Passa direttamente al contenuto della pagina
Sei in: Home » Cosa facciamo » Salvaguardia della fauna


Ambiti di Competenza

Direzione Centrale Polizia Provinciale
 

Salvaguardia della fauna

Una delle competenze più antiche, da cui addirittura ha origine quella che oggi è la moderna Polizia Locale della Città Metropolitana, è certamente inerente la tutela e gestione della fauna stanziale, migratoria ed acquatica e il controllo delle attività legate alla caccia e alla pesca.
Quella che un tempo era un’attività di controllo svolta dai “vecchi” guardiacaccia e guardia campo, che vigilavano soprattutto affinché le attività di caccia e di pesca non invadessero le proprietà private e distruggessero raccolti e piantagioni, oggi si è evoluta in una necessaria azione di presidio del territorio, finalizzata innanzitutto alla salvaguardia delle specie faunistiche e alla preservazione del loro habitat naturale e, più in generale, al rispetto delle leggi vigenti in materia.

salvaguardia faunasalvaguardia faunasalvaguardia faunasalvaguardia fauna
 

La Polizia Locale della Città Metropolitana si occupa, in dettaglio di:

  • pattugliamento e controllo delle aree verdi, soprattutto di quelle naturalisticamente rilevanti, come: parchi, oasi, riserve, complessi agro–silvo-pastorali, corsi d’acqua ...;
  • controllo e verifiche sulle attività ittico venatorie;
  • contrasto al bracconaggio e alle attività illecite in materia di caccia e pesca e di tutela degli animali;
  • contenimento delle specie “invasive” (nutrie, piccioni torraioli, cornacchie grigie, conigli selvatici), ritenute dannose per le attività agronomiche, per le altre specie e per la stessa salute pubblica;
  • interventi di recupero ambientale;
  • recupero e trasporto, presso strutture competenti, della fauna selvatica, ferita o in difficoltà;
  • ripopolamento del territorio con fauna autoctona  (fagiani, starne, lepri…) e “semina” di specie ittiche nei corsi d’acqua; 
  • controllo degli allevamenti

Tutte queste attività vengono svolte ricercando una continua collaborazione e una fattiva concertazione con tutti  i soggetti coinvolti, siano essi associazioni di categoria (cacciatori, pescatori…) o movimenti di tutela ambientale e dei diritti degli animali.