Cerca

Cerca nel sito

VULNERABILITA’ - Forme Innovative di Sostegno alle Persone Fragili

Visualizza la scheda completa del Progetto (formato .pdf - 1186 kB)

Ambito

L’area territoriale di riferimento è quella degli Ambiti di Cinisello Balsamo e di Sesto San Giovanni (capofila ASC Insieme per il Sociale di Cinisello).

Durata

01/09/2020 – 31/12/2021

Analisi del contesto Territoriale

L'Ambito di Sesto San Giovanni e di Cinisello si presentano omogenei sia per le caratteristiche di contesto sia per la condivisione di comuni elementi di problematicità.

Il profilo socio demografico è simile, entrambi vedono un'elevata presenza di anziani, di nuclei unipersonali e di cittadini stranieri.

I Comuni dei due Distretti, inoltre, sono considerati ad Alta Tensione Abitativa, in quanto presentano una serie di fattori e condizioni che determinano uno stato di disagio abitativo. Tale condizione si manifesta nonostante il forte investimento fatto nei decenni passati che ha prodotto, rispetto ad altre aree della Provincia di Milano, un ingente patrimonio di Edilizia Residenziale Pubblica, in particolare nei tre Comuni più grandi.

Anche dal punto di vista del tessuto economico l'area del Nord Milano si presenta omogenea: le imprese del territorio appartengono sia a settori tradizionali sia innovativi ed è elevata la presenza di piccole imprese, sulle quali la crisi si ripercuote in maniera drammatica.

Il territorio è inoltre caratterizzato dalla forte e articolata presenza di cooperative sociali che, oltre a generare occupazione, sono impegnate, al fianco dell'associazionismo, del volontariato e delle Amministrazioni Comunali, in azioni a favore della comunità.

Obiettivi 

  • Costruire un sistema pubblico di programmazione degli interventi che coinvolga e valorizzi i corpi intermedi nella gestione delle attività progettuali, considerandoli autentici partner e non solo come delegati o fornitori di servizi.
  • Definire e validare un Kit di strumenti operativi e di approcci professionali funzionali all’inclusione sociale dei destinatari del progetto. 

Risultati attesi

  • Consolidamento di un modello di collaborazione interdisciplinare tra amministratori, professionisti ed operatori del sociale, appartenenti a diverse agenzie territoriali, al fine di facilitare la diffusione di conoscenze e di processi di apprendimento organizzativo che nel tempo possono migliorare l’efficacia e l’efficienza dei servizi, ottimizzando così l’uso delle risorse disponibili.
  • Sottoscrizione di protocolli operativi tra le diverse filiere operanti nel territorio che
    • prevedano livelli differenti di integrazione 
    • superino la logica settoriale e quindi strutturino risposte complesse di lungo periodo su più elementi deprivativi (casa, lavoro, formazione professionale, fiducia, progettazione).
  • Miglioramento della capacità/competenza di lettura dei bisogni in modo più flessibile.
  • Miglioramento della capacità di mobilitare le risorse formali, informali e di volontariato, non facilmente utilizzabili in un sistema di servizi istituzionali.
  • Facilitazione dell'accessibilità alla rete dei servizi, in una logica di prevenzione e di inclusione, sapendo costruire percorsi di accompagnamento dedicati e differenziati, in funzione delle caratteristiche dei beneficiari.

Target

I destinatari ai quali rivolgere le misure previste dal progetto, per i quali si prevede di attivare percorsi di inclusione sociale/lavorativa, sono i seguenti:

  • donne fragili in carico al centro Antiviolenza sovrazonale. Si tratta di donne, italiane e straniere con o senza figli minori in carico di età prescolare e scolare;
  • giovani adulti, uomini e donne italiane e straniere, di età complessa tra i 18 e i 20 anni, con una condizione umana di “povertà”, caratterizzata dalla privazione di risorse, di capacità, di opzioni e di sicurezze necessari per poter avere un tenore di vita adeguato;
  • disoccupati, uomini e donne over 40 anni, che hanno perso l’occupazione principale da non più di 12 mesi. Si tratta in genere di persone che non possiedono i requisiti di accesso al reddito di Cittadinanza e con una storia lavorativa pregressa, caratterizzata da un basso profilo professionale e scolastico.

