Sei in: Home » Schede artisti » Clirim Muca

Talenti Extravaganti

» Passa direttamente al contenuto della pagina

» Torna alla home page di 'Talenti Extravaganti' 
» Vai alla home page della Provincia di Milano
» Vai al sito del 'Centro Come'
» Vai al sito 'Cooperativa farsi prossimo'
 

| altro
Clirim Muca

Clirim Muca

Scrittura


Paese di provenienza:
Cerme Lushnje (Albania)
Data di nascita:
15 Giugno 1966

Riferimenti:
Piazza Monte all'Arena, 45
57016 Rosignano Marittimo (LIvorno)
Cell: 348 8862181
» invia una mail
» visita il sito


Biografia

Clirim Muca si definisce “uno straniero alle prese con la lingua italiana, un poeta clandestino che aspetta la prima “sanatoria letteraria”, cioè che la critica ufficiale si accorga della nuova letteratura in lingua italiana prodotta da intellettuali extracomunitari”.

Insieme ad amici italiani ed extracomunitari, ha fondato la casa editrice Albalibri, che ha per scopo la “correzione” del mercato editoriale in Italia.
Visto che le piccole case editrici pubblicano tutte o quasi a pagamento, Albalibri pubblica scritti di poeti e narratori gratuitamente, cercando di garantire la qualità.

In queste edizioni ha pubblicato:
  • Da oltre il mare
  • Grido
  • Ombre sul mondo
  • Milano - Tirana senza ritorno (un libro a quattro mani scritto insieme all’amico Alberto Figliolia)
  • Naufrago a Cerme
  • Cento e una favola, favole esotiche
 

Attività attuale

Impiegato e editore.
 

Documentazione

Il clandestino                           

Si leggeva la paura nei suoi occhi.
Come una gazzella nella savana,
era assalito dal suo destino.
Salì su un camion pieno
di carne macellata,
la carne viva,
da clandestino.
In mano a gente senza scrupoli
e scrupolose burocrazie, il viaggio.
Il suo destino lo precedeva,
effimero e incerto,
come una nuvola di passaggio.

Le luci della città straniera

Le luci delle vetrine,
le luci delle strade,
le luci dei semafori,
le luci delle macchine,
ai quattro orizzonti luci!
Mi abbaglieranno queste luci!
Perché io sono diventato delicato e sensibile,
perché io adesso ho spento ogni luce.
Le luci della nostalgia,
le luci dell’amore,
le luci dei ricordi,
buio, buio nel cuore.
Ancora un po’ e sarò accecato
dalle luci della città straniera.

Il rinnovo del permesso
I tuoi occhi

Tutto è successo così in fretta,
in un modo veramente buffo:
uscivo dalla metropolitana di corsa
a prendere il primo mezzo,
tu mi correvi davanti,
il tuo ritmo seguivano i miei passi;
tu andavi più veloce,
il tram era la mia meta.
Ti ho messo paura, scusa!
Con il cuore alla gola sei salita
e io subito dietro.
Quando hai capito l’equivoco,
quando si sono incrociati gli sguardi
hai riso, con gli occhi.

Rincorrevo il tram,
da quel giorno rincorro i tuoi occhi.
 

Esperienze

In Albania:

  • Ha studiato agronomia.

In Italia:

  • Ha intrapreso lo studio della letteratura senza aver avuto la possibilità di terminare gli studi.
 

Produzioni

Poesie:
  • Tani gjerave ju jap nje kuptim te ri (pubblicato in Albania). 
  • Da oltre il mare, Albalibri editore, 2005.
  • Grido, Albalibri editore, 2005.
  • Ombre sul mondo, Albalibri editore.
  • Milano – Tirana senza ritorno (un libro a quattro mani scritto insieme all’amico Alberto Figliolia), Albalibri editore, 2005.
  • Naufrago a Cerme, Albalibri editore.
  • Malinconia dell’Essere, in uscita a breve.

Favole:

  • Cento e una favola, favole esotiche, Albalibri editore, 2005.

Narrativa:

  • I racconti della terra dimenticata, Albalibri editore, 2006.

Drammi:

  • Il delirio di Adrasto e altri drammi.