Cerca

Cerca nel sito

Le GEV in Lombardia

pubbl_RL_20o istituzServizio

In Lombardia, la regione italiana industrializzata e tecnologicamente più avanzata che figura tra i quattro motori d'Europa, mediante appositi strumenti

(PTR , Piano paesaggistico regionale, Piano regionale delle aree protette - PRAP)

ed il  sistema delle aree protette si è inteso conservare, potenziare o ricostituire idonei ecosistemi di pianura, montagna, collina ed in ambienti lacustri, a vantaggio della biodiversità animale e vegetale autoctona per cui opera un apposito osservatorio regionale, parte della strategia nazionale prevista in materia.

La Regione Lombardia per prima in Italia ha istituito

il servizio volontario di vigilanza ecologica e le GEV

con la l.r. 29 dicembre 1980, n. 105 "Disciplina del servizio volontario di vigilanza ecologica" abrogata nel 2005 e sostituita dalla l.r. 9/2005). 

Per ottenere una specifica ed uniforme azione sul territorio Regione Lombardia 

(STRUTTURA NATURA E BIODIVERSITA'-U.O. SVILUPPO SOSTENIBILE E TUTELA RISORSE DELL'AMBIENTE-D.G. Ambiente e clima 

coordina i Servizi lombardi (n. 66 al dicembre 2016) organizzati da Città metropolitana di Milano (1), Province (9), Comuni capoluogo di provincia (8), Enti-parco regionali (18), Comunità montane (21) e Raggruppamenti di Comuni (9 di cui 7 PLIS) come segue:

  • stabilendo le normative di tutela ambientale di pertinenza delle GEV e, per l'autorizzazione all'organizzazione del corso per aspiranti GEV e la verifica delle idoneità, il contenuto formativo di base, dando ove possibile notizia dei corsi previsti a breve
  • definendo marchio e bandiera del servizio (pagg. 3662 e 3663)
  • fornendo i tesserini ed i distintivi di riconoscimento individuali di GEV e GEO
  • fissando le caratteristiche dell'abbigliamento e dei veicoli di servizio (pagg. da 2 a 14)
  • stipulando le polizze assicurative (v. risarcimento...) per le Guardie Ecologiche incaricate e di età compresa tra i 18 e gli 85 anni, relativamente agli infortuni, alle malattie ed alla responsabilità civile verso terzi connessi alle attività svolte anche all'aperto e previste, consentite o delegate dalle disposizioni vigenti
  • iscrivendo ciascun Servizio, di diritto, nell’apposita Sezione (E) del Registro generale regionale del volontariato
  • organizzando corsi e seminari d'aggiornamento e specializzazione per Guardie Ecologiche, Responsabili e Coordinatori provinciali dei Servizi
  • finanziando entro le previsioni annuali di spesa regionali gli Enti organizzatori del servizio, sulla base dei programmi e dei rendiconti da essi presentati, mediante l'assegnazione di contributi finalizzati (per le Province e la Città metropolitana fino al 2017 la parte corrente mediante la compartecipazione al gettito della tassa automobilistica regionale)
  • pubblicando materiale divulgativo e specialistico di supporto per educazione e vigilanza ambientale. 

La GEV intrattiene con l'Ente d'appartenenza un rapporto di servizio a titolo onorario e gratuito, non costituente rapporto di lavoro e non comportante alcuna forma di retribuzione. Sono previsti unicamente i rimborsi delle spese sostenute per motivi di servizio, preventivamente autorizzate.    

E' previsto che Regione Lombardia definisca:

  • i requisiti fisici delle GEV
  • la modulistica unica in tema di accertamento di illeciti amministrativi di competenza, di rilevazioni nei siti della Rete ecologica Natura 2000 e nei biotopi individuati dalla normativa e dai piani territoriali
  • le funzioni di coordinamento infra-regionale concernenti in particolare le cooperazioni con CFS, Polizia idraulica, Polizie locali, ARPA, con la promozione del relativo raccordo telematico.

La tutela ambientale per la conservazione e lo sviluppo della flora e della fauna autoctona in Lombardia sono stati possibili grazie ad un'attività coordinata di monitoraggio, protezione, selezione e reintroduzione, con il ripristino delle condizioni più favorevoli al riequilibrio ecologico (corridoi e varchi ecologici, ripari, mantenimento o diversificazione dell'agricoltura circostante, disciplina degli accessi) che ha visto anche il contributo delle GEV.

> sito ERSAF

> biodiversità e reti ecologiche

Inoltre nell'ambito del Sistema regionale di educazione ambientale la Regione ha stabilito le Linee ed azioni regionali di educazione ambientale, elaborate dall'apposito Tavolo regionale permanente per l'educazione ambientale in funzione presso l'U. O. Comunicazione, Benessere, Sicurezza e Gestione attività formative della D.G. Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile.

 
aggiornamento: 10.07.2018 G. Guida

NOTA  Queste pagine e le relative schede della Guida ai servizi, pubblicata nel sito dell'Urp, vengono costantemente aggiornate e verificate dal Responsabile del Servizio GEV. Per suggerimenti consulta i contatti

 

Siti tematici

Info

URP - Ufficio Relazioni con il Pubblico

  •  Numero Verde: 800.88.33.11
    - dal lunedì al giovedì:
      10.00-12.00 / 14.00-16.00
    - venerdì:
      10.00-12.00
  •  Chiedilo all'Urp
  •  Pec
  •  Peo
  • Apertura al pubblico martedì e giovedì solo su appuntamento da richiedere tramite:
    - form online Chiedilo all'URP
    - Numero Verde: 800.88.33.11