Città Metropolitana di Milano Città metropolitana di Milano
News
Cerca

Cerca nel sito

 
Comunicato stampa

21 Novembre – Giornata Nazionale degli Alberi Inizia la stagione agronomica e parte la campagna di forestazione 2020-2021 del Comune di Milano e della Città Metropolitana

20 Nov 2020 -

Si parte con oltre 114mila piante nella Città metropolitana, di cui 28mila nel Comune di Milano che ha superato i 500mila alberi

20 Novembre 2020 – Sabato 21 novembre è la giornata dedicata agli alberi non solo perché in Italia è la Giornata Nazionale degli Alberi (istituita dal Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, riconosciuta con l'art. 1 della Legge 14 gennaio 2013) ma anche perché è il giorno che segna l’avvio della nuova stagione agronomica (21 novembre 2020 – 21 marzo 2021) con la quale, nonostante le difficoltà dettate dalla pandemia, riprende Forestami la campagna di Forestazione nel Comune di Milano e nella Città Metropolitana di Milano. Progetto promosso da Comune di Milano, Città Metropolitana di Milano, Regione Lombardia–ERSAF, Parco Nord Milano, Parco Agricolo Sud Milano e Fondazione di Comunità Milano, basato su una ricerca realizzata dal Politecnico di Milano (Dipartimento Architettura e Studi Urbani), sostenuta da Fondazione Falck e FS Sistemi Urbani, che ha l’obiettivo finale di piantare 3 milioni di alberi entro il 2030 sul territorio della Città metropolitana di Milano.

La nuova stagione agronomica parte con la messa a dimora di oltre 114mila piante nella Città Metropolitana, di cui circa 28mila nel Comune di Milano, che ha superato i 500mila alberi. 

"Piantare anche solo un albero è un gesto di fiducia nel domani - commenta il Sindaco di Milano Giuseppe Sala - è un investimento nel futuro dei nostri quartieri, dei nostri Comuni e del nostro Paese. Per questo motivo, in un anno particolarmente difficile a causa dell'emergenza sanitaria in corso, la Giornata Nazionale degli Alberi e l'avvio della nuova stagione agronomica acquistano un valore ancora più profondo. Il piano di piantumazioni per il 2020/21 che prevede circa 28 mila piante a Milano insieme all'ambizioso obiettivo di Forestami di piantare 3 milioni di alberi entro il 2030 nei Comuni della Città metropolitana, grazie anche al sostegno di privati e singoli cittadini, racconta l'importanza della forestazione urbana nel percorso di sostenibilità che Milano ha intrapreso da tempo per migliorare la qualità dell'ambiente. Non si tratta solo di incrementare spazi verdi, ma di contribuire a costruire e diffondere una sensibilità ambientale comune e condivisa: un impegno che Milano ha fatto proprio".

“La grande Milano, rappresentata dai 133 comuni della Città Metropolitana, sta facendo uno sforzo straordinario con il progetto Forestami e sarà protagonista di un contributo decisivo per il raggiungimento dell’ambizioso traguardo dei 3 milioni di alberi – commenta Michela Palestra, referente istituzionale del progetto Forestami per Città Metropolitana - Forestami nasce ben prima della pandemia ma proprio in questa situazione emergenziale diventa un’urgenza dell’agenda della politica degli amministratori investire sulla sostenibilità e sull’ambiente. Le azioni di Forestami si traducono immediatamente in un argine ai cambiamenti climatici e in un miglioramento della qualità di vita per i cittadini di tutta l’area metropolitana.
“L’opera di forestazione dell’area metropolitana di Milano è importante sotto il profilo ambientale e anche come messaggio simbolico di vita in questo periodo difficile. Gli alberi sono parte della soluzione ai problemi causati dai cambiamenti climatici e dal dissesto idrogeologico. Oltre all’opera di piantumazione è necessario che gli enti pubblici si occupino anche della tutela e della gestione. La Regione sta agendo in tutta la Lombardia, attraverso il supporto tecnico di Ersaf, per distribuire ogni anno a comuni ed enti privati circa 300.000 piante di qualità autoctone e progettando gli interventi forestali in maniera accurata, garantendo la manutenzione degli alberi fino a maturità perché possano fornire tutti quei benefici ambientali che sono ormai indispensabili anche per le pianure e le città” dichiara Fabio Rolfi, assessore all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi della Regione Lombardia.

