» Salta alla navigazione
» Salta alla navigazione istituzionale
» Salta alla sezione 'PrimoPiano'
» Salta alla sezione 'Argomenti'
» Salta alla sezione 'Contatti'
» Salta alla sezione 'Argomenti Correlati'
» Salta alla sezione 'Spazio Banner'
Sei in: Pianificazione Territoriale < Consumo di suolo < Consumo di suolo e PTCP

Area Programmazione territoriale

Settore Pianificazione e programmazione delle infrastrutture

» Vai alla home page di Area Programmazione territoriale » Torna alla homepage


 

CONSUMO DI SUOLO


Consumo di suolo e PTCP


Cosa prevede il nuovo PTCP

Il processo di adeguamento del Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale alla LR 12/05, adottato dal Consiglio provinciale lo scorso 7 giugno, è ora in fase di approvazione.
Il Piano definisce i criteri e le norme per contenere il consumo di suolo ammesso.
Primo step – Precondizioni: verifica dell’urbanizzato e dell’urbanizzabile
Le Norme di attuazione del Piano prevedono la possibilità che gli strumenti di pianificazione dei Comuni introducano nuovo consumo di suolo, per una sola volta, solo rispettando le seguenti condizioni:

  • riuso di almeno il 30% delle aree dismesse o da recuperare;
  • miglioramento della concentrazione degli insediamenti;
  • attuazione di almeno l’80% delle previsioni di trasformazione.

Secondo step: si parte dallo 0%

Qualora siano rispettati i parametri elencati al paragrafo precedente, i Comuni:

  • calcoleranno la percentuale ammessa (partendo dallo 0%) sulla base degli indicatori di sostenibilità (densità insediativa, mix funzionale, gestione acque meteoriche, aree verdi ecologiche, energie rinnovabili) 
  • al di sotto dei 5.000 abitanti avranno ulteriori restrizioni 
  • all’interno della Città Centrale (Milano e i 24 Comuni limitrofi) non potranno prevedere consumo di suolo

Il territorio “consumabile” è, peraltro, solo quello non sottoposto a vincoli; sono da escludere pertanto le superfici occupate da:

  • Parchi, il 48,58% della Provincia (76.516 ha)
  • PLIS (Parchi Locali di Interesse Sovracomunale) non agricoli, l’1,62% della Provincia (2.553 ha)
  • Ambiti Agricoli Strategici (compresi PLIS con destinazione agricola) introdotti dal PTCP, il 10,34% della Provincia (16.286 ha)

 

Confronto tra il PTCP del 2003 e il PTCP in approvazione

Il nuovo Piano riduce sensibilmente il consumo di suolo ammesso, rispetto al PTCP del 2003, in cui si consentiva un consumo di suolo ordinario del 5% rispetto all’urbanizzato, con l’aggiunta del 3-5% premiale.
Il PTCP in approvazione, inoltre, restringe le possibilità di accesso al consumo di nuovo suolo, aumentando del 5% la percentuale minima di attuazione delle previsioni di trasformazione, introducendo l’obbligatorietà del riuso delle aree dismesse (nel PTCP del 2003 corrisponde a un punto premiale) e stabilendo il criterio di non ripetibilità del consumo di suolo.
Il Piano è innovativo, anche perché, per la prima volta, si basa sull’effettiva urbanizzazione di ogni Comune, discostandosi radicalmente dall’assegnazione secondo l’ambito territoriale di appartenenza, risultato nella pratica impreciso ed eludibile.
Significativa è, infine, l’attenzione posta dalla Provincia alla tutela e alla valorizzazione ambientale, ad esempio, con l’introduzione degli ambiti agricoli strategici e delle tre Grandi Dorsali territoriali (Dorsale Verde Nord, Est e Ovest).

 

Nota


Unità di misura e conversioni
Il consumo di suolo è indicato generalmente in chilometri quadrati (kmq o km²), metri quadrati (mq o m²) o ettari (ha).
 1 km² = 1.000.000 m²
 1 km² = 100 ha
 1 m² = 0,000 001 km²
 1 m² = 0,0001 ha
 1 ha = 0,01 km²
 1 ha = 10.000 m²

 
 
 

Settore Pianificazione e Programmazione delle Infrastrutture Viabilità e trasporti Parchi Parco agricolo SUD Milano

Città Metropolitana di Milano | Settore Pianificazione e Programmazione delle Infrastrutture
P.IVA 08911820960 | PEC: protocollo@pec.cittametropolitana.mi.it