Sei in: Parchi < Istituzionale < Competenze

Parchi

» Vai al contenuto


Competenze



Le funzioni in materia di Parchi Locali di Interesse Sovracomunale sono state attribuite alle Province con Deliberazione di Giunta Regionale n. 7/6296 del 01/10/2001.

Successivamente, con Decreto del Direttore Generale Qualità dell’Ambiente della Regione Lombardia n. 31148 del 12/12/2001, è stata fissata all’1/1/2002 la decorrenza per l’esercizio da parte delle Province lombarde delle funzioni delegate in materia di PLIS.
 
L’art. 7.6 dell’Allegato 1 della D.G.R. del 12 dicembre 2007 – n. 8/6148 “Criteri per l’esercizio da parte delle Province della delega di funzioni in materia di Parchi Locali di Interesse Sovracomunale (art. 34, comma 1, l.r. 86/1983; art. 3, comma 58, l.r. 1/2000)”, attribuisce alle Province le seguenti competenze:
 
CODIBUGNOLO(Foto di Roberto Repossini - PLIS del Roccolo)
 
7.6 Compiti della Provincia
“La Provincia:
a) riconosce con Deliberazione l’istituzione del PLIS o la modifica del perimetro previa verifica della valenza sovracomunale. In difetto, assume un analogo provvedimento che motiva il mancato riconoscimento. Trasmette al competente servizio regionale gli atti assunti;
b) determina, con deliberazione di giunta, i contenuti minimi del Programma Pluriennale degli Interventi anche su proposta degli Enti proponenti il PLIS;
c) esercita una funzione di coordinamento dei PLIS atta a verificare ed assistere, anche in termini di raccordo con i diversi settori provinciali, i PLIS nel loro funzionamento oltre che esprimere pareri tecnici sugli atti di pianificazione e programmazione dei PLIS stessi al fine di garantire la loro congruenza rispetto agli obiettivi individuati in sede di riconoscimento del carattere di sovracomunalità del territorio interessato dal parco;
d) eroga contributi ai PLIS nei limiti delle risorse appositamente stanziate dalla Regione e/o con propri mezzi di bilancio, compatibilmente con il quadro di bilancio complessivo dell’ente.”
 
Le funzioni in materia di PLIS sono oggi esercitate dalla Città Metropolitana di Milano per effetto della L.R. n. 32 del 12/10/2015 "Disposizioni per la valorizzazione del ruolo istituzionale della Città Metropolitana di Milano e modifiche alla legge regionale 8 luglio 2015, n. 19 (Riforma del sistema delle autonomie della Regione e disposizioni per il riconoscimento della specificità dei Territori montani in attuazione della legge 7 aprile 2014, n. 56 'Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di comuni')", come modificata dalla L.R. n. 3 del 26/02/2016.