“La vera sfida, oggi, è quella legata alla Forestazione Urbana, che si presenta più che mai come una necessità fondamentale: i boschi attorno alle città, e sistemi continui di alberature importanti al loro interno, puliscono l’aria assorbendo le polveri sottili, ombreggiano le zone pubbliche evitando riscaldamenti eccessivi, riducono la CO2. Ma non solo: gli alberi  migliorano la qualità della vita e della salute pubblica. C’è bisogno di un’autentica rivoluzione in termini di forestazione urbana e demineralizzazione delle superfici: portare boschi e foreste nelle città vuol dire limitare la produzione di CO2 proprio dove per gran parte viene prodotta, significa far sì che la CO2 venga sfruttata come una sorta di fertilizzante per le piante e trasformarla in ossigeno; significa offrire un contributo reale e concreto al rallentamento del riscaldamento globale e a favore dell’incremento della biodiversità. La sfida della forestazione urbana e di Forestami sta nel proporre ecosistemi urbani innovativi e sostenibili in cui natura vegetale e città si intrecciano e agiscono come un unico organismo” commenta Stefano Boeri, Presidente del Comitato Scientifico di Forestami.

“A Milano oggi abbiamo superato i 500mila alberi, un traguardo importante che ci spinge a fare ancora meglio è ancora di più. Quest'anno pianteremo quasi 28mila piante, entro febbraio sarà completato il parco Adriano, a breve aprirà il nuovo giardino di viale Crespi e inaugureremo Sant'Agostino, dove quasi 100 nuovi alberi hanno cambiato il volto della piazza. Sono solo alcuni dei tanti progetti per rendere ogni quartiere più vivibile, vogliamo che ogni cittadino possa trovare a pochi passi da casa spazi verdi a misura di bambino e di pedone. Un'esigenza, quella di luoghi da vivere all'aperto, che la pandemia ha dimostrato essere ancora più forte per i cittadini – dichiara l'assessore all'Urbanistica, Verde e Agricoltura del Comune di Milano Pierfrancesco Maran – A questi si affiancano gli obiettivi di medio termine: 20 nuovi parchi, la nascita del Grande Parco Metropolitano e la piantumazione di 3 milioni di alberi su scala metropolitana entro il 2030. Una grande rivoluzione verde che ha bisogno della collaborazione di tutti". 

 

APPROFONDIMENTI

1) Le piantagioni nella città di Milano
Quasi 28mila piante e il completamento del parco Adriano
Superati 500mila alberi in città

27.721 piante, di cui 20.120 alberi e 7.621 arbusti: sono i numeri del piano piantumazioni per la città di Milano nella stagione agronomica 2020/2021: tra i 20.120 alberi, a fronte di una stima di bambini nati nel 2020 che ammonta a 9300 bambini (erano 7839 il 15 novembre), sono compresi quelli in sostituzione a tutti gli alberi abbattuti perché malati o caduti a causa del maltempo. I nuovi alberi andranno ad incrementare il ricco patrimonio arboreo di Milano che oggi conta 501.252 esemplari, di cui quasi 267mila in carico al Comune.

Quasi mille alberi arriveranno al quartiere Adriano, dove l’Amministrazione sta portando avanti gli interventi per completare il parco e portare la metrotranvia e la scuola grazie alle risorse del Piano Periferie. I primi 50 verranno piantati sabato grazie alla donazione di Bene Assicurazioni in via Tremelloni, presso il giardino di Franca Rame. Nelle prossime settimane 560 nuove piante troveranno dimora nel secondo lotto del parco pubblico, che sarà così completato e reso fruibile ai cittadini entro febbraio, mentre altre 315 verranno piantate tra l’altro lotto del parco, via Adriano, via Mulas e via Tremelloni. 

