Città Metropolitana di Milano Città metropolitana di Milano
Territorio e comuni
Cerca

Cerca nel sito

 

Comune di Cassinetta di Lugagnano

Info

Piazza Negri 3 20080, Cassinetta di Lugagnano
T. 02/86894035
Email
PEC
Vai alla pagina dell' URP
Vai al sito di Cassinetta di Lugagnano
Sindaco
Michele Bona
Scrivi al Sindaco

Galleria fotografica

Storia del Comune

Lungo il Naviglio Grande nelle vicinanze di Robecco, la "Cascina piccola" offre una serie di residenze di campagna che nessun altro piccolo centro del Milanese può vantare, costruite su questo territorio per l'irresistibile fascino dell'ambiente terra-e-acqua. Sulla riva sinistra si incontrano le settecentesche ville Nai, Krentzlin e - più rilevante - la Visconti Maineri, in origine una costruzione medievale per uso agricolo. Un po' più discosta è la Cascina Bardena, che comprende una residenza dominicale ottocentesca e un interessante giardino ad anfiteatro. Sulla riva sinistra sorgono le ville Mörlin Visconti, del 1825, Eusebio, settecentesca, e Trivulzio, sette-ottocentesca con corpo a L; nei pressi si trova la Villa Clari Monzini, eretta nel primo Settecento. Ancora oggi la vocazione residenziale del piccolo abitato è sottolineata dall'eleganza urbanistica imperniata sull'antica via d'acqua.

Storia dello Stemma

Lo stemma di questo Comune rispecchia araldicamente la situazione del suo territorio, composto dall'insieme di due antichi nuclei abitativi: Cassinetta e Lugagnano. Tale stemma, infatti, riproduce, nelle due diverse parti del partito (che rappresenta la partizione araldica che divide lo scudo in due parti uguali, con una linea verticale), gli emblemi araldici di questi due territori. La parte destra del partito (ossia la sinistra per chi guarda lo stemma), relativa a Cassinetta, riproduce sostanzialmente lo stemma dell'antica famiglia Biraghi di Milano - cui apparteneva, fra gli altri, il Maffiolo Birago, maestro della corte viscontea, fondatore della Cascina Biraga e, nel 1435, della chiesa di Sant'Antonio di questo Comune - così come risulta descritto da G.B. di Crollalanza, a pagina 135 del Volume I del suo Dizionario storico-blasonico. La parte sinistra del partito (la destra per chi guarda), relativa a Lugagnano, presenta, invece, uno stemma, relativo a questa località, riprodotto nella raccolta di stemmi Bonacina, che faceva un tempo parte dell'Archivio Araldico Vallardi di Milano.

Popolazione e territorio

La superficie del comune è di 3,3 kmq per una popolazione legale di 1.884 abitanti (al 9.10.2011).
Scarica la scheda demografico-amministrativa.

Ambiente

Sistema informativo ambientale
portale della Città metropolitana di Milano per la consultazione di dati e cartografie provenienti da differenti aree tematiche. La sezione Catalogo Dati del portale consente l'accesso a tutti i metadati disponibili, organizzati per Aree Tematiche. Per ogni sotto tematica sono indicate le modalità di consultazione del dato.

http://ambiente.provincia.milano.it/sia/ot/home/home.asp

Cultura e turismo

Villa Visconti Maineri

La villa, a tre piani, si presenta in modo non troppo diverso da come doveva apparire verso metà del 1600 quando se ne completarono i lavori. Per costruirla - su un terreno che era appartenuto ai Visconti sin dal 1392 - si inglobò un edificio che già esisteva, probabilmente una cascina. La facciata principale dà su un giardino all'italiana posizionato parallelamente al Naviglio. Il parco, al di là della villa, è rialzato rispetto al giardino e termina con un frutteto. La cappella settecentesca di villa Visconti è formata da due ambienti: uno aperto al pubblico, l'altro destinato all'altare. Ci sono poi gli edifici di servizio, che a Cassinetta erano chiamati "casa da massaro" (chi lavorava la terra) e "casa da pigionante" (l'affittuario, probabilmente di una bottega).


Villa Trivulzio

Si tratta di uno degli edifici più importanti di Cassinetta. La costruzione è di fine 1700 e per il suo progetto si sono fatti i nomi di Giuseppe Piermarini (l'architetto del Teatro alla Scala e del Palazzo Reale milanesi) o di Simone Cantoni (che sempre a Milano disegnò la Villa Serbelloni sulla Cerchia dei Navigli). La planimetria a L, inconsueta, fa pensare che la residenza sia stata costruita sopra una cascina precedente.


Mulino Gerli

Il caratteristico Mulino Gerli detto "della Pazza Biraga", alimentato da una roggia che Maffiolo Birago fece derivare dal Naviglio nel 1428, è tuttora esistente e funzionante. Restaurato di recente, è considerato il più antico molino ancora funzionante in tutta la fascia di Bassa lombarda solcata dai Navigli.



Territorio e parchi

Nel comune di Cassinetta di Lugagnano si trova il Parco Ticino
 

Scuole


Tutte le scuole per tipologie di istruzione: liceale, tecnica, professionale http:/www.iter.mi.it/

 
indietro

Siti tematici

Info

URP - Ufficio Relazioni con il Pubblico

lunedì - giovedì: 9.00 - 13.00 / 14.00 - 16.00
venerdì: 9.00 - 13.00