Passa direttamente al contenuto della pagina
Sei in: Home » index


Ambiti di Competenza

Direzione Centrale Polizia Provinciale
 

Operazione "STAR WARS": sgominato ingente traffico illecito di rifiuti sul territorio milanese

Data: 18 settembre 2008

8 persone tratte in arresto (S.G., S.F., T.I., B.M., N.I., C.V., B.G., C.F.) e 20 indagate.
Capi di imputazione che vanno dal traffico illecito di rifiuti al furto, dalla ricettazione all’incendio doloso, dallo spaccio di stupefacenti al possesso illegale di armi.
Un pericoloso latitante calabrese (S.F. di 44 anni) con precedenti, tra l’altro, per associazione a delinquere di stampo mafioso assicurato alla giustizia. Il latitante, originario di Melito Porto Salvo, già sottoposto a regime di 416 bis, è stato “bloccato” il giorno di ferragosto mentre, con dei parenti, festeggiava in un ristorante di Mariano Comense.
Immagine3 Comuni della Provincia di Milano (Desio, Seregno, Briosco) interessati dal sequestro di diverse aree trasformate in discariche abusive di rifiuti, anche pericolosi.
Un totale di 65 mila metri quadrati di terreno posto sotto sequestro e circa 178 mila metri cubi di rifiuti tossici e nocivi intercettati.
Tir, attrezzature e macchine da cantiere sequestrate per un valore di oltre 2.500.000 euro.
Questi i numeri della vasta operazione condotta dagli uomini della Polizia Provinciale di Milano che ha permesso di sgominare una pericolosa associazione dedita al traffico illecito di rifiuti, anche “pericolosi”, che venivano poi smaltiti in discariche abusive disseminate sul territorio provinciale.
L’indagine, coordinata dal Sostituto procuratore della Repubblica di Monza, dott. Giordano Baggio, ha consentito di far luce su un sistema di illegalità molto più complesso ed articolato, imperniato sull’associazione per delinquere per il traffico illecito di rifiuti in cui coesistevano reati legati allo spaccio di stupefacenti, detenzione illegale di armi, intimidazioni e minacce, furti e ricettazione…
Nata da una semplice segnalazione di una guardia ecologica volontaria, insospettita da strani movimenti in un’area agricola della Brianza, ha richiesto un intenso lavoro di squadra, che ha coinvolto risorse umane e tecnologiche, 9 mila ore spese in osservazioni, pedinamenti e controlli, intercettazioni telefoniche ed ambientali, radiolocalizzazioni satellitari, analisi di laboratorio e campionamenti sui siti individuati.
ImmagineL’area più estesa, sottoposta a sequestro, è quella di Desio, con circa 30 mila metri quadri trasformati in una discarica abusiva dove sono stati interrati circa 160 mila metri cubi di rifiuti di vario genere, tra cui anche rifiuti pericolosi, come residui plastici derivanti da lavorazioni industriali contenenti idrocarburi, cromo e piombo.
Più piccola la discarica rinvenuta a Seregno dove, in circa 5 mila metri quadri, sono stati rinvenuti 7.800 metri cubi di rifiuti illecitamente smaltiti.
Infine l’area in Comune di Briosco, da cui partivano i rifiuti, contaminati da cromo e piombo, destinati ad essere smaltiti a Desio e in un’altra area nelle zone di Piacenza.
Le attrezzature e i macchinari da cantiere, risultati rubati, erano poi destinati ad essere spediti, con falsa documentazione, in Romania con la complicità di personaggi della malavita locale, anch’essi tratti in arresto.
ImmagineL’operazione portata a termine va considerata un importante successo sotto diversi punti di vista. Innanzitutto è una vittoria per il nostro territorio, liberato da “un’invasione” di rifiuti e dall’ennesima deturpazione ambientale. Certamente è una vittoria per la legalità, che vede assicurati alla giustizia pericolosi criminali. Ma è anche un prezioso spunto di riflessione che deve farci riflettere su come e quanto i reati ambientali siano sempre più intrinsecamente connessi e legati ad altre forme di illegalità, quasi sempre “organizzata”. E da qui occorre partire per un’attività di repressione e di prevenzione sempre più efficace e mirata, capace di scandagliare ogni ambito e far emergere interconnessioni e legami a volte dimenticati.



Icona documento Presentazione operazione STAR WARS (2900 KB)

Icona documento Dettagli operazione Star Wars (16 KB)