Cerca

Cerca nel sito

CIAO! – Capacitazione, Inclusione, Attivazione e Occupazione

Visualizza la scheda completa del Progetto (formato .pdf - 359 kB)

Ambito

Sud-est Milano (con l’Azienda Sociale Sud Est Milano, ASSEMI, come ente capofila del progetto) che aggrega anche gli Ambiti del Visconteo, del Corsichese e di Cesano Boscone.

Durata

16.07.2020 - 31.12.2021 

Analisi del contesto territoriale

L’area territoriale di riferimento comprende i 9 comuni del Distretto Sociale Sud Est Milano (A.S.S.E.MI), Ente Capofila del Progetto di intervento territoriale integrato, e i comuni afferenti agli ambiti territoriali del Visconteo Sud Milano e del Corsichese. E’, inoltre, da ricomprendersi il comune di Paullo che fa parte dell’Ambito sociale paullese, ma per il quale, essendo il Comune di A.S.S.E.MI, la stessa gestisce tra gli altri servizi, il Servizio Sociale Professionale e le funzioni in materia di contrasto alla povertà e all’esclusione sociale.

Obiettivi del Progetto

I progetti e gli interventi attivi negli ambiti aderenti al Progetto di intervento territoriale e le analisi del contesto e dei bisogni svolte per la stesura del nuovo Piano di zona hanno messo in luce l’emergere di un bisogno specifico riguardante la popolazione giovanile e femminile che vive una situazione di vulnerabilità sociale, relazionale ed economica e di conseguente esclusione. Nello specifico in questa fascia di popolazione esiste un target di donne e giovani, che pur presentando una situazione di fragilità personale familiare e sociale, che richiederebbe un accompagnamento da parte dei servizi sociali territoriali, non trova adeguate risposte nelle misure e nei servizi per il contrasto alla povertà e all’esclusione sociale già attivi, non presentando profili e requisiti specifici per l’accesso e la presa in carico.

Coerentemente con la descrizione del fabbisogno, gli obiettivi che intendiamo perseguire con il progetto sono:

  • la costituzione di una rete territoriale pubblico/ privato per la realizzazione di interventi integrati per l’accompagnamento di donne e giovani cittadini vulnerabili e/o fragili e la definizione di un sistema di accreditamento per l’ambito corsichese;
  • l’attivazione di percorsi di capacitazione utili a valorizzare i talenti di donne e giovani vulnerabili e a sviluppare competenze sociali, relazionali e di occupabilità (o occupazione);
  • contrastare l’esclusione sociale attraverso l’attivazione e il coinvolgimento del tessuto comunitario;
  • stabilire connessioni e scambi tra ambiti territoriali nella prospettiva di costituire una comunità di pratica sul tema dell’inclusione sociale;
  • sperimentare un nuovo modello di intervento da portare a sistema.

Risultati attesi 

  • intercettare e rispondere ai bisogni del target dei destinatari individuato;
  • costituire un sistema territoriale innovativo in grado di rispondere al bisogno individuato;
  • modellizzare percorsi possibili di inclusione attiva a favore di persone in condizione di vulnerabilità;
  • migliorare le competenze e conoscenze dei destinatari;
  • migliorare il profilo di occupabilità dei destinatari;
  • realizzare e portare a termine un congruo numero di percorsi personalizzati;
  • incrementare il numero degli occupati;
  • incrementare la capacità di inclusione relazionale della comunità;
  • aumentare la capacità di inclusione del tessuto produttivo territoriale.

Target

I destinatari generali del progetto indicati nella misura sono le famiglie con persone in età lavorativa, non occupati all’atto della presa in carico, che si trovano o provengono da condizioni di vulnerabilità e disagio sociale che rendono più critico l’inserimento o il reinserimento nel mercato del lavoro.

Attività

ll modello di intervento che si vuole attuare, in coerenza con il Piano di zona e la lettura dei bisogni territoriali, si muove su questi tre assi principali:

  •  lo sviluppo di un welfare in chiave comunitaria, attraverso la promozione di nuove opportunità di attivazione dei cittadini;
  • la promozione del protagonismo delle persone e della co-progettazione come metodo di intervento, sia per la co-costruzione di interventi e servizi, che nella definizione del progetto individuale con il singolo cittadino;
  • l’integrazione tra politiche, settori e attori del territorio, lavorando in particolare sulla messa a sistema delle buone prassi.