Partono in questi giorni i primi interventi. Miami scarl, che nell’ambito del servizio Global Service pianterà circa 11mila alberi; tra il 19 e il 21 novembre, giornata nazionale degli alberi, interverrà tra via Cima e via Bistolfi, in via Medea, in via Donna Prassede, via San Dionigi, parco Baden Powell, via Cividale del Friuli, via Natta e via Comasina. 

Circa 2.000 gli alberi che verranno piantati a scomputo oneri nell’ambito di piani urbanistici: tra questi, 250 sono in corso di piantumazione nell’ultimo lotto del parco di City life in corso di realizzazione, quasi 40 nel nuovo parco lineare di prossima apertura tra viale Crispi e viale Pasubio, 75 in piazza Sraffa attraverso l’intervento del Campus Bocconi, 36 tra via Comasina e via Fermi, 23 nella nuova piazza in corso di realizzazione in via Schievano, 8 nel giardino della scuola d’infanzia di via Palermo, 50 in via Fatebenesorelle, nelle nuove aiuole di fronte al nuovo impianto natatorio in via di realizzazione, mentre sono 22 gli alberi in arrivo in via Ripamonti nell’ambito della realizzazione del nuovo incubatore di impresa Smart City Lab. 

Numerosi i contributi dei privati: oltre agli alberi donati da Bene Assicurazioni, nei giorni scorsi 6 ulivi sono stati piantati nelle aiuole di Corso Como da Fineco, 6 magnolie saranno piantate da Mapei nell’ambito della riqualificazione dell'aiuola centrale di viale Jenner, 21 ciliegi arriveranno in Piazza Piola insieme alla riqualificazione promossa da Spazio Teatro No’hma Teresa Pomodoro, in via Quadrio arriveranno 6 alberi donati al Comune da Hugo Boss. Proprio in questi giorni E.ON sta inoltre realizzando un intervento di alto valore naturalistico a Bosco in città, con la nascita di un nuovo bosco e la messa a dimora di 500 alberi in collaborazione con AzzeroCO2 (gruppo Legambiente) e CFU Forestazione Urbana Boscoincittà. 

Fondamentali poi le attività nelle grandi aree boschive. Il Centro Forestazione Urbana Boscoincittà pianterà presso Parco Cassinis a Rogoredo 575 alberi e altrettanti arbusti. Due sostanziose attività di rimboschimento verranno inoltre realizzate nelle prossime settimane in via Senigallia e in via Cascina dei Prati, portando quasi 1350 alberi e più di 800 arbusti.

Progetto Scuola
Forestami ha intrapreso una collaborazione con l’Assessorato Educazione del Comune di Milano  per la progettazione di un programma educativo e formativo dedicato alle scuole primarie e secondarie della Città Metropolitana. Il programma prevede attività educative e formative a disposizione degli insegnanti e lo sviluppo di programmi scolastici di partecipazione pensati per i ragazzi dedicati al tema della forestazione urbana e della sostenibilità ambientale, fruibili anche attraverso la didattica on line, ad arricchire gli strumenti a disposizione degli insegnanti durante questo difficile momento di pandemia.
“Un’iniziativa - dichiara l’assessora all’Educazione Laura Galimberti - che si inserisce nell'ampia rete di attività già avviate con le scuole - pensiamo alla distribuzione delle borracce, ai progetti plastic free o agli orti scolastici - che mirano a sensibilizzare bambini e ragazzi sulle tematiche della sostenibilità, per formare adulti che sapranno tutelare la natura e il pianeta in maniera più consapevole e determinata. Si può imparare anche attraverso il gioco e per questo stiamo pensando ad attività in forma di edutainment che possano essere svolte prioritariamente all'aperto, ma anche on line ”

I Piccoli Cantori di Milano
In occasione della Giornata Nazionale degli Alberi esce il video “Albero più Albero”, girato dai familiari dei Piccoli Cantori nei luoghi delle vacanze. Un invito a rispettare la natura e i suoi figli più generosi - gli alberi - nato da un impegno che esula dalle aule scolastiche, alla ricerca degli alberi più diversi. Uno studio e un gioco, un canto libero e soprattutto un manifesto per il futuro. Il video nasce da un’idea condivisa dall’autrice Janna Carioli, dal compositore Claudio Napolitano per l'arrangiamento musicale di Valeriano Chiaravalle, e dalla direttrice del coro Laura Marcora. Il progetto di formazione dei Piccoli Cantori per Milano, sostenuto dalla Fondazione di Comunità Milano, mira a sviluppare un repertorio musicale innovativo e coinvolgente che affronta i temi natura e ambiente dalla parte dei bambini. In nome di tutti.
-->Video disponibile al seguente  link: https://youtu.be/6ZE-aUDWZ_Q

