Cerca

Cerca nel sito

Periferie al centro - Pioltello

"/

Periferie al centro. Riqualificazione del Quartiere satellite di Pioltello.
Zona omogenea Adda Martesana

Proponenti: Comune di Pioltello, Tribunale di Milano, Prefettura UTG di Milano, altri sostenitori tra cui Caritas Ambrosiana, Diaconia Valdese, Fondazione Housing Sociale.
Il progetto è stato presentato mercoledì 3 maggio a Pioltello.

Progetto

Riqualificazione di uno dei quartieri maggiormente interessati da processi di marginalizzazione nell’intera area metropolitana attraverso azioni dirette a promuovere l’integrazione sociale, sostenere le politiche per il lavoro, arricchire l’offerta di spazi e di programmi per attività ricreative.
Gli inteventi prevedono la rifunzionalizzazione del centro sportivo e l’apertura di uno sportello di sostegno all’abitare, infrastrutture adeguate all’inserimento di questo contesto in un sistema ampio di relazioni multilivello che ne trasformino la condizione di isolamento in condizione di elevata urbanità.

Interventi

1. Family Workhub
Servizi di accudimento/educazione per bambini 0-3 anni; infrastrutture di co-working per i genitori; servizi di supporto al lavoro; momenti e gruppi di aggregazione/socializzazione attivando forme di volontariato.

2. Emporio solidale
Costituzione di un circuito territoriale di piccole forniture, attraverso la selezione di persone disoccupate o in condizioni di fragilità sociale; potenziamento della mensa sociale già attiva a Pioltello.

3. Politiche del lavoro
Servizi di accompagnamento al lavoro; adozione di incentivi all'adesione ai percorsi; studio e sviluppo di start up aderenti alle caratteristiche della popolazione oltre che alle prospettive di mercato, al fine di offrire nuove opportunità lavorative a donne, giovani e disoccupati di lungo periodo.

4. Progetto di formazione all'autonomia
Formazione e accompagnamento educativo dei giovani a rischio di dispersione scolastica; studio assistito dei ragazzi della secondaria di 1° grado; attivazione di percorsi di gruppo che alternano scuola e lavoro con laboratori settimanali e sperimentazione di stage.

5. Sportello di sostegno all'abitare
Apertura di uno sportello di consulenza sull'abitare al fine di garantire assistenza tecnica sulle problematiche abitative, offrire formazione e accompagnamento ai consiglieri condominiali del quartiere, individuare i destinatari dell'azione di housing, al fine di potenziare le forme di contrasto all'illegalità; costituzione di un fondo di sostegno all'affitto.

6. Rifunzionalizzazione Centro Sportivo Tennis & Calcetto
Riqualificazione del Centro Sportivo di via Leoncavallo e trasformazione dello stesso in un'eccellenza che renda attraente il quartiere aprendone i confini simbolici, introducendo forme innovative di coinvolgimento dei cittadini nella riqualificazione di spazi e nella sperimentazione di azioni di coesione sociale.

7. Sperimentazione di welfare condominiale e mediazione dei conflitti
Azioni di mediazione dei conflitti e laboratori di quartiere da programmarsi in sinergia con l'accompagnamento educativo dei giovani; interventi di riqualificazione su spazi comuni per facilitare lo svolgimento dei laboratori.

8. Educativa e animazione territoriale (coro e orchestra multietnici)
Costituzione di un'orchestra e di un coro multietnici giovanili da parte dell'Associazione Quattrocentroquaranta, con la formazione di tre gruppi di circa 20 elementi rivolti a bambini e adolescenti.

9. Apertura di un luogo fisico di riferimento alle azioni progettuali
Realizzazione di un punto di riferimento nel quartiere, una cabina di regia tra i soggetti attuatori delle azioni che curi il raccordo con altre iniziative di rigenerazione urbana nel quartiere Satellite, nonché gli aspetti comunicativi verso gli abitanti e le connessioni tra le diverse azioni e target di progetto.



Beneficiari

Sono beneficiari del progetto 8.710 abitanti, di cui 1.830 in situazioni di fragilità e 1.630 minori.
In particolare, ciascuno dei dieci interventi è destinato a un determinato numero di abitanti. Family workhub: 1.530 abitanti; rete di forniture solidali: 240; mensa sociale: 200; politiche del lavoro: 200; progetto di formazione all’autonomia: 120; sportello di sostegno all’abitare: 1130; riqualificazione partecipata di aree degradate: 2500; welfare condominiale e mediazione conflitti: 390; azioni educative e animazione territoriale: 1500; apertura di un luogo di riferimento: 900.

 

>Vai al seminario di presentazione del progetto