In particolare si vogliono realizzare le seguenti attività:

  • Attivazione di un sistema di emersione e scouting territoriale per intercettare i possibili destinatari delle azioni del Progetto e orientarli verso le attività e gli interventi previsti dal Progetto;
  • Attivazione di un équipe specializzata per l’accoglienza, l’assessment, la definizione di un progetto personalizzato a favore dei soggetti destinatari;
  • Attivazione di interventi/attività per l’analisi del profilo dei destinatari (valutazione bisogni, valutazione delle risorse, talenti e aspirazioni);
  • Attivazione di consulenze specifiche per approfondimenti valutativi per le situazioni che ne presentassero la specifica necessità;
  • Attivazione di corsi di formazione, laboratori specifici, gruppi di capacitazione in favore dei destinatari;
  • Attività di ricerca di realtà/organizzazioni che possano accogliere i beneficiari per la realizzazione del percorso di accompagnamento all’inclusione sociale, occupabilità, occupazione;
  • Attivazione di tirocini per l’inclusione sociale e l’occupazione e stage formativi;
  • Promozione di attività/eventi per l’attivazione della comunità e la tessitura di un tessuto sociale accogliente

Saranno, infine, implementate le azioni trasversali della comunicazione, del monitoraggio e della valutazione.

Partenariato

Il Partenariato si compone dei seguenti soggetti pubblici:

  • AZIENDA SOCIALE SUD EST MILANO – A.S.S.E.MI (Ente Capofila)
  • CITTA’ METROPOLITANA MILANO (Referente Programma)
  • UFFICIO DI PIANO AMBITO CORSICHESE
  • UFFICIO DI PIANO AMBITO VISCONTEO SUD MILANO
  • COMUNE di PAULLO
  • ASST Melegnano Martesana
  • AFOL

e dai seguenti soggetti di terzo settore:

  • ASSOCIAZIONEPIANO C
  • COOP. MELOGRANO
  • COOP. PRATICARE IL FUTURO
  • COOP. LOTTA CONTRO L’EMARGINAZIONE
  • COOP. STRIPES
  • COOP. EUREKA
  • CONSORZIO MESTIERI LOMBARDIA
  • CONSORZIO SIR
  • A&I SCS ONLUS
  • COOP. SOCIALE OFFICINA LAVORO ONLUS
  • COOP. CESVIP
  • FONDAZIONE SOMASCHI ONLUS
  • LA STRADA

La rete annovera anche, in qualità di soggetti sostenitori, le reti di contrasto alla violenza del Distretto Sociale Sud Est Milano e del Distretto del Visconteo, nell’ambito delle quali è già attivo uno specifico lavoro di sostegno e accompagnamento all’autonomia delle donne vittime di violenza.

Governance

La governance, la cui regia è in capo ad ASSEMI in qualità di Ente Capofila, è composta da:

  • Cabina di Regia (CdR): è uno strumento trasversale al progetto che ha in campo la gestione strategica. E’ costituita dall’ente capofila A.S.S.E.MI, dai referenti dei partner di progetto.
  • Gruppo di coordinamento operativo di progetto: è l’ambito che tiene insieme la funzione di coordinamento dei vari livelli di attività del progetto e si occupa di definire un piano di realizzazione delle attività;
  • Comunità di pratica per azione: per mantenere un raccordo territoriale e di sistema tra le organizzazioni/enti impegnati nella realizzazione delle attività di progetto.

La Cabina di Regia e il gruppo di coordinamento operativo mantengono un costante raccordo con Città Metropolitana.

 

Siti tematici

Info

URP - Ufficio Relazioni con il Pubblico

  •  Numero Verde: 800.88.33.11
    - dal lunedì al giovedì:
      10.00-12.00 / 14.00-16.00
    - venerdì:
      10.00-12.00
  •  Chiedilo all'Urp
  •  Pec
  •  Peo
  • Apertura al pubblico martedì e giovedì solo su appuntamento da richiedere tramite:
    - form online Chiedilo all'URP
    - Numero Verde: 800.88.33.11