 

2) Le altre piantagioni nella Città Metropolitana di Milano e Regione Lombardia- Ersaf
87.000 piante
“Forestami rappresenta, per la Città metropolitana di Milano, il concretizzarsi di una visione, contenuta nello stesso Piano strategico metropolitano, che assegna al verde un ruolo fondamentale e intende valorizzare tutti i principali sistemi verdi all’interno del perimetro metropolitano, a partire dal Parco Sud, con l’obiettivo ultimo di migliorare la vivibilità, prevenire e mitigare gli effetti negativi dovuti ai cambiamenti climatici, nell’ottica di rendere sempre più resiliente il territorio metropolitano. Ad oggi, le piantumazioni effettuate sul territorio della Città Metropolitana sono state 165.274, ma sono all’avvio ulteriori progetti in numerosi comuni del territorio metropolitano che accresceranno ancora di più la presenza di piante sul territorio”
Arianna Censi, vicesindaca della Città metropolitana

Di seguito le prime piantumazioni in partenza:

Parco Nord Milano: i primi alberi a trovare dimora nei primi giorni di avvio della stagione agronomica sono quelli la cui piantumazione non era stata portata a termine nella precedente stagione agronomica a causa del sopraggiungere della pandemia. Giungerà dunque a conclusione la piantagione di 10.000 piante, 3.000 delle quali (piante forestali autoctone, 1700 alberi e 1300 arbusti) saranno piantate a partire dal 21 novembre presso l’area del Pronto Soccorso dell’Ospedale Niguarda.
Saranno piantati 2 esemplari di grandi dimensioni, un bagolaro e un platano, nella Cascina a centro parco in sostituzione del bagolaro e del noce abbattuti lo scorso agosto da un temporale estivo.

Parco Sud: anche in questo caso il 21 novembre si concluderà, innanzitutto, la piantagione delle 12.000 piante ancora in attesa di essere messe a dimora dalla precedente stagione. Il 21 novembre inizierà, nello specifico, la conclusione dell’intervento presso l’oasi di Lacchiarella (5.000 piante), una zona speciale di conservazione, tutelata anche dall’Unione Europea. Grazie a questo intervento sarà ricostruito il bosco andato distrutto nel luglio 2017 a causa di un fortunale.

Trezzano sul naviglio – Ersaf: saranno piantati 15 “alberi per i nuovi nati” (1 albero ogni 10 bambini) mentre sono già iniziate le piantumazioni relative al progetto “alberi per il futuro”, 50 piante  al Parco dello Scoiattolo e 50 piante dello stesso tipo al parco papa Giovanni XXIII. Dal 20 novembre è partita, invece, la realizzazione della barriera vegetale antismog sulla SS494, nuova vigevanese  con ERSAF.

Aeronautica Militare e Associazione Disegno Industriale: un simbolico contributo al progetto Forestami è stato voluto dall’Aeronautica Militare che ha scelto di piantare 25 alberi nel sedime  del comando dell’aeroporto militare di Linate, per compensare l’abbattimento di altrettante piante per motivi naturali. Anche ADI contribuisce a Forestami con la donazione di 20 piante, che simboleggiano il numero di Compassi d’Oro assegnati quest’anno, che costituivano un’installazione all’interno della mostra Mettere Radici – XXVI Compasso d’Oro ADI. L’Associazione ha voluto donarli a Forestami, “onde evitare che rimanessero solo metafora “.

