» Vai al contenuto

Sei in: Home >Dettaglio Articolo

Infrastrutture - Viabilità e trasporti - Mobilità ciclabile - Opere pubbliche stradali




 

Dettaglio Articolo

PARTONO I LAVORI SULLA SP14 RIVOLTANA.

PER UN ANNO PERCORSI VIABILISTICI ALTERNATIVI.
DE NICOLA: "DISAGI ADESSO PER UNA MOBILITA' MIGLIORE"

Milano, 20 giugno 2013 – A partire dal 21 giugno 2013 la strada provinciale SP 14 "Rivoltana" sarà gradualmente interessata da importanti lavori di potenziamento che porteranno al restringimento della carreggiata da 2 ad 1 corsi per senso di marcia dalla rotatoria di Novegro-Luna Park fino a Limito di Pioltello.

Per la restante parte della provinciale fino a Liscate, già a due corsie, verranno attivati cantieri per potenziarla, mantenendo la circolazione dei veicoli su una singola corsia per senso di marcia in condizioni analoghe a quelle odierne.

I lavori, previsti nell'accordo di programma del 2007 per la realizzazione della Brebemi, il nuovo collegamento autostradale tra le Città di Brescia e Milano, finanziati e progettati dalla stessa società, avranno la durata di circa un anno.

"Ci siamo trovati a gestire una situazione di emergenza - ha spiegato l'assessore alle Infrastrutture e trasporti Giovanni De Nicola -: mi rendo conto che per un anno ci potranno essere difficoltà, ma la finalità è avere una strada che permetta una mobilità più rapida e sicura. Per alleviare il disagio degli utenti abbiamo predisposto strade alternative alla Rivoltana e un servizio di trasporti che predilige i viaggi in treno per non creare ulteriore congestione".

Dal momento che la "Rivoltana" è una delle principali arterie che permettono agli utenti, soprattutto pendolari, di entrare e uscire da Milano (ogni giorni si contano circa 40.000 passaggi di autoveicoli, e circa 20.000 persone su autobus o auto private in uscita dalla città) e vista la complessità del cantiere che causerà incrementi sensibili dei tempi di percorrenza, in accordo con i Comuni attraversati dalla strada e con le attività commerciali che risiedono lungo il percorso, sono state decise alcune modalità di intervento.

E' innanzitutto fondamentale che la Rivoltana, da qui a un anno, sia percorsa da coloro che hanno come partenza e destinazione luoghi lungo la strada provinciale: per tutti, comunque, è suggerito un cambiamento delle abitudini di viaggio: preferire l'uso del treno piuttosto che auto e autobus.

Per gli autocarri: dovranno percorrere la SP14 senza limitazioni di fasce orarie per le operazioni di carico e scarico. Considerando che le merci non possono essere trasferite su treno.

Per le auto: sono consigliati itinerari alternativi per raggiungere Milano. La SP 415 Paullese; la SP 39 Cerca; la SP 13 Monza-Melzo; la SP 161 Paullo-Vignate. Sono stati studiati - vedi file allegato – itinerari alternativi dedicati ai comuni che avranno più difficoltà: San Felice, San Bovio, Limito (frazione di Pioltello), Lucino, Millepini, Pobbiano (frazione di Rodano), Segrate.

Per gli utenti dei mezzi pubblici: La linea K511 Rivolta-Vailate-Milano cambia destinazione: il nuovo capolinea diventa la stazione ferroviaria di Melzo e alcune corse vengono prolungate fino alla stazione di Pioltello per gli utenti della località La Fopa di Rodano. Altre variazioni di percorso riguardano la linea Z409 "Rodano-Pioltello-Aeroporto di Linate". (vedi file allegato)

Principali provvedimenti:

1 – La Provincia ha ottenuto dal Consorzio BBM, impresa esecutrice dei lavori per conto di Brebemi, la realizzazione di una corsia dedicata alle autolinee, che costeggi l'Idroscalo e conduca al quartiere San Felice.

2 – La messa in esercizio, dal prossimo lunedì 24 giugno, di una bretella di collegamento tra la circonvallazione dell'Idroscalo e i quartieri di San Felice di Segrate e San Bovio di Peschiera Borromeo che favorirà l'accesso alla Paullese.

3 – L'impegno di aprire al traffico il cavalcavia presso la rotatoria di San Felice in contemporanea con l'inizio del prossimo anno scolastico, a settembre.

4 – L'impegno della Consorzio BBM, general contractor composto da Pizzarotti CCC, a eseguire i lavori in più turni giornalieri, 7 giorni su 7.


5 – La realizzazione a Tregarezzo di una fermata del trasporto pubblico su gomma e la conseguente realizzazione di un nuovo parcheggio per i residenti e per gli utilizzatori delle attività commerciali dell'area. 
 

L'ufficio stampa infrastrutture e mobilità
0277403797





 
 

Credits