Cerca

Cerca nel sito

Piero Mazzarella. Il mestiere del teatro

12 Sep 2016 - di Mietta Albertini

Figlio d’arte, Piero Mazzarella è stato sulla scena teatrale fin da bambino. Appartenente ad una famiglia di teatranti, ha calcato le scene di tutto il paese e, senza tralasciare cinema e televisione, ha continuato a lavorare in teatro per tutta la vita. Solo nel 1958, per amore della famiglia, Mazzarella si è fermato a Milano dove ha iniziato a recitare in lingua milanese, diventando il massimo esponente di quella tradizione dialettale che forse, senza di lui, sarebbe andata persa.

32 min. , 1996

Scheda catalografica





Piero Mazzarella
(Caresana di Vercelli, 1928 – Milano, 2013). La sua è una vita di palcoscenico da sempre in quanto, essendo figlio d'arte da parte di madre (milanese) e di padre (siciliano), comincia la carriera già a 10 anni. Adulto, si dedica dapprima prevalentemente alla rivista. Rimasto vedovo solo dopo sei anni della moglie Marisa Marwill, pure attrice, già nel 1957, per poter stare vicino ai due figli, rinuncia agli spettacoli che lo portavano in giro per l'Italia e si ferma a lavorare a Milano, cosa che però gli darà la possibilità di affermarsi con grande successo nel teatro dialettale, soprattutto meneghino, tanto da meritarsi il titolo di "erede di Ferravilla".
Ha recitato all'Alcione, all'Olimpia, al Sant'Erasmo, al Gerolamo, al Piccolo Teatro, al San Calimero, al Teatro della 14a  dove interpreta le commedie del fratello "Rino Silveri" che a volte è anche co-attore, al Renato Simoni, al Pier Lombardo, al Franco Parenti ecc. Ha fatto radio, televisione, cinema.


L'autrice
Mietta Albertini
, dopo gli studi al liceo e all’Accademia di Brera a Milano, ha lavorato come attrice in teatro, cinema e televisione. E’ stata conduttrice radiofonica per Radio Popolare e per la Rai (RaiStereonotte). Ha collaborato con numerosi periodici scrivendo di cinema. E’ del 1984 il primo video insieme a Leonardo Sangiorgi (dello Studio Azzurro di Milano) dal titolo “Frullato di ingredienti conici”. Nel 1991 ha vinto il finanziamento del Premio Filmmaker “Immagini di realtà” con il progetto “Pankine” presentato nella rassegna dello stesso anno.
Per il Medialogo ha realizzato i documenti su Piero Mazzarella, Ernesto Calindri, Enzo Biagi, Nanni Svampa, Maurizio Nichetti, e Franca Valeri, per la serie “Gente di Milano”. Ha lavorato diversi anni per la sede Rai di Milano, dove ha collaborato ai programmi di Enzo Biagi, a “Linea Verde”, “L’isola dei famosi” e “Giù al Nord”.

 



Siti tematici

Info

URP - Ufficio Relazioni con il Pubblico

  •  Numero Verde: 800.88.33.11
    - dal lunedì al giovedì:
      10.00-12.00 / 14.00-16.00
    - venerdì:
      10.00-12.00
  •  Chiedilo all'Urp
  •  Pec
  •  Peo
  • Apertura al pubblico martedì e giovedì solo su appuntamento da richiedere tramite:
    - form online Chiedilo all'URP
    - Numero Verde: 800.88.33.11