Cerca

Cerca nel sito

SENSIBILIZZAZIONE DEI DIRITTI UMANI IN ALBANIA

Sector: Diritti umani

Area: Balcani

Nation: Albania

Agency: Arci Milano

Year: 2007

Località: Berat

Period: 12 mesi

General Target:

Sostenere il riconoscimento e il rispetto dei diritti umani nel distretto di Berat, con particolare riferimento a donne e bambini, in quanto parte svantaggiata della popolazione.



Specific Target:

Rafforzare gli scarsi servizi sociali destinati alla componente femminile e all'infanzia, creare uno "sportello dei diritti", sensibilizzare la cittadinanza.



Beneficiari:

Donne, bambini e ragazzi, tutta la comunità.



Budget:

Costo totale del progetto: 25.500,00 €. La provincia di Milano ha contribuito con 8.000,00 € alla realizzazione del progetto.



Attività:

Individuazione di un gruppo di lavoro che effettuerà una mappatura della situazione iniziale del distretto e seguirà lo sviluppo del progetto; effetuazione di una verifica comparativa della legislazione, e scambi di opinione ed esperienze tra le Istituzioni locali e il mondo dell'associazionismo e delle organizzazioni italiane; corso di formazione per gli operatori/operatrici dello sportello; attivazione dello sportello; realizzazione di giornate formative per i giovani; organizzazione di un corso artistico e fotografico sulle tematiche progettuali per i ragazzi, che terminerà con la presentazione dei lavori con una mostra presso la sede del Comune; programmazione di una serie di dibattiti pubblici; realizzazione di un cineforum estivo inerenti le tematiche del progetto; coinvolgimento delle Istituzioni locali e del "Parlamento dei Giovani" nello sviluppo del progetto; realizzazione di un workshop conclusivo di riflessione sull'andamento del progetto, nonchè discussione sull'ulteriore proseguimento delle attività.



Description:

Il progetto, proposto da Arci Milano, mira a migliorare la condizione di donne e bambini partendo dalla considerazione della situazione attuale, in particolare il confronto con la legislazione europea ed internazionale, nonchè il dialogo con associazioni ed organizzazioni italiane, contribuirà a rendere più efficaci gli interventi. Attraverso lo "sportello dei diritti" si vuole fornire a soggetti svantaggiati, come donne e bambini, supporto ed assistenza psicologica-sanitaria, sia in situazioni di emergenza, che continuative. Le azioni formative nelle scuole e i momenti di confronto e riflessione aperti alla cittadinanza sono finalizzati alla diffusione di una maggiore consapevolezza riguardo alla necessità di riconoscere e rispettare i diritti e, e quindi la dignità, di ogni persona umana, sia esso adulto o bambino, uomo o donna.