Cerca

Cerca nel sito

Comunicazioni

CIG in deroga nel territorio dell'area Metropolitana

Gli interventi di sostegno al mercato del lavoro a seguito della pandemia COVID-19

 

Regione Lombardia - notizie online 9 marzo 2020 e News della CGIL Lombardia 11 marzo 2020

 

La Regione ha acquisito il via libera anche dalle Parti Sociali per l’attivazione della cassa integrazione e per la cassa integrazione in deroga a favore delle imprese lombarde. Il provvedimento è attivo con uno stanziamento di 135 milioni di euro.  Attraverso l’accordo dell’11 marzo con le Parti Sociali la Regione intende rendere immediatamente disponibile gli ammortizzatori in deroga con effetto retroattivo al 23 febbraio, in attesa di coordinarlo con i prossimi provvedimenti governativi. Oltre all’estensione ad almeno 3 mesi della stessa cassa integrazione in deroga perché un mese è sostanzialmente già prossimo alla scadenza (considerato che il DPCM estende fino al 3 aprile effetti sulla riduzione delle attività economiche), la Regione chiede al Governo di stanziare ulteriori risorse rispetto ai 135 milioni che sono i risparmi per la gestione della precedente stagione di ammortizzatori in deroga.

Inoltre, la Regione chiede di costruire sistemi universali di sussidi per la riduzione delle attività anche per i titolari di imprese artigiane, microimprese e partite IVA. Nella premessa dell’Accordo si conviene, tra i sottoscrittori che i datori di lavoro assumano tutte le iniziative possibili per evitare che la particolare situazione determinata dalle ordinanze emanate dal Governo, d'intesa con le regioni, allo scopo di arginare la diffusione del COVID-19 produca effetti negativi sul piano occupazionale, in particolare utilizzando, ove possibile, le potenzialità offerte dal Lavoro Agile.

Nel caso in cui tale situazione produca sospensione o riduzione dell’attività produttiva, essi si impegnano pertanto a favorire nei confronti dei propri dipendenti tutte le forme di sostegno del reddito rappresentate dagli ammortizzatori sociali in costanza di rapporto di lavoro previste dalla normativa vigente, in particolare dal DLgs n. 148/15 e a richiedere l’intervento della Cassa Integrazione Guadagni in Deroga (CIGD) solo qualora non trovino applicazione le tutele previste dalla normativa stessa, in applicazione di quanto disposto dagli art. 15 e 17 del Decreto Legge 2 marzo 2020, n. 9.

L’ambito di applicazione dell’Accordo tra Regione e Parti sociali, è il seguente: Il Decreto-Legge n. 9/2020 prevede tre tipologie di intervento di seguito specificate: 1.1 Art.15 - concessione del trattamento di Cassa Integrazione in deroga (CIGD) per la c.d. “zona rossa” 1.2 Art.17 - concessione del trattamento di Cassa Integrazione in deroga (CIGD) per tutti gli altri Comuni della Lombardia 1.3 Art.16 – riconoscimento indennità lavoratori autonomi per la c.d. “zona rossa”.

Saranno introdotte modifiche relative a strumenti e destinatari indicati al comma 1, in coerenza con le modifiche normative conseguenti all’approvazione del DPCM dell’8 marzo che ha modificato significativamente il perimetro territoriale interessato alle restrizioni e le relative caratteristiche di intervento. L’Accordo non fa riferimento al FSE, né allo svolgimento di politiche attive del lavoro. Inoltre, non viene specificato il rapporto dei lavoratori con i CPI.

 

https://www.lombardianotizie.online/coronavirus-cassa-integrazione/

https://www.cgil.lombardia.it/siglato-laccordo-sugli-ammortizzatori-sociali-in-deroga-e-indennita-per-i-lavoratori-autonomi/

Siti tematici

Info

URP - Ufficio Relazioni con il Pubblico

  •  Numero Verde: 800.88.33.11
    - dal lunedì al giovedì:
      10.00-12.00 / 14.00-16.00
    - venerdì:
      10.00-12.00
  •  Chiedilo all'Urp
  •  Pec
  •  Peo
  • Apertura al pubblico martedì e giovedì solo su appuntamento da richiedere tramite:
    - form online Chiedilo all'URP
    - Numero Verde: 800.88.33.11