Cerca

Cerca nel sito

COMITATO UNICO DI GARANZIA

cug

La legge 183/10 ha disposto l’obbligo per le Pubbliche Amministrazioni di costituire il 'Comitato unico di garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni' che sostituisce, unificando le competenze in un solo organismo, i Comitati per le pari opportunità ed i Comitati paritetici sul fenomeno del mobbing. 


Il Cug contribuisce all’ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico migliorando l’efficienza delle prestazioni, collegata alla garanzia di un ambiente di lavoro caratterizzato da rispetto dei principi di pari opportunità, di benessere organizzativo e dal contrasto di qualsiasi forma di discriminazione e di violenza morale o psichica per i lavoratori.

  

Il Comitato Unico di Garanzia ha aderito nel mese di gennaio 2019 alla Rete nazionale dei CUG, a cui partecipano circa 130 Amministrazioni Pubbliche nell’ottica di promuovere e far circolare Buone prassi per le pari opportunità, il contrasto alla violenza e alle discriminazioni e favorire il benessere organizzativo nei luoghi di lavoro.

Per approfondire leggi il Manifesto di adesione alla Rete Nazionale CUG.

COMPOSIZIONE del COMITATO UNICO DI GARANZIA DI CITTA' METROPOLITANA DI MILANO

 

COMPITI E FUNZIONI:

Il Comitato ha poteri propositivi su:

Predisposizione di piani di azioni positive, per favorire l’uguaglianza sostanziale sul lavoro tra uomini e donne
Promozione e/o potenziamento delle iniziative che attuano le politiche di conciliazione
Diffusione delle conoscenze ed esperienze sui problemi delle pari opportunità e sulle possibili soluzioni adottate da altre amministrazioni o enti, anche in collaborazione con la Consigliera di parità del territorio di riferimento
Azioni atte a favorire condizioni di benessere lavorativo
Azioni positive, interventi e progetti, quali indagini di clima, codici etici e di condotta, idonei a prevenire o rimuovere situazioni di discriminazioni o violenze sessuali, morali o psicologiche – mobbing- nell’amministrazione pubblica di appartenenza


Il Comitato ha poteri consultivi su:

Progetti di riorganizzazione dell’Amministrazione di appartenenza
Piani di formazione del personale
Orario di lavoro, forme di flessibilità lavorativa e interventi di conciliazione
Criteri di valutazione del personale
Contrattazione integrativa sui temi che rientrano nelle proprie competenze


Il Comitato ha poteri consultivi di verifica su:

Risultati delle azioni positive
Esiti delle azioni di promozione del benessere organizzativo e prevenzione del disagio lavorativo
Esiti delle azioni di contrasto alle violenze morali e psicologiche nei luoghi di lavoro – mobbing
Assenza di ogni forma di discriminazione, diretta e indiretta, relativa al genere, all’età..  nell’accesso, nel trattamento e nelle condizioni di lavoro, nella formazione professionale, promozione negli avanzamenti di carriera e sicurezza del lavoro