Sei in: Parchi < I parchi < Parchi Regionali

Parchi

» Vai al contenuto


I Parchi Regionali



CastellazzoI Parchi Regionali sono stati istituiti nel corso degli anni con specifiche leggi regionali e ordinati nel quadro di una legge per il Piano generale delle Aree Protette, approvata il 30 novembre 1983 n.86, successivamente modificata ed integrata.

La Città Metropolitana di Milano contribuisce in modo determinante alla vita dei parchi regionali sul proprio territorio.
Il Parco agricolo Sud Milano è gestito direttamente dalla Città Metropolitana stessa.

Gli altri quattro parchi sono gestiti da consorzi, nei quali le quote di partecipazione della Città Metropolitana sono:

Parchi Regionali partecipati
parco   tipo di parco
Parco Nord Milano  
cintura metropolitana
Parco delle Groane

 

cintura metropolitana e forestale
Parco Adda Nord
 
  fluviale, agricolo e forestale
Parco Lombardo della Valle del Ticino   fluviale, agricolo e forestale

In relazione alle specifiche finalità, conseguenti ai rispettivi caratteri ambientali e territoriali, sono classificati in una o più delle seguenti categorie.


Parchi fluviali

I Parchi fluviali sono istituiti per tutelare gli ambienti rivieraschi dei principali corsi d’acqua della regione nei loro tratti planiziali e pedemontani, con specifico riguardo alla tutela delle zone umide e dei complessi boschivi di ripa, al recupero delle aree degradate ed alla ricostruzione della continuità dell’ambiente naturale lungo l’asta del corso d’acqua, alla difesa dai fenomeni di inquinamento e di degrado ecologico degli ecosistemi fluviali, al consolidamento idrogeologico ed alla regimazione delle acque nel rispetto delle dinamiche naturali del fiume.


Parchi agricoli

I parchi agricoli sono destinati al mantenimento ed alla valorizzazione dei tipici caratteri ambientali e paesaggistici della aree rurali e dei loro valori naturali e seminaturali tradizionali, mediante la salvaguardia, la qualificazione ed il potenziamento delle attività agro-silvo-colturali, in quanto funzionali alla tutela, al ripristino, alla valorizzazione delle potenzialità naturali ed estetiche della campagna, nonché alla prevenzione degli effetti nocivi di origine antropica, alla fruizione educativa, culturale, scientifica e ricreativa.


Parchi forestali

I Parchi forestali sono finalizzati alla tutela, al miglioramento ed al potenziamento dei boschi, mediante interventi che ne assicurino la funzione ecologica e l’evoluzione verso un equilibrio naturale tra vegetazione e condizioni ambientali, valorizzandone al contempo le attitudini prevalenti in funzione naturalistica, protettiva, faunistica, paesaggistica, ricreativa e produttiva.


Parchi di cintura metropolitana

I Parchi di cintura metropolitana sono intesi quali zone di importanza strategica per l’equilibrio ecologico dell’area metropolitana, per la tutela ed il recupero paesistico e ambientale delle fasce di collegamento tra città e campagna, per la connessione delle aree esterne dei sistemi del verde urbani, per la ricreazione ed il tempo libero dei cittadini, mediante la più efficace gestione del paesaggio, con particolare riguardo alla continuazione ed al potenziamento delle attività agro-silvo-colturali.


Parchi naturali

All'interno dei Parchi Regionali sono stati istituiti (o sono in via di riconoscimento) ambiti di " Parco Naturale", ovvero le aree di maggiore pregio naturalistico e paesaggistico, conformi ai dettami dello Stato per la tutela della natura, secondo la legge quadro delle aree protette n.394 del 1991. In queste aree la conservazione della natura è prioritaria su ogni altra scelta ed è vietata la caccia.


N.B. A seguito dell'istituzione della Provincia di Monza e Brianza, il Parco Valle del Lambro - dopo le elezioni provinciali del giugno 2009 - è passato interamente alla nuova provincia.