo; è logico ritenere che l'attuale stemma del Comune di Bellinzago Lombardo sia stato costruito utilizzando la figura e il colore araldico più significativi - il leone rampante d'oro - che caratterizzano l'antico stemma della famiglia Birinzago, originaria proprio di quel territorio. Dal punto di vista più strettamente araldico, il "bandato" è uno scudo pieno di bande, che si presenta con smalti alternati, in numero pari. Se le pezze sono sei, non le si blasona; se invece sono di più, o di meno, occorre indicare il loro numero. È il motivo per cui il numero delle bande di questo stemma è stato blasonato.

Popolazione e territorio

La superficie del comune è di 4,6 kmq per una popolazione legale di 3.810 abitanti (al 9.10.2011).
Scarica la scheda demografico-amministrativa.

Ambiente

Sistema informativo ambientale
portale della Città metropolitana di Milano per la consultazione di dati e cartografie provenienti da differenti aree tematiche. La sezione Catalogo Dati del portale consente l'accesso a tutti i metadati disponibili, organizzati per Aree Tematiche. Per ogni sotto tematica sono indicate le modalità di consultazione del dato.

http://ambiente.provincia.milano.it/sia/ot/home/home.asp

Cultura e turismo

Casa Carcano Arrigoni

Edificio di matrice neoclassica con giardino sul canale. Di proprietà dei Marchesi del Maino di Bordoleno, poi degli Oggioni e quindi degli Arrigoni, fu costruita all'inizio dell’800 su un terreno da cui furono ricavati due vasti giardini, uno all'inglese e l'altro all'italiana. L’edificio è disposto perpendicolarmente alla strada, con corte sul lato d´accesso. All'interno si conservano alcuni soffitti con dipinti.


Scuole

Tutte le scuole per tipologie di istruzione: liceale, tecnica, professionale http:/www.iter.mi.it/

 
indietro