parco sud
inglese
Storia, cultura e tradizioni

Il Parco Agricolo Sud Milano rappresenta anche una risorsa culturale. Vi si trovano edifici di valore architettonico e storico distribuiti in angoli poco conosciuti del territorio.

Case e palazzi testimonianze del modo di lavorare e di vivere della civiltà contadina appaiono nel silenzio della campagna attorniati da un reticolo di strade rurali, alzaie dei navigli, percorsi ciclabili (allestiti ed in fase di allestimento), rogge, canali, chiuse e fontanili. Alcune strutture sono maggiormente note e frequentate dai cittadini milanesi, basti pensare alle abbazie di Chiaravalle, di Viboldone e di Mirasole, mete domenicali consuete.

Altre strutture rimangono sommerse tra le risaie e le marcite. Di seguito compaiono alcune strutture più famose e altre meno note selezionate in funzione dell'interesse storico e soprattutto della fruibilità. Un ricchissimo patrimonio da scoprire e valorizzare si trova in diverse tipologie di beni monumentali presenti nella bassa milanese.

La presenza di castelli testimonia la vita sul territorio ai tempi dei Visconti e degli Sforza; nei secoli successivi alcune di queste costruzioni servivano per il controllo delle campagne e dei lavori agricoli. Le ville intorno a Milano, sviluppatesi spesso lungo le strade d'acqua, i navigli, hanno rappresentato il luogo di vacanza o di caccia della nobiltà milanese del'700 e dell'800.

A fianco delle testimonianze più nobili del passato si schierano con la genuina bellezza di un'origine più povera e concreta le fabbriche agricole, le cascine e i nuclei rurali di pregio, con l'annesso patrimonio di ghiacciaie per la conservazione degli alimenti, le cappellette e i mulini.

Il recupero dei beni architettonici e monumentali ad un uso confacente alla loro origine rappresenta una grande opportunità per il Parco. Alcuni esempi significativi di recupero di cascine e di altri manufatti legati alla tradizione agricola sono stati già realizzati: prendiamo ad esempio la giazzera (ghiacciaia) di Cornaredo, i musei agricoli di Albairate e San Giuliano, le ristrutturazioni di cascine ad Albairate, Assago, Buccinasco, Milano e Rozzano trasformate in centri di attività espositiva e culturale. In un parco agricolo una risorsa importante per la fruizione culturale, educativa e ricreativa è rappresentata dalle strutture di origine contadina legate all'architettura rurale cosiddetta minore.

Lo sviluppo di un turismo rurale semplice e compatibile con l'ambiente (educazione agroambientale, vendita diretta di prodotti tipici, ristoro come nelle antiche osterie fuori porta, percorsi didattici nel paesaggio tradizionale rurale) rappresenta una via importante per la rivitalizzazione e la valorizzazione del patrimonio architettonico rurale.