Città Metropolitana di Milano Città metropolitana di Milano
Amministrazione trasparente
Cerca

Cerca nel sito

 

benessere organizzativo

Le pubbliche amministrazioni pubblicano i dati relativi ai livelli di benessere organizzativo (art. 20, c. 3, D.Lgs. 33/13)

 

Il Comitato unico di garanzia (Cug) per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni  della Città Metropolitana di Milano, ha compiti consultivi, propulsivi e di monitoraggio in materia di pari opportunità, contrasto di qualsiasi forma di discriminazione diretta o indiretta, di violenza morale o psichica per le lavoratrici e i lavoratori.  Il Cug contribuisce all'ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico migliorando l'efficienza delle prestazioni, collegata alla garanzia di un ambientedi lavoro caratterizzato da rispetto dei principi di pari opportunità, di benessere organizzativo e del contrasto di qualsiasi forma di discriminazione e di violenza morale o psichica per il personale.

La Presidente ed i componenti dell'attuale Cug sono stati nominati il 12.1.2016 con Icona documento 'Formato PDF' decreto dirigenziale n. RG 114/2016 (formato PFD - 100 KB) del 12.01.2016 del Direttore dell'Area Risorse umane, organizzazione e sistemi informativi, ai sensi dell'art.21 del D.Lgs. 183/2010 (Collegato al Lavoro).

La composizione del Cug e stata aggiornata con  Icona documento 'Formato PDF' decreto dirigenziale n. RG 6048/2016 (formato PDF - 1428 KB) del 24/06/2016  del Direttore dell'Area Risorse umane, organizzazione e sistemi informativi, ai sensi dell'art.21 del D.Lgs. 183/2010 (Collegato al Lavoro) e successivamente con Icona documento 'Formato PDF' decreto dirigenziale n. RG 9482/2016  (formato PDF - 98 KB) del 18/10/2016  .

Con Icona documento 'Formato PDF' decreto sindacale n. RG 114/2016 (formato PDF - 171 KB) del 28.04.2016 la Città Metropolitana di Milano ha adottato il Piano triennale di Azioni Positive 2016/2018, documento previsto dal Codice di Pari opportunità, che impegna l'Ente ad individuare le aree di intervento e mirate azioni positive, per attuare politiche del personale improntate alle pari opportunità tra donne e uomini, alla prevenzione delle discriminazioni, alla valorizzazione del lavoro femminile, al riequilibrio di genere nelle carriere e alla complessiva promozione del benessere organizzativo nell'ambiente di lavoro.

 

Pagina aggiornata il 19 ottobre 2016

 
indietro