Città Metropolitana di Milano Città metropolitana di Milano
URP Ufficio Relazioni con il Pubblico
Cerca

Cerca nel sito

 

Accesso civico generalizzato

  • Cos'è

    L'Ente garantisce l'accesso civico generalizzato alle informazioni, dati e documenti detenuti, ulteriori rispetto a quelli per i quali vi è un obbligo di pubblicazione, nel rispetto dei limiti e dei casi di esclusione previsti dall'art. 5-bis del d.lgs. 14 marzo 2013, n. 33.

    La richiesta di accesso non richiede motivazione.

  • A chi si rivolge

    Chiunque, indipendentemente dal possesso di una specifica legittimazione soggettiva o dall'essere cittadino italiano o residente nel territorio dello Stato.


  • Cosa fare / Chi contattare

    • Cosa deve fare il richiedente

      Inviare la richiesta, attraverso l'apposito modulo, al Servizio URP o al Settore competente.

      Nei casi di rifiuto totale o parziale dell'accesso o di mancata risposta, inviare la richiesta di riesame al Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza attraverso l'apposito modulo.

       

    • Dove chiedere informazioni

    • Dove presentare la domanda

      • Struttura: Area Direzione Generale
        Sede: Spazio URP
        via Vivaio, 1 20122 Milano
        Fax: 02 7740 2160  
        E-mail: protocollo@pec.cittametropolitana.mi.it
        Orario: da lunedì a giovedì dalle 09:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 16:00. Il venerdì dalle 09:00 alle 13:00.
        Come: consegna a mano, tramite PEC, posta ordinaria o fax
      • Per individuare e inviare direttamente al Settore, che detiene il dato o il documento, competente ad evadere la richiesta di accesso civico generalizzato, consulta l'organigramma.
        Web: http://www.cittametropolitana.mi.it/portale/URP/Organigramma/index.html
    • Modulistica
      Richiesta accesso civico generalizzato - Urp
      (Formato Pdf 170 Kb)
      Richiesta accesso civico generalizzato - Settore/Ufficio competente
      (Formato Pdf 166 Kb)
      Richiesta di riesame
      (Formato Pdf 152 Kb)
    • Costi
      Il rilascio di dati, informazioni o documenti in formato elettronico o cartaceo è gratuito.

      Sono previsti i seguenti rimborsi per la riproduzione su supporti materiali:
      - euro 2 per il CD rom.
      Per riproduzioni particolari, vedi il Regolamento sul procedimento amministrativo e il diritto di accesso (allegato B) nella sezione "Normativa".
  • Cosa fa la Città Metropolitana

    La Città metropolitana, ricevuta la richiesta, la valuta e si pronuncia sulla stessa entro 30 giorni. Se individua soggetti controinteressati (persone fisiche o giuridiche), comunica loro di aver ricevuto una richiesta di accesso generalizzato e concede un termine di dieci giorni per la presentazione di opposizione motivata, durante i quali il termine di conclusione del procedimento è sospeso. L'opposizione del controinteressato non preclude l'accoglimento della richiesta di accesso.

    Nei casi di pronuncia favorevole, l'Ente trasmette l'informazione, il dato o il documento al richiedente. In presenza di opposizione da parte dei controinteressati le informazioni, i dati o i documenti richiesti potranno essere forniti trascorsi almeno 15 giorni dalla ricezione da parte dei controinteressati della comunicazione di accoglimento della richiesta di accesso.

    Nei casi di pronuncia non favorevole, comunica al richiedente i motivi del mancato accoglimento della richiesta.

    Nei casi di rifiuto totale o parziale dell'accesso o di mancata risposta, il richiedente può presentare richiesta di riesame al Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza attraverso l'apposito modulo. Il Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza decide sulla richiesta di riesame entro 20 giorni. Tale termine può essere sospeso fino ad un massimo di 10 giorni per acquisire il parere del Garante per la protezione dei dati personali, necessario qualora l'accesso sia stato negato o differito per tutelare l'interesse alla protezione dei dati personali. Anche il soggetto controinteressato può presentare richiesta di riesame al Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza in caso di accoglimento della richiesta di accesso nonostante la sua opposizione.

    Contro la decisione del Settore/Ufficio competente o, in caso di richiesta di riesame, contro quella del Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza, il richiedente può presentare ricorso, in via non giurisdizionale, al Difensore civico regionale, secondo la procedura prevista dall'art. 5, comma 8, del d.lgs. 33/2013. Stesso ricorso può essere presentato dal controinteressato in caso di accoglimento della richiesta di accesso nonostante la sua opposizione.

    In ogni caso, il richiedente o il controinteressato può sempre proporre ricorso al Tribunale amministrativo regionale ai sensi dell'art. 116 del d.lgs. 2 luglio 2010, n. 104 (Codice del processo amministrativo) entro 30 giorni dalla conoscenza del provvedimento.


    • Area
      Direzione Generale
    • Denominazione procedimento
      Accesso civico generalizzato
    • Tempi
      30 gg., 20 gg in caso di richiesta di riesame.
  • Maggiori informazioni

  • Normativa

 
indietro