3) Il Progetto Forestami

Il progetto Forestami promosso da Comune di Milano, Città Metropolitana di Milano, Regione Lombardia-ERSAF, Parco Nord Milano, Parco Agricolo Sud Milano e Fondazione di Comunità Milano, basato su una ricerca realizzata dal Politecnico di Milano (Dipartimento Architettura e Studi Urbani), sostenuta da Fondazione Falck e FS Sistemi Urbani, che ha l’obiettivo finale di 3 milioni di alberi entro il 2030 sul territorio della Città metropolitana di Milano, ha portato fino ad oggi alla messa a dimora di 165.274 alberi (il conteggio delle piantumazioni viene aggiornato costantemente sul sito Forestami.org).

Gli obiettivi del progetto Forestami sono: aumentare le aree verdi urbane, aumentare il capitale naturale, ridurre l’inquinamento atmosferico e del terreno, ridurre i consumi energetici, valorizzando gli immobili, connettere le aree verdi, migliorare il benessere dei cittadini

La missione di Forestami, è quella di coinvolgere tutti i cittadini che vivono e amano il territorio della Grande Milano per mitigare gli effetti del cambiamento climatico. A tal fine è ora attiva sul sito forestami.org la sezione “DONA” che permette ai privati cittadini di poter supportare il progetto aderendo a tre diverse opzioni di donazione da 30 a 250 euro che includono oltre al costo degli alberi la progettazione, la manutenzione per 5 anni e i costi di gestione del progetto; mentre alle aziende permette di chiedere informazioni per poter realizzare con Forestami progetti ad hoc in base al proprio budget e alle proprie esigenze.

E’ partita in questi giorni la call to action #storiedialberi - la chiamata alle armi verdi - che Forestami ha lanciato sui social, per celebrare con tutta la Città metropolitana di Milano - la Giornata nazionale degli Alberi, 21 novembre. Storie d’amore, di amicizia, di ordinaria follia o di normalità. E’ questo l’invito rivolto alla cittadinanza e alla community: raccontare con un'immagine su Instagram un pensiero, un ricordo, un’emozione legati a un albero o a un bosco, per costruire un grande racconto collettivo, un omaggio ai grandi, meravigliosi, silenziosi verdi, testimoni delle nostre vite. La partecipazione è semplice: fare un post con tag @foresta_mi e hashtag #storiedialberi #forestami 

Serravalle: Il progetto Forestami si arricchisce del contributo di Milano Serravalle Milano Tangenziali SpA, che, attraverso la stipulazione di un protocollo d’intesa con il Comune di Milano e la collaborazione con Fondazione Snam e Arbolia, metterà a disposizione alcune aree verdi lungo la rete autostradale, nell’ambito del progetto di sviluppo e rigenerazione di forestazione urbana.

Legambiente Lombardia e Forestami insieme per la cultura del verde
In considerazione della condivisione della carta dei valori di Forestami e del ruolo di primo piano di Legambiente nelle campagne di sensibilizzazione connesse alla sostenibilità e al cambiamento climatico, Legambiente Lombardia e Forestami condividono l’interesse reciproco ad avviare forme di collaborazione e sinergie. Una preziosa alleanza che è per Forestami un’importante opportunità di advocacy, dialogo e collaborazione al raggiungimento degli obiettivi di rigenerazione urbana e mitigazione degli effetti del cambiamento climatico.

 

Numerosi sono già i contributi delle aziende che hanno iniziato a supportare il progetto Forestami

Fondazione Snam
“Il nostro sostegno a Forestami fa parte dell’impegno di Fondazione Snam in favore della cura dell’ambiente e dei territori italiani. Siamo convinti che le iniziative di forestazione urbana siano essenziali per migliorare la qualità dell’aria e della vita nelle nostre città. Proprio per questo, oltre a supportare Forestami fin dal suo avvio con la nostra Fondazione, abbiamo deciso come Snam di dare vita ad Arbolia per promuovere attività di imboschimento sia a Milano che negli altri territori italiani” Marco Alverà, amministratore delegato di Snam e Vice Presidente di Fondazione Snam.

