Città Metropolitana di Milano Città metropolitana di Milano
News
Cerca

Cerca nel sito

 
Ambiente

Valutazione Ambientale Strategica del nuovo Piano cave

Thu Dec 14 11:47:00 CET 2017 - Primo Forum pubblico, giovedì 14 dicembre dalle 14 alle 17 nella Sala Affreschi di Palazzo Isimbardi

VAS

Giovedì 14 dicembre, dalle ore 14.00 alle 17.00, nella sala Affreschi di Palazzo Isimbardi, in Via Vivaio 1 a Milano, si svolge il primo Forum pubblico sulla Valutazione Ambientale Stretegica del nuovo Piano cave, aperto al pubblico interessato.

Alla prima Conferenza di Valutazione Ambientale Strategica del nuovo Piano Cave, nella mattinata, sono stati invitati a partecipare i soggetti competenti in materia ambientale e gli Enti territorialmente interessati.

In entrambe le occasioni viene presentato il Rapporto ambientale preliminare - Documento di scoping redatto nell'ambito del processo di VAS dal Centro Studi PIM.

Tra settembre 2016 e luglio 2017, sono state quarantasei le amministrazioni incontrate, ventotto delle quali hanno avanzato proposte e osservazioni connesse all'attività estrattiva, riguardanti viabilità, altre lavorazioni, interferenze con aree residenziali, problemi di salute e di sicurezza, incertezze sui tempi di restituzione delle aree scavate e recuperate, stato di abbandono di aree di pregresse attività estrattive. "Un confronto con Comuni, cittadini e operatori economici per arrivare alla redazione finale e all'adozione del Piano, - afferma Pietro Mezzi, Consigliere delegato all'Ambiente e Presidente della Consulta Cave della Città metropolitana di Milano - che sia attento alle esigenze del territorio e alle risorse naturali disponibili, e capace di stimare con esattezza i fabbisogni futuri del settore delle costruzioni, criticità ancora oggi presenti sul territorio milanese".

Il Piano cave della Provincia di Milano -ora Città metropolitana- in scadenza nel 2016 e prorogato da Regione Lombardia fino al 2019, è suddiviso in 30 Ambiti Territoriali Estrattivi (A.T.Eg.) di ghiaia e sabbia, 2 Ambiti Territoriali Estrattivi d'argilla, 7 cave di recupero, 2 cave di “riserva” per l'alta velocità Torino - Milano, 27 giacimenti.
Il volume teorico complessivo decennale del Piano cave è di 55.747.000 mc (il volume effettivo è di 45.688.876 mc).
In questi anni (2006 – 2017) sono stati approvati 23 progetti e 4 sono in istruttoria per un volume complessivo di oltre 43.000.000 di mc; di questi oltre 23.000.000 di mc sono stati autorizzati o sono in corso d'autorizzazione, di cui quelli effettivamente cavati sono il 50%. A questi volumi occorre aggiungere circa 1.181.000 mc di volumi delle autorizzazioni al recupero di cave cessate.
Nelle sette zone omogenee in cui è suddiviso il territorio della Città metropolitana di Milano sono localizzati rispettivamente 11 ambiti estrattivi nell'Alto Milanese, 6 nel Magentino - Abbiatense, 3 nel Sud Ovest, 6 nella zona Sud Est, 10 nell'Adda - Martesana, 1 nel Nord Milano e 6 nel Nord Ovest.
Sul territorio metropolitano operano 33 aziende estrattive per un totale di 170 addetti al 31/12/2016. Sono 24 le aziende che producono calcestruzzo, di cui 14 mediante la lavorazione di terra e rocce provenienti dall'estero, 6 aziende che producono conglomerato bituminoso, 16 aziende che svolgono attività legate alla gestione dei rifiuti e 5 discariche in attività.

» Consulta la convocazione 

» Consulta il Rapporto ambientale preliminare - Documento di scoping

» Leggi il Regolamento sul sito Ambiente di Città metropolitana

 



 
indietro