Cerca

Cerca nel sito

Pari opportunità

Uno sviluppo sociale sostenibile e inclusivo parte dall’idea di valorizzare le persone e ridurre le diseguaglianze, garantendo a tutti i cittadini pari opportunità.

I progetti e le politiche di Città metropolitana si articolano sul duplice binario della prevenzione e del contrasto delle discriminazioni da un lato e del sostegno alla conciliazione tra tempi di lavoro e tempi della famiglia dall’altro. L’idea di sviluppo è un riequilibrio dei carichi familiari e di cura tra i generi e una rivisitazione delle organizzazioni aziendali verso modelli family friendly.

Un lavoro orientato a promuovere la condivisione di significati e iniziative comuni per realizzare le finalità proprie delle politiche per le pari opportunità: di uguaglianza tra uomini e donne, promuovendo la democrazia paritaria nella vita sociale, culturale, economica e politica.

Nel Piano strategico triennale del territorio metropolitano questa è una delle funzioni fondamentali e rappresenta la “matrice generativa” per lo sviluppo del welfare.

  » Leggi il Piano Strategico della Città metropolitana di Milano (file .PDF - 10 MB) 

 

cug

La legge 183/10 ha disposto l’obbligo per le Pubbliche Amministrazioni di costituire il Comitato unico di garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni che sostituisce, unificando le competenze in un solo organismo, i Comitati per le pari opportunità ed i Comitati paritetici sul fenomeno del mobbing.

» Comitato Unico di Garanzia realizzato a favore dei lavoratori e delle lavoratrici dell'Ente.

 

 

Si è, inoltre, costituito un Tavolo permanente sulle pari opportunità tra enti pubblici, soggetti privati e terzo settore

Il tavolo si è costituito raccogliendo le manifestazioni d’interesse delle associazioni, delle organizzazioni sindacali e degli stakeholder qualificati che hanno risposto all’Avviso Pubblico di Città Metropolitana ed è arricchito dalla partecipazione di Assessore e Consigliere delegati dei Comuni, che hanno scelto di partecipare, e dal contributo fondamentale del Consiglio per le pari opportunità di Regione Lombardia.

Coordinato da una “Cabina di regia” con una funzione di accompagnamento ma soprattutto di stimolo alla riflessione e alla costruzione di una mappa delle idee che possa arricchire e favorire il dialogo tra tutti i livelli coinvolti: Città Metropolitana; il Consiglio per le Pari opportunità di Regione Lombardia e tutte le Amministrazioni locali.

Ambiti  strategici, per la Città Metropolitana:

  • Contrasto alla violenza di genere
  • Cultura di genere e prevenzione
  • Lavoro, imprenditoria, conciliazione
  • Migranti e Contrasto al fenomeno della tratta
  • LGBTQIA