Intesa Sanpaolo
“Siamo la prima banca di impatto e operiamo per favorire e accelerare la transizione verso la sostenibilità in senso trasversale: oggi, con Forestami, Intesa Sanpaolo partecipa concretamente alla Giornata dell’Albero con la piantumazione di 8.000 alberi, contribuendo a migliorare la qualità della vita delle persone grazie alla riduzione delle emissioni di CO2. Questa iniziativa importante si inserisce coerentemente all’interno di una nostra più ampia progettualità che ci vedrà impegnati, anche nel corso del 2021, nel sensibilizzare le persone alla salvaguardia dell’ambiente e nel ridurre ulteriormente le emissioni attraverso comportamenti sostenibili incentivando, per esempio, le attività digitali anche in campo commerciale. È infatti nostro obiettivo strategico, a livello di Gruppo, continuare a essere il punto di riferimento in termini di sostenibilità e responsabilità sociale e culturale: a tal fine abbiamo messo a disposizione 50 miliardi di euro per finanziare l’economia verde e realizzare il Green Deal europeo in Italia, ampliando le nostre proposte
per investimenti in ambito ESG e costruendo un’offerta Green su prestiti e mutui per i nostri clienti che acquistano o riqualificano immobili ad alta efficienza energetica”
Andrea Lecce, responsabile direzione Sales&Marketing privati e aziende retail, Intesa Sanpaolo.
 
Gruppo Armani
“La nostra salute dipende dal rispetto dell’ambiente, così come da un senso di collettività, dall’unità di scopi e di intenti. E oggi ne siamo ancor più consapevoli. La mia adesione a questa importante e articolata iniziativa, che a Milano mira a ridurre l’impatto ambientale, nasce da questa consapevolezza, e dal desiderio di fare attivamente sistema con il Comune. Attraverso Forestami la città diventerà più vivibile, più sana, più accogliente, e certamente, non va dimenticato, più bella.” Giorgio Armani

AXA Italia
“Sono felice di confermare il nostro supporto al progetto Forestami che sta per entrare nel vivo e di supportare la città di Milano in questo importante progetto di riforestazione urbana. In AXA siamo impegnati da tempo nell’affrontare la lotta ai cambiamenti climatici, con azioni concrete come il raddoppio dei nostri investimenti nella green economy e siamo orgogliosi di poter contribuire alla formazione delle future generazioni sull’importanza della sostenibilità e sul legame tra ambiente, salute ed economia.” Patrick Cohen, CEO del Gruppo assicurativo AXA Italia.

Bvlgari
“Per Bvlgari la Responsabilità Sociale di Impresa e lo Sviluppo Sostenibile si traducono in un impegno continuo nel migliorare la qualità di vita nella società attraverso un approccio proattivo al comportamento etico, allo sviluppo sociale ed economico della comunità e ai principi ambientali. Per Bvlgari il lusso è sinonimo di eccellenza, un’eccellenza che deve essere supportata da azioni tangibili a beneficio della collettività intera. Bvlgari è, infatti, impegnata da anni in azioni concrete per proteggere l'ambiente, combattere i cambiamenti climatici e preservare le risorse naturali e sociali con progetti di inclusione e di miglioramento della qualità della vita nelle aree urbane, in linea con il programma di sostenibilità di gruppo LVMH LIFE (LVMH Iniziative per l'ambiente).
ForestaMi si inserisce in questa prospettiva contribuendo a mitigare gli effetti del cambiamento climatico e, allo stesso tempo, favorendo connessioni ecologiche tra diversi settori dell’area d’intervento che aumentano la biodiversità delle specie viventi vegetali e animali. Siamo orgogliosi di supportare quest’importante ed ambiziosa iniziativa di forestazione, aderendo a questa partnership pubblico-privato a beneficio dello sviluppo urbano sostenibile e della riqualificazione dei quartieri”.
Eleonora Rizzuto, Chief Ethics & Compliance Officer e Direttore Sviluppo Sostenibile Gruppo Bvlgari

C.P.C. Inox
“Ho voluto fortemente sposare Forestami, un progetto che si pone obiettivi importanti e che punta alla valorizzazione e alla diffusione di una tematica che mi sta personalmente a cuore: la sostenibilità ambientale. Sono convinto che le realtà aziendali debbano avere anche un ruolo di primaria importanza nel contesto sociale. Supportare l’ambiente e valorizzare il territorio che ci ospita è un gesto concreto in questa direzione. In CPC negli anni abbiamo confermato il nostro sostegno a diversi enti benefici e, oggi, siamo molto orgogliosi di essere partner anche di Forestami. L’iniziativa ha inoltre un chiaro richiamo internazionale: sono state organizzate attività simili in numerose capitali europee, a conferma della bontà del progetto e dei suoi valori.” Stefano Cardinali, CEO di CPC Inox.

