Sei in: Home » Schede artisti » Natasa Karanovic

Talenti Extravaganti

» Passa direttamente al contenuto della pagina

» Torna alla home page di 'Talenti Extravaganti' 
» Vai alla home page della Provincia di Milano
» Vai al sito del 'Centro Come'
» Vai al sito 'Cooperativa farsi prossimo'
 

| altro

Natasa Karanovic

Pittura e scultura


Paese di provenienza:
Serbia


Riferimenti:
via Immacolata, 14
21040 Caidate di Sumirago (VA) - Italy
Tel: 0331 909422
Cell: 338 2398723
» invia una mail
» visita il sito
 


Biografia

Nata nel 1965 a Belgrado, Serbia, Natasa Karanovic completa gli studi di Arti Applicate e Disegno
all'Università di Belle Arti di Belgrado nel 1991. Successivamente si trasferisce nei Paesi Bassi dove
perfeziona le techiche artistiche utilizzate. La sua arte si esprime nelle sculture in  ceramica, legno,
bronzo ed altri materiali, e nella pittura in acrilico e olio. Si cimenta anche nel disegno e nel
progetto di gioielli.
Nell 1997 si trasferisce in Italia.

 

Attività attuale

Nelle ultime opere Natasa individua nei ricami tradizionali Serbi il centro della sua ricerca artistica. In
questi lavori sono contenute le storie di una persona, di una famiglia, di una società e, quindi, di un
popolo, con il patrimonio dei loro valori che si esprimono in numerose simbologie. Questo tessuto 
viene osservato da Natasa con una lente di ingrandimento che penetra in profondità per scorgere
tutti i più piccoli dettagli. Queste ultime opere diventano cosi una traduzione pittorica di un
patrimonio umano, un'intensa espressione di una cultura centenaria, ripetutamente poi applicata su le
più svariate realtà degli oggetti bidimensionali, e tridimensionali.

 

 

Esperienze

Ha realizzato lavori come sintesi tra scultura e architettura in edifici pubblici di Belgrado, per la
Tinboerderij "De Geest" di Rhenen (NL), composizioni spaziali per il Bedrijfcentrum Wageningen e il 
progetto "Liberazione" per il Comune di Wageningen (NL).
Dal 1989 espone le sue opere nelle più importanti città europee: Vienna, Budapest, Sofia,
Salonicco, Belgrado, Roma, Milano.
Nel 2000 ha partecipato alla mostra FEMME ( Italiane dall'altro mondo) organizzata dal Comune di
Milano, al Palazzo delle Stelline, insieme ad altre nove artiste straniere residenti in provincia.