Sei in: Home » Schede artisti » Reine Berthelot

Talenti Extravaganti

» Passa direttamente al contenuto della pagina

» Torna alla home page di 'Talenti Extravaganti' 
» Vai alla home page della Provincia di Milano
» Vai al sito del 'Centro Come'
» Vai al sito 'Cooperativa farsi prossimo'
 

| altro
Reine Berthelot

Reine Berthelot

Pittura e scultura | Scrittura


Paese di provenienza:
Haiphong (Vietnam)
Data di nascita:
02 Luglio 1954
Riferimenti:
via Gran San Bernardo, 1
Milano - Italy
Tel: 02 342441
Cell: 348 7601403
» invia una mail

Biografia

Artista, calligrafa, illustratrice vive a Milano da più di venti anni.

Nata in Vietnam da padre francese e madre cinese, ha passato l’infanzia in Nord Africa e il resto della vita tra l’Europa e l’Oriente.
Ha quindi sviluppato la propensione e la capacità al confronto e allo scambio culturale.

Ha studiato lingua e calligrafia cinese.

L’insegnamento della calligrafia è per lei la creazione di un dialogo sul senso della vita, che trova ragione nell’autenticità del gesto che traccia con l’inchiostro un segno significante sulla carta di riso.
 

Attività attuale

Insegna calligrafia cinese e lingua francese.

Partecipa annualmente alle Mostre Internazionali di Calligrafia in Corea e in Cina.

Prosegue un suo percorso di studio con calligrafi e pittori cinesi e giapponesi sia in Europa sia in Oriente.
 

Documentazione

Foto
Reine Berthelot - Son père revint un jour de son rezzou Reine Berthelot l'Harmattan - Manu bianca manu negra Reine Berthelot - 25 i colori non piangono Reine Berthelot - opera calligrafica Reine Berthelot - opera calligrafica
 

Esperienze

Giornalista e critica musicale nelle Riviste Musicali “Diapason” e “Harmonie”, Paris 1980 - 1981.

Insegnante di chitarra classica nei conservatori di Musica, Ile de France 1981 - 1985.
Insegnante di Musica nella Scuola Francese, Milano 1985 - 1988.

Illustratrice e coordinatrice nella progettazione di numerosi libri bilingui per ragazzi.
Tra i più recenti:

  • Piccolo Chang e i cormorani (bilingue italiano-cinese), L’Harmattan Italia 1999
  • Douze punitions pour Héraclès, L’Harmattan Paris 1999
  • Fahri à Paris, L’Harmattan Paris 1999
  • 2002 -2004 bilingue francese – arabo, malinkè, bretone, corso
  • Main blanche main noire, L’Harmattan Paris

Docente di calligrafia cinese al I.S.I.A.O.(Istituto Italiano per l’Africa e l’Oriente ex ISMEO) Milano, 2003-2004.

Laboratori e performance in collaborazione con l’associazione di Intercultura Microcosmo Lombardia 2003.

Conferenza "Calligrafia cinese: arte della scrittura" e performance. Settimana Cina e Oriente - Castello Visconteo di Abbiategrasso, ottobre 2004.

Direzione di stage di calligrafia cinese organizzati dall' ACI (Associazione Calligrafica Italiana), Milano aprile 2006 - aprile 2007.

In preparazione: Diploma di calligrafia estreme-orientale (2 Dan), J.E.C.F (Japan Educational Calligraphy) Tokyo 2007.

 

Produzioni

Ha realizzato vari sigilli di cui uno per l’I.E.S. (Istituto Europeo di Shiatsu Milano - Firenze) 2003.

Mostra Internazionale di Calligrafia ( International Calligraphy Exhibition) Daegu Summer Universiade- Daegu - Korea 2003.

Mostra Annuale Internazionale (8th International Calligraphy Exhibition Art and Culture) Seoul - Corea Cina 2003 – 2004 – 2005 – 2006 - 2007.

Mostra collettiva di Calligrafia Cinese al Centro Scolastico per le Industri Artistiche Lugano – Svizzera dicembre 2005 - gennaio 2006.

Pubblicazione di un'opera calligrafica nella rivista coreana di Arte e Calligrafia: Yuekan Shuyi in occasione del 300esimo numero dedicato alla calligrafia nel mondo Seoul - Corea - 2006.

Mostra personale dal titolo "Comme une femme solitaire qui dessine pour parler dans le désert" Acquerelli e illustrazioni originali del libro "Nofa petite Touareg" L’Harmattan - Paris.

Libreria AZALAI – Milano ottobre 2006.

Mostra collettiva SHUFA Calligrafi in Europa – seconda rassegna della Confederazione Europea di Calligrafia Centro Scolastico per le Industrie Artistiche, Lugano, Svizzera - febbraio - marzo 2007.

In preparazione: conferenza sull'arte calligrafica e la scrittura cinese organizzata dalla SGAI (Società Gruppo Analitica Italiana), Milano - 2007.

 

Note

Nella concezione estetica dell’ Estremo Oriente la pittura si definisce nella pennellata e nella sua prossimità all’arte della scrittura e le arti grafiche iniziano dalla scrittura e non dalla pittura.

Nella scrittura, essendo costruita su una memoria del gesto -più che una memoria visiva, la calligrafia sviluppa la percezione di momenti, di movimenti che il calligrafo anima nella sua arte.

L’arte calligrafica richiede un impegno coinvolgente e totale del corpo, dello spirito e della sensibilità, esigendo un’abilità acquisita da lunga e paziente pratica.

Tutto ciò per svolgere in un momento, naturale e spontaneo, il piacere del gesto di tracciare con l’inchiostro un segno sulla carta di riso senza la preoccupazione occidentale della rappresentazione.