Doppelmayr
“Doppelmayr, è leader mondiale nella progettazione e realizzazione di impianti a fune, non solo in montagna ma anche nelle città. Da oltre un decennio è impegnata nella ricerca e nello sviluppo di strumenti di mobilità urbana innovativi e sostenibili, a zero emissioni, attraverso lo sfruttamento di un nuovo livello di mobilità, un livello aereo. Abbiamo sin da subito aderito con grande entusiasmo a questa iniziativa ”green”, perchè si prefigge, come noi, di migliorare la qualità dell’aria nelle aree urbane e metropolitane e di innalzare la qualità della vita dei cittadini, seguendo il principio della sostenibilità ambientale” Georg Gufler, Amministratore delegato di Doppelmayr.

Fastweb
“Fastweb è impegnata nella lotta al cambiamento climatico con un impegno serio e costante nel tempo. Abbiamo fissato gli obiettivi di riduzione delle emissioni al 2030, in linea con gli accordi di Parigi sul clima. Oggi siamo partner di Forestami perché crediamo sia un’iniziativa concreta per contribuire alla riqualificazione del territorio urbano, all’assorbimento della CO2 nell’aria, al miglioramento della vita dei cittadini” Anna Lo Iacono, Responsabile CSR di Fastweb.

Gucci
Gucci è da anni impegnata a promuovere un modello di business sostenibile e dal 2015 ha stabilito una strategia decennale di sostenibilità con obiettivi concreti per ridurre il proprio impatto ambientale e contribuire a proteggere la natura. Dal 2018 Gucci è interamente carbon neutral per tutte le sue attività e l’intera supply chain. Tra i primi a credere nelle iniziative di tutela della biodiversità e nel favorire progetti di forestazione, Gucci ha avviato le prime attività di piantumazione all’interno del progetto ForestaMI già ad ottobre 2019 alla presenza del Presidente e CEO di Gucci Marco Bizzarri, del Sindaco di Milano, Beppe Sala, del Presidente di Camera Nazionale della Moda Italiana, Carlo Capasa, e di numerosi dipendenti Gucci che hanno partecipato nell’ambito del programma di volontariato globale Gucci Changemakers ed è felice di continuare in questa direzione, con nuove attività che contribuiranno alla crescita del progetto di riforestazione urbana della Città di Milano.

Land
“Oltre 2.5 milioni sono gli alberi che LAND ha piantato nel mondo a partire da quel primo albero piantato a Milano 30 anni fa, quando siamo nati. Oggi con l’avvio della campagna di forestazione di Milano torniamo a piantare in città. Vogliamo cogliere quest’occasione per donare un albero ad ogni nostro collaboratore e collaboratrice perché vedano crescere la grande Milano sempre più verde, sempre più attraente. Siamo convinti che attraverso il ricongiungimento dei cittadini con la natura vinceremo le importanti sfide che l’urbanizzazione ci pone anche riuscendo a creare spazi che ci rendono più produttivi e sereni” Andreas Kipar, Co-fondatore di LAND.

 

 

 

Download come PDF

Info

Ufficio stampa

Servizio Comunicazione 
Via Vivaio 1
20122 Milano

Tel.: 02 7740.6655

» e-mail

 
indietro

Siti tematici

Info

URP - Ufficio Relazioni con il Pubblico

  •  Numero Verde: 800.88.33.11
    - dal lunedì al giovedì:
      10.00-12.00 / 14.00-16.00
    - venerdì:
      10.00-12.00
  •  Chiedilo all'Urp
  •  Pec
  •  Peo
  • Apertura al pubblico martedì e giovedì solo su appuntamento da richiedere tramite:
    - form online Chiedilo all'URP
    - Numero Verde: 800.88.33.11