» Vai al contenuto

Sei in: Home < Emergo < Come si partecipa

Come si partecipa

 

Aziende

Le AZIENDE - Imprese private - ENTI PUBBLICI e comunque tutti i datori di lavoro pubblici e privati che:

  • si attivano per sostenere le azioni previste dalla Legge n. 68/99
  • vogliono accedere come operatori alla redazione della domanda di finanziamento di progetti a valere sui dispositivi e/o alla domanda per l'ottenimento degli incentivi (contributi per adattamento del luogo di lavoro e per l'assunzione di disabili)

dovranno utilizzare esclusivamente il formulario approvato dalla Città Metropolitana di Milano entrando in: SINTESI

Per visualizzare le informazioni relative agli INCENTIVI:

Modalità di presentazione della domanda di finanziamento:

  • I soggetti attuatori in possesso di firma digitale dovranno presentare l'intera documentazione esclusivamente on line.

Si avvisa che non verranno accettate domande inviate a mezzo posta e a mezzo fax.

Le informazioni tecniche possono essere rivolte al Progetto Piano provinciale per l'attuazione di interventi a valere sul Fondo regionale per l'occupazione dei disabili

- Tel. 02 7740 4040 - Fax 02 7740 6587 - Indirizzo e-mail: emergo2014_2016@cittametropolitana.milano.it

Operatori

Per la redazione della domanda di finanziamento dei progetti, gli OPERATORI dovranno utilizzare esclusivamente il formulario approvato dalla Provincia di Milano accedendo alla pagina di LOGIN dell' APPLICATIVO GBC Gestore Bandi e Corsi per la presentazione dei progetti. Il progetto e la domanda di finanziamento dovranno essere presentati a sportello fino ad esaurimento risorse.

Modalità di presentazione della domanda di finanziamento:

  • I soggetti attuatori in possesso di firma digitale dovranno presentare l'intera documentazione esclusivamente on line.

Le informazioni tecniche possono richiedersi al:
Progetto Piano provinciale per l'attuazione di interventi a valere sul Fondo regionale per l'occupazione dei disabili
Tel. 02 7740 4040 - Fax 02 7740 6587
Indirizzo e-mail: emergo2014_2016@cittametropolitana.milano.it
 

Disabili

Per poter partecipare alle azioni previste dal Piano, i soggetti disabili devono essere iscritti nelle liste del collocamento obbligatorio e disponibili al lavoro.
Più precisamente i soggetti beneficiari delle azioni del Piano sono:

  • Persone con disabilità descritte dall'art.1 comma 1 della Legge 68/99, residenti e/o domiciliate a Milano e in provincia di Milano:
    • Lavoratori disabili disoccupati disponibili al lavoro (che abbiano espresso formalmente la propria disponibilità presso l'Agenzia per la Formazione, l'Orientamento e il Lavoro - ex Centro per l'Impiego - nel cui territorio risiedono);
    • Disabili neo-iscritti negli elenchi provinciali in ordine alla Legge 68/99;
    • Disabili "deboli" (*)
  • Lavoratori disabili occupati, ai sensi della normativa per il collocamento dei disabili, in funzione del mantenimento del posto di lavoro.

Per avere informazioni e verificare il possesso dei requisiti, le persone interessate a Emergo 2012 dovranno rivolgersi al Centro per l'Impiego territorialmente competente in base al loro domicilio

(*) Sono state individuate come "deboli" le seguenti categorie di persone:

  • persone in età lavorativa affette da menomazioni psichiche e portatori di handicap intellettivo con una percentuale di riduzione delle capacità lavorative superiore al 45%
  • persone in età lavorativa affette da menomazioni fisiche e sensoriali che comprendono una riduzione delle capacità lavorative pari o superiore al 74%, compresi i non vedenti colpiti da cecità assoluta o con un residuo visivo non superiore a 1/20 a entrambi gli occhi anche con eventuale correzione

Nell'ambito di entrambe le categorie sono stati individuati altri criteri aggiuntivi ritenuti necessari per considerare deboli le persone disabili. In particolare, per le persone affette da disabilità di tipo fisico, psichico, sensoriale o intellettivo, sono considerate deboli quelle che presentano almeno una delle seguenti condizioni:

  • età superiore a 50 anni
  • necessità di inserimento con il supporto di un Servizio di mediazione a fronte di difficoltà in particolar modo di tipo relazionale
  • soggetti con alle spalle almeno due tentativi di inserimento falliti oppure da sempre senza lavoro
  • soggetti con bassa scolarità
  • soggetti con riconoscimento ai sensi della Legge 104/92