» Vai al contenuto

Sei in: Home >Classificazione stradale > Amministrativa

Infrastrutture - Viabilità e trasporti - Mobilità ciclabile - Opere pubbliche stradali




 

Classificazione amministrativa delle strade

(ai sensi dell’art. 2 commi 6 e 7 del decreto legislativo 285/1992 “nuovo codice della strada”)
 
 
La classificazione amministrativa è prevista dall’art. 2 commi 6 e 7 del Decreto legislativo 285/1992 “nuovo codice della strada”, il quale dispone che “le strade si distinguono in Statali, Regionali, Provinciali, Comunali”.
In Regione Lombardia non esistono tuttavia strade “regionali”.

In questo sito pubblichiamo la “Carta delle strade provinciali nel territorio della Città metropolitana di Milano”, aggiornata al 27 gennaio 2015 e riferita al territorio della Città metropolitana di Milano, il nuovo Ente che, secondo le disposizioni della legge 56/2014, dal 1° gennaio 2015 è subentrato alla Provincia di Milano, che nel frattempo ha cessato di esistere.

La carta evidenzia i tratti di strada su cui la Città metropolitana esercita le proprie competenze gestionali, sia di carattere amministrativo sia di carattere manutentivo. La qualifica "provinciale" delle strade che la Citta' metropolitana ha ereditato dalla cessata Provincia è rimasta inalterata, secondo il dettato dell'art. 2 comma 6 del d.lgs 285/1992.

Ulteriore novità avvenuta nel 2014 è costituita dall'apertura al traffico delle nuove autostrade A35 "Brescia-Milano", A58 "tangenziale esterna", A36 "pedemontana lombarda": la carta ne riporta i tracciati, distinguendo tra tratti aperti al traffico e tratti in costruzione. 

Alla data del 27 gennaio 2015 la rete gestita dalla Provincia era costituita da un totale di 718 km, così suddivisi:
  • 696 km di strade classificate provinciali;
  • 22 km di strade in attesa di provvedimento di classificazione.
AVVERTENZA: la carta è stata realizzata con diligenza e buona fede a scopo illustrativo, ma non può al momento essere garantita la totale assenza di errori; pertanto la carta non sostituisce gli atti ufficiali della Provincia di Milano aventi valore legale: in caso di difformità prevale l’indicazione di questi ultimi.
 



 

 

 
 

Credits