Città Metropolitana di Milano Città metropolitana di Milano
Territorio e comuni
Cerca

Cerca nel sito

 

Comune di Colturano

Info

Via Municipio 1 20060, Colturano
T. 02 98170118
Email
PEC
Vai alla pagina dell' URP
Vai al sito di Colturano
Sindaco
Marilena Dosi
Scrivi al Sindaco

Galleria fotografica

Storia del Comune

Lungo la provinciale tra Melegnano e Melzo, storicamente d'orbita melegnanese, è un piccolo Comune della Bassa lambito dall'Addetta, che a fine Novecento ha vissuto una trasformazione molto rapida, con un significativo sviluppo edilizio-residenziale per la sua posizione attrattiva nel quadro della "grande Milano". Di antica costituzione è l'abitato della frazione Balbiano, attorno alla moderna chiesa di San Giacomo Maggiore. Di notevole interesse storico-artistico la piccola parrocchiale di Colturano e, nel centro del paese, quanto rimane di un monastero cistercense fondato nei primi decenni del Trecento, più tardi secolarizzato e passato ai Visconti, quindi ai Trivulzio, che ne cederanno una parte ai Gallarati Scotti. Sono ancora riconoscibili il porticato interno a ogiva, il colonnato superiore a stemmi dipinti, le cornici in cotto di alcune finestre.
Nome degli abitanti: Colturanesi.

Storia dello Stemma

Lo stemma di questo Comune sembra sia derivato dal desiderio degli amministratori di illustrare, anche visivamente, nel loro emblema araldico, il paesaggio più tipico del territorio. La raffigurazione della marcita e la figura, tipicamente araldica, della cicogna, hanno realizzato, con pieno successo, questa loro esigenza. Dal punto di vista araldico, il termine "passante" sta a indicare un quadrupede, o un uccello, nell'atto di camminare, ossia mentre passa da una parte all'altra dello scudo. Inoltre, l'espressione "al naturale" è usata per indicare che la figura che ha questa denominazione è riprodotta nello stemma con lo stesso colore che ha in natura, e non con uno smalto araldico. Gli smalti araldici, come forse è noto, si dividono in metalli e colori; i metalli sono costituiti dall'argento e dall'oro; mentre i colori araldici sono rispettivamente: il rosso, l'azzurro, il verde, il nero e la porpora. La regola fondamentale dell'araldica afferma che non si deve mai sovrapporre, nelle figure, metallo a metallo oppure colore a colore.

Popolazione e territorio

La superficie del comune è di 4,2 kmq per una popolazione legale di 1.952 abitanti (al 9.10.2011).
Scarica la scheda demografico-amministrativa.

Ambiente

Sistema informativo ambientale
portale della Città metropolitana di Milano per la consultazione di dati e cartografie provenienti da differenti aree tematiche. La sezione Catalogo Dati del portale consente l'accesso a tutti i metadati disponibili, organizzati per Aree Tematiche. Per ogni sotto tematica sono indicate le modalità di consultazione del dato.

http://ambiente.provincia.milano.it/sia/ot/home/home.asp

Cultura e turismo

Convento degli Umiliati

Antico Monastero Cistercense, fondato nei primi decenni del '300, è il monumento del passato più rilevante della città. Divenne proprietà dei Visconti, che utilizzavano questa zona come riserva di caccia, passò poi ai Trivulzio che ne cedettero in seguito una parte ai Gallarati-Scotti. Dell'antico edificio sono ancora riconoscibili il porticato interno ad ogiva, il colonnato superiore a stemmi dipinti, cornici in cotto di alcune finestre.
Edificio privato visibile solo dall'esterno


Chiesa di S. Antonino

Elemento interessante di questa chiesa è il pavimento con una botola, che anticamente serviva per collocarvi i resti dei defunti rinvenuti nel vecchio cimitero fra la chiesa e la strada Cerca, in direzione di Melegnano; l’ossario si trovava sulla piazza della chiesa nell’attuale cappella della Madonna.La chiesa è normalmente aperta per il culto.


Territorio e parchi

Nel comune di Colturano si trova il Parco Agricolo Sud Milano

Scuole


Tutte le scuole per tipologie di istruzione: liceale, tecnica, professionale http:/www.iter.mi.it/

 
indietro

Siti tematici

Info

URP - Ufficio Relazioni con il Pubblico

lunedì - giovedì: 9.00 - 13.00 / 14.00 - 16.00
venerdì: 9.00 - 13.00