Cerca

Cerca nel sito

Concorso Musicale

#liberailtuosound
strofe contro la tratta

LiberaSound_mattonella

Scrivi Canzoni? 
Credi nel potere della musica?
Hai voglia di metterti alla prova in un progetto musicale che parli con la testa ai cuori? 

Allora #liberailtuosound strofe contro la tratta fa per te

 equalizer_stop

 

Città metropolitana di Milano lancia il primo concorso dedicato a cantautori e musicisti per dar vita al brano musicale #liberailtuosogno contro la tratta e il grave sfruttamento di esseri umani.

Per partecipare compila il modulo.

   
#liberailtuosound, strofe contro la tratta è un progetto finalizzato alla realizzazione del brano musicale multi-autoriale #liberailtuosogno (ascolta la base musicale qui sopra), ispirato all’omonima iniziativa promossa dal Numero Verde Nazionale contro la Tratta nella giornata europea contro la tratta degli esseri umani (18 ottobre) e che prevede il lancio di migliaia di palloncini colorati in aria con l’hashtag/ slogan #liberailtuosogno.

 

Proprio come la pioggia di palloncini che colora i cieli delle piazze d’Italia, le parole di una canzone possono dar voce a chi non ce l’ha e diventare la narrazione dei sogni di tutte le vittime di tratta e/o di grave sfruttamento”.


La prima fase del progetto parte da qui, da questa call to action indirizzata ai giovani cantautori, invitati a comporre una strofe della canzone #liberailtuosogno a partire dalla base del brano appositamente realizzata dal compositore e sound engineer Luca Saliu.

Il termine ultimo per inviare i propri contributi è il 7 ottobre.


Per ulteriori informazioni scarica qui il Regolamento del concorso.

Clikka qui e scarica l'mp3 della base del brano #Liberailtuosogno


I tre migliori testi pervenuti saranno presentati in occasione del Convegno “Derive e Approdi” il 25 ottobre al teatro Franco Parenti, di Milano.


Successivamente, i cantautori selezionati insieme allo staff artistico di progetto lavoreranno insieme alla stesura del ritornello della canzone #liberailtuosogno.

Una volta conclusa la scrittura del brano #liberailtuosogno, avrà inizio la fase di produzione e la nuova canzone sarà prodotta da uno studio di registrazione professionale.

Il nuovo brano sarà poi fatto circolare negli store digitali.

Se il lancio di un palloncino è un gesto semplice ma simbolico che può contribuire a far riflettere e volgere l’attenzione della cittadinanza su di un tema così drammatico come quello della tratta, una canzone può essere occasione per sensibilizzare, coinvolgere e attivare la community di artisti, autori, musicisti sul tema della tratta e mettere le ali ai sogni di tanti sogni di donne, uomini e minori e contribuire a dare voce a chi non ce l’ha.

L’idea del contest nasce all’interno del progetto “DERIVE E APPRODI: AREE DI LIBERTA’ E DIRITTI PER VITTIME DI TRATTA E SFRUTTAMENTO NEGLI AMBITI TERRITORIALI DI COMO, MILANO, MONZA BRIANZA, SONDRIO E VARESE” coordinato dal Comune di Milano, in risposta al bando indetto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per le Pari Opportunità in attuazione del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 16 Maggio 2016.

                                                  dpo_immagine  DeriveApprodi_mattonella

 

Il fenomeno della tratta

Il 18 ottobre si celebrerà la 12° Giornata Europea contro la Tratta, un fenomeno, quello della tratta e del grave sfruttamento, sempre più diffuso e legato all’emergenza dei nuovi flussi migratori che interessano l’Unione Europea. Alcune stime parlano di quasi un milione di presunte vittime di tratta e/o di grave sfruttamento. Numeri che fanno pensare all’epocale dimensione del fenomeno e ai numerosi business di reti criminali transnazionali che lo alimentano. Oltre 20 mila i soggetti che, tra giovani donne, uomini e minori ogni anno entrano nei sistemi di protezione e di assistenza, di cui circa mille in Italia. Lo sfruttamento nell’ambito sessuale (che coinvolge un numero enorme di vittime minori), lo sfruttamento lavorativo, l’accattonaggio forzato e le economie illegali forzate (spaccio e furti) sono fenomeni di grande portata il cui contrasto risulta difficile e complesso.
I luoghi di maggior provenienza delle vittime sono l’Asia Orientale, il Sud America, l’Africa Occidentale e l’est Europeo. Se ci concentriamo nella sola Europa, il 36% delle vittime proviene dall’Africa (la Nigeria è capofila di questa non invidiabile classifica), il 26% dall’Est Europeo e il 9% dall’Asia.


Link 

Osservatorio Interventi Tratta

Dipartimento per le Pari Opportunità

OSCE Secretariat

 

Siti tematici

Info

URP - Ufficio Relazioni con il Pubblico

  •  Numero Verde: 800.88.33.11
    - dal lunedì al giovedì:
      10.00-12.00 / 14.00-16.00
    - venerdì:
      10.00-12.00
  •  Chiedilo all'Urp
  •  Pec
  •  Peo
  • apertura al Pubblico
    - dal lunedì al giovedì:
      9.00 - 13.00 / 14.00 - 16.00
    - venerdì:
      9.00 - 13.00