Attività 

Azione 1: 

definizione e avvallo del modello di governance del processo che interesserà i due ambiti territoriali di Cinisello Balsamo e Sesto San Giovanni, con capofila l’azienda speciale consortile “Insieme per il Sociale”:

  • costituzione dell’equipe multidisciplinare per la definizione di linee guida da adottare lungo l’intero processo progettuale e definizione del Kit di strumenti operativi;
  • definizione e costruzione della mappa delle risorse territoriali attivabili sui 6 comuni del Nord Milano, per arrivare alla sottoscrizione di protocolli operativi;
  • promuovere il piano di formazione ed aggiornamento per gli operatori coinvolti direttamente nella presa in carico delle persone;
  • strutturare ed organizzare eventi pubblici di sensibilizzazione sul tema dell’inclusione sociale.

Azione 2: 

definizione di un piano operativo per l’attivazione di politiche attive del lavoro e della formazione professionale.

Strumenti specifici:

  • la presa in carico della persona, che avviene attraverso un patto finalizzato ad un percorso di consapevolezza delle proprie potenzialità e limiti, all’attivazione delle risorse personali e delle risorse offerte dalla rete territoriale;
  • i percorsi di inclusione sociale/lavorativa, che si basano sulla fiducia reciproca;
  • i piani di lavoro, definiti nell’equipe multidisciplinare, riconoscendo il ruolo di case-manager all’operatore che ha potuto stabilire la migliore relazione con l’interessato, definendo obiettivi praticabili, concordati con il soggetto e facilmente verificabili;
  • la disponibilità dell’operatore ad accompagnare la persona verso i servizi e i luoghi che rappresentano gli obiettivi di cura e di risocializzazione;
  • il richiamo del soggetto alla sua responsabilità e libertà di scelta, che comporta che le verifiche degli obiettivi concordati insieme, vanno rese note anche come stimolo per ricordare quale meta si vuole raggiungere;
  • un sistema di comunicazione e feedback continuo tra operatore di riferimento della persona e tutti gli altri servizi della rete che erogano prestazioni alla stessa;
  • la definizione dei livelli minimi di attivazione della persona, anche a bassa doglia, in funzione degli obiettivi;
  • la strutturazione dei percorsi formativi ad hoc a favore degli operatori, al fine di sviluppare competenze in grado di affrontare la complessità, la multidisciplinarietà, il lavoro in equipe, il lavoro di rete e il coinvolgimento della comunità.

Partenariato

I partner del progetto sono i seguenti:

  • Ufficio di piano dell’ambito di Cinisello Balsamo
  • Azienda Speciale Consortile Insieme per il Sociale
  • Ufficio di piano dell’ambito di Sesto San Giovanni
  • Città Metropolitana di Milano
  • Cooperativa Sociale Onlus A&I
  • ASC Afol Metropolitana
  • Lotta contro l’emarginazione Cooperativa Sociale Onlus
  • Il Torpedone Società Cooperativa Sociale Onlus
  • Progetto Integrazione Cooperativa Sociale a R. L. Onlus

Governance

L’assetto di governance verte intorno alla costituzione dell’equipe integrata e multidisciplinare, che sarà il primo passo progettuale e relativa definizione del piano operativo.

Ovviamente sarà costituito un tavolo di coordinamento con i funzionari dei comuni coinvolti e i referenti dei partner del privato sociale;

i partner coinvolti, oltre a un forte radicamento territoriale, rappresentano un forte esperianza e know-how sulle due linee operative: l’inclusione sociale e l’avvicinamento al lavoro.

Della Rete di progetto fanno parte:

  • ASST NORD MILANO
  • Ufficio di Piano di Sesto San Giovanni
  • Comune di Cinisello Balsamo
  • Comune di Cormano
  • Comune di Cusano Milanino
  • Comune di Bresso

Per questione di opportunità nella gestione e nella rendicontazione, gli enti elencati sono inseriti come soggetti di rete, ma parteciperanno attivamente sia alla governance del progetto che alla stesura del piano operativo e, se necessario, contribuiscono anche alla presa in carico all’interno dell’equipe multidisciplinare.

Siti tematici

Info

URP - Ufficio Relazioni con il Pubblico

  •  Numero Verde: 800.88.33.11
    - dal lunedì al giovedì:
      10.00-12.00 / 14.00-16.00
    - venerdì:
      10.00-12.00
  •  Chiedilo all'Urp
  •  Pec
  •  Peo
  • Apertura al pubblico martedì e giovedì solo su appuntamento da richiedere tramite:
    - form online Chiedilo all'URP
    - Numero Verde: 800.88.33.11