Città Metropolitana di Milano Città metropolitana di Milano
Territorio e comuni
Cerca

Cerca nel sito

 

Comune di Marcallo con Casone

Info

Via Vitali 18 20010, Marcallo con Casone
T. 02 979611
Email
PEC
Vai alla pagina dell' URP
Vai al sito di Marcallo con Casone
Sindaco
Massimo  Olivares
Scrivi al Sindaco

Storia del Comune

Alcuni ritrovamenti di spade ed else insubri, oltre a reperti che risalgono a epoca romana rinvenuti lungo la strata mercatorum che costeggiava la riva sinistra del Ticino, da Pavia a Golasecca, testimoniano l'origine antica dell'insediamento, situato oggi subito a nord della tangenziale di Magenta, fra questa e l'autostrada A4. Comparsa nella storia scritta nel 1054, tradizionalmente dedita alla coltivazione dei cereali e della vite, Marcallo ha unito le proprie sorti amministrative con quelle di Casone in epoca piuttosto recente, per la precisione nel 1870, pochi anni dopo che le sue campagne erano state teatro - il 4 giugno 1859 - della celebre battaglia di Magenta. Sono d'interesse la settecentesca Villa Ghiotti, un tempo residenza della famiglia dominante locale ma dal 2001 sede del Municipio, e la poligonale Torre della Sgurieta, così come del resto altre ville d'epoca e non pochi cortili del centro storico.

Storia dello Stemma

La struttura dello stemma del Comune di Marcallo con Casone risulta ispirata da due differenti esigenze: una prevalentemente economica e una più semplicemente descrittiva. L'inserimento nello stemma della figura del setaccio - tipico strumento agricolo selezionatore della farina - e del tralcio di vite con i tre grappoli, vuole sottolineare il carattere spiccatamente agricolo dell'economia di questo Comune (a tale proposito, la presenza di vigneti sul territorio del Comune di Marcallo risulta accertata, sulla base di un antico documento conservato nell'archivio parrocchiale, fin dal 1644: anno in cui, nel mese di maggio, una eccezionale brinata aveva arrecato notevoli danni a questo tipo di produzione). L'inserimento nello stemma della fascia ondata sulla troncatura tende, invece, evidentemente a descrivere il territorio, alludendo alla presenza di un corso d'acqua che ne attraversa i campi. Per l'araldica, l'aggettivo "ondato" sta a indicare una partizione (nel caso specifico la fascia) delimitata da linee di contorno serpeggianti, a forma di onde marine basse.

Popolazione e territorio

La superficie del comune è di 8,2 kmq per una popolazione legale di 6.032 abitanti (al 9.10.2011).
Scarica la scheda demografico-amministrativa.

Ambiente

Sistema informativo ambientale
portale della Città metropolitana di Milano per la consultazione di dati e cartografie provenienti da differenti aree tematiche. La sezione Catalogo Dati del portale consente l'accesso a tutti i metadati disponibili, organizzati per Aree Tematiche. Per ogni sotto tematica sono indicate le modalità di consultazione del dato.

http://ambiente.provincia.milano.it/sia/ot/home/home.asp

Cultura e turismo

Chiesa di San Michele

Località Barco. La chiesa di San Michele è sicuramente uno dei più antichi e sentiti luoghi di culto di Barco. Il Santo Arcangelo, condottiero della milizia celeste, compare in un affresco raffigurante la Madonna con Bambino che gli porge un grappolo d'uva. Sotto la chiesa passa un cunicolo che la collega con la campagna adiacente ed ha probabilmente origini militari.


Chiesa dei SS. Carlo e Giuseppe

La chiesa parrocchiale di Casone è dedicata ai santi Carlo e Giuseppe. Sorgeva sulle proprietà della Contessa Ceriani Maineri, che donò al parroco Don Carlo Fossati anche il terreno per la costruzione della casa parrocchiale e dell'oratorio.


Villa Ghiotti

A Marcallo è interessante la Villa Ghiotti, di veste settecentesca, storica residenza della famiglia dominante locale, con soffitti affrescati e parco. Dal 2001 sede del comune, ha rivelato nei lavori di ripristino varie fasi costruttive.


Scuole


Tutte le scuole per tipologie di istruzione: liceale, tecnica, professionale http:/www.iter.mi.it/

 
indietro

Siti tematici

Info

URP - Ufficio Relazioni con il Pubblico

lunedì - giovedì: 9.00 - 13.00 / 14.00 - 16.00
venerdì: 9.00 - 13.00