Cerca

Cerca nel sito

DATABASE TOPOGRAFICO (D.B.T.)

Elenco servizi disponibili:

Intero territorio di Città Metropolitana di Milano Web Map Service   DOWNLOAD METADATO MANUALE DBT MANUALE WMS-WFS

Intero territorio di Città Metropolitana di Milano (con sbordo grafico)

                              DOWNLOAD METADATO  MANUALE DBT  MANUALE WMS-WFS
Comuni  Web Map Service  Web Feature Service DOWNLOAD METADATO  MANUALE DBT  MANUALE WMS-WFS 

Comuni (con sbordo grafico)

                              DOWNLOAD METADATO MANUALE DBT MANUALE WMS-WFS 

cittaorizzontale2

La Città metropolitana di Milano ha pubblicato lo strumento Database Topografico dove reperire in modo semplice ed intuitivo le informazioni geografiche riguardanti il territorio dei Comuni appartenenti all'Area metropolitana di Milano; tale strumento va a sostituire ufficialmente l'archivio documentale cartaceo.

Il Database Topografico è una banca dati geografica costituita da diverse informazioni territoriali digitali che rappresentano e descrivono gli oggetti topografici del territorio e nel loro insieme rappresentano la cartografia di base.

Il Database Topografico, costituisce la base cartografica digitale di riferimento per tutti gli strumenti di pianificazione predisposti sia dagli enti locali che dalla Regione, come definito all’art. 3 della legge regionale 12/2005 per il Governo del territorio.

I contenuti principali riguardano: strade, ferrovie, ponti, viadotti, gallerie, edifici e pertinenze, manufatti edilizi, corsi d’acqua naturali e artificiali, con relativi alvei, laghi, dighe, opere idrauliche, reti elettriche, cascate, altimetria, cave e discariche, coperture vegetali suddivise in boschi, pascoli, colture agricole, verde urbano, aree prive di vegetazione.

Ogni oggetto è costituito da una componente cartografica e una tabellare, a cui si aggiungono la componente altimetrica e eventuali altre informazioni.

Il Database Topografico sarà da oggi l’unico sistema di riferimento riconosciuto per la consultazione di dati geografici, da utilizzare nell’ambito delle attività istituzionali: le precedenti basi cartografiche sia cartacee che digitali non avranno più validità ufficiale per la ricerca, la verifica e lo scambio di informazioni geografiche.

Il portale si pone gli obiettivi di migliorare l’accesso e la condivisione di dati geografici mediante l’utilizzo di nuove tecnologie, di promuovere l’efficacia e l’efficienza delle procedure amministrative, nonché di favorire la trasparenza dei dati di dominio pubblico.

Il passaggio per le pubbliche amministrazioni dall'utilizzo di strumenti cartacei a nuovi strumenti informatici è oggi fondamentale per rimodulare e innovare le attività lavorative, con una maggiore semplificazione sia per il personale degli Enti territoriali, che per l'utente privato finale.

Nel database è possibile, infatti, eseguire delle semplici ricerche sia in base a campi descrittivi, che tramite una ricerca geografica. La scala di rilievo del DBT è molto dettagliata per le aree urbane (1:1.000- 1:2.000) e di medio dettaglio per le aree extra urbane (1:5.000- 1:10.000). Il DBT è la base idonea per la pianificazione comunale dei PGT e per altri strumenti di pianificazione. 

Nell'ottica di una maggiore condivisione e consultazione dei dati, si è scelto di utilizzare un sistema di informazione geografica “libero”e Open Source quindi consultabile sia on-line tramite mappe navigabili, che off-line sul proprio pc utilizzando il software gratuito QGIS.

Il software libero QGIS (scarica qui il software) ha un'interfaccia molto semplice ed intuitiva, ma allo stesso tempo contiene tutte le funzioni utili alla consultazione delle mappe e ha una minore dimensione rispetto ai più utilizzati software geografici.

L'archivio documentale digitale è uno strumento vivo perché può essere utilizzato, oltre che come strumento di consultazione, come mezzo per migliorare ed implementare la conoscenza del nostro territorio, attraverso la creazione di nuove banche dati settoriali. 

Perchè il nome Database Topografico?

L’art. 3 della Legge regionale n. 12/2005 “Legge per il Governo ed il territorio”, così come modificata dalla l.r. n. 14/2016, prevede che la Regione, in coordinamento con gli enti locali, curi la realizzazione del Sistema Informativo Territoriale Integrato (S.I.T.) al fine di predisporre di elementi conoscitivi necessari alla definizione delle scelte di programmazione generale e settoriale, di pianificazione del territorio e all’attività progettuale. Il SIT è fondato su basi di riferimento geografico condivise tra gli enti medesimi e aggiornato in modo continuo. La base geografica e topografica di riferimento del SIT è il database topografico (DBT), rappresentazione digitale in formato vettoriale georiferita del territorio.

Dal DBT derivano le altre basi geografiche a scala minore, ivi compresi gli aggiornamenti della carta tecnica regionale scala 1:10.000. Gli elaborati dei piani e dei progetti approvati dagli enti locali, inseriti sulle basi geografiche fornite dal SIT, vengono ad esso conferiti in forma digitale per ulteriori utilizzazioni ai fini informativi.

Il medesimo articolo prevede che gli strumenti di pianificazione e programmazione territoriale e settoriale a diverso livello ed i relativi studi conoscitivi territoriali utilizzino, come informazione topografica di riferimento, il DBT. Fatte salve esigenze di maggior dettaglio, quali rilievi topografici a scale maggiori, non è consentito utilizzare altre basi dati topografiche di riferimento. 

In applicazione della Direttiva Inspire, Regione Lombardia ha approvato lo "Schema concettuale del Data base topografico condiviso nella Infrastruttura per l'Informazione Territoriale" e la "Tabella di corrispondenza tra elementi concettuali e shapefile" (decreto n. 3870 del 7 maggio 2012, allegato B). Questo schema dati è stato adottato dalla Regione per la strutturazione del Database Topografico Regionale, DBTR, che viene formato tramite la mosaicatura e la ristrutturazione dei Data base topografici prodotti dagli enti locali DBTL, secondo le specifiche tecniche di produzione dei DBT approvate nel 2008 (vedi allegato). La struttura del DBTR risponde alle indicazioni nazionali dettate dal Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 10 novembre 2011 "Regole tecniche per la definizione delle specifiche di contenuto dei database geotopografici" (G.U. n. 48 del 27/02/2012 - S.o. n. 37). Il documento definisce il contenuto informativo e la struttura dei dati topografici che verranno scambiati tra i diversi soggetti partecipanti alla Infrastruttura per l'Informazione Territoriale (IIT) della Regione Lombardia, in attuazione del modello definito nel "Quadro di riferimento per l'aggiornamento del Database Topografico e l'interscambio con le banche dati catastali" approvato con DGR n. 338 del 28 luglio 2010.

Tutte le specifiche tecniche sono reperibili al seguente link: http://www.geoportale.regione.lombardia.it/specifiche-tecniche

 Informazione tridimensionale

Tutti gli oggetti del Data base topografico contengono anche le informazioni di quota e sono rappresentabili in 3D

 

 

Siti tematici

Info

URP - Ufficio Relazioni con il Pubblico

lunedì - giovedì: 9.00 - 13.00 / 14.00 - 16.00
venerdì: 9.